Narrativa italiana Romanzi Il bambino che sognava la fine del mondo
 

Il bambino che sognava la fine del mondo Il bambino che sognava la fine del mondo

Il bambino che sognava la fine del mondo

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


"Correte. Mio padre sta uccidendo mia madre". La telefonata arriva alla stazione di polizia alle due del mattino. A farla è un bambino biondo con due grandi occhi blu che fissano il vuoto. Ma la mamma gli toglie la cornetta dalle mani: non è vero, suo figlio urla nel sonno, suo figlio è sonnambulo. È un bambino che, notte dopo notte, sogna la fine del mondo. Trenta anni più tardi, un terribile sospetto scuote una città del Nord Italia: i bambini di una scuola materna accusano gli adulti di azioni orribili. Ben presto, propagato da giornali e televisioni come una pestilenza del nuovo millennio, il contagio della paura si allarga all'intero Paese. Tutta l'Italia si sente minacciata dal Male. In molti cominciano a sussurrare il nome del Diavolo. È in atto una cospirazione diabolica o si sta scatenando una caccia alle streghe?

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 5

Voto medio 
 
2.1
Stile 
 
2.0  (5)
Contenuto 
 
2.4  (5)
Piacevolezza 
 
2.0  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il bambino che sognava la fine del mondo 2010-06-28 10:29:44 susanna archer
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
susanna archer Opinione inserita da susanna archer    28 Giugno, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

che delusione!


Una specie di monologo o confessione psicologica che francamente mi è risultata un po' stucchevole. Mi pare un libro che sicuramente è stato molto utile e terapeutico per chi l'ha scritto, ma non per chi lo legge.
Trovo inoltre poco rispettosa la libertà di nominare luoghi troppo precisi per essere del tutto casuali: Università di Bergamo alta, professori della suddetta, altri luoghi di Bergamo che io stessa conosco benissimo pur non vivendo là. Avrei preferito che, dato che vuole essere un romanzo, lo fosse davvero, senza miscugli di mezze verità. In sintesi: è un libro che ho letto perchè ne avevo visto l'autore in televisione e mi era sembrato un uomo con un certo spessore psicologico, invece mi ha delusa perchè non mi ha dato alcuno spunto di riflessione che non fosse una certa tristezza per il tema trattato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bambino che sognava la fine del mondo 2009-11-09 13:37:55 Francesca
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Francesca    09 Novembre, 2009

Caldamente sconsigliato

Senz'altro apprezzabile la scelta del tema - la violenza sui bambini, istituzioni e norme etiche, ruolo strumentale dei mass media e psicosi collettiva- peccato che il... saggio? Romanzo? Montaggio parallelo di cronache appartenenti a tempi diversi? Per miei limiti non l'ho capito, non sia nè piacevole nè efficace. C'era bisono di sforzarsi di imbastire una storia così temerariamente complessa e delicata per dire che la paura è l'unica emozione che, trasformata in sentimento, può scuotere e unire i singoli dando vita ad una pseudo collettività non etica?

Il libro non mi è piaciuto,non vedevo l'ora di terminarlo per dare maggiore senso al tempo dedicato alla lettura. Mi lascia alquanto perplessa sapere che abbia quasi vinto il Premio Strega quando, a mio avviso, ha avuto una visibilità che non meritava. Grazie comunque all'autore per i momenti di pura distrazione introspettiva che mi hanno concesso le non interessanti righe, mai come durante questa lettura sono riuscita a divagare tanto... e non,ahimè,su tematiche suggerite dalla storia.

Riciclare il libro per recuperare la spesa? sarei tentata... So comunque che l'autore è molto apprezzato, chissà che tra qualche decennio non decida di dargli un'altra possibilità leggendo qualcos'altro- preso rigorosamente in prestito- meglio non rischiare!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
23
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bambino che sognava la fine del mondo 2009-08-15 20:42:48 Ines Desideri
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da Ines Desideri    15 Agosto, 2009

"Oscurato" più che Scurati

Pomposo, accentratore, auto-referenziale.

Autore di una filosofia spicciola da cui non si lascia coinvolgere e che non coinvolge.

Trama che vaga tra fatti di cronaca accaduti realmente, ma trattati con assoluta indifferenza.

Improbabile arrampicatore dell'olimpo letterario, nonché membro della Giuria del Premio Strega, alla cui partecipazione non avrebbe dovuto avere accesso.

Il libro risulta come un delirio di edonismo onnipresente e vacuo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bambino che sognava la fine del mondo 2009-08-04 14:17:47 alati
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
alati Opinione inserita da alati    04 Agosto, 2009
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Attuale e coinvolgente

Veramente attuale, durante la lettura si trovano spunti di riflessione interessantissimi sull'epoca in cui viviamo. In particolare mi hanno coinvolto le riflessioni sulla "violenza" e su come i mass media interpretano i fatti.Bella anche la storia: all'inizio del libro c'è scritto che i fatti riportati sono solo fantasie, stento a crederci, sia in merito all'attualità ma anche in merito alla biografia dell'autore.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il bambino che sognava la fine del mondo 2009-07-27 18:53:36 Alex7
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Alex7 Opinione inserita da Alex7    27 Luglio, 2009
Ultimo aggiornamento: 27 Luglio, 2009
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un pò pompato?

Cercherò di essere breve. Ho letto il libro di Scurati abbastanza velocemente. La scrittura è buona ed il romanzo tutto sommato è coinvolgente, a parte qualche descrizione un pò ampollosa nella quale lo scrittore vuole probabilmente dimostrare a qualche sprovveduto quanto è ampio il suo vocabolario. Cosa non ho gradito? L'assenza di pathos, soprattutto nel finale. Vivo in Inghilterra, qui gli scrittori vengono scremati fin dalla scuola. Perdonate lo sfogo, ma è il quinto libro italiano che leggo nell'ultimo anno tra quelli iper-pubblicizzati ed è la quinta volta che mi rimane il dubbio che manchi proprio una selezione accurata da parte degli editori. Il compitino è stato fatto dopo tutto, senza però grandi acuti. Per me non vengono più presi rischi sia da parte degli scrittori (o quelli che rischiano non vengono pubblicati?) che degli editori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La musa
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La paura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore addosso
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nel guscio
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Il cuore degli uomini
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vendicatrice
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tante piccole sedie rosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le nostre anime di notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
La mia vita non proprio perfetta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A cantare fu il cane
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Commedia nera n.1
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Eroi della frontiera
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri