Narrativa italiana Romanzi Il prezzo del sogno
 

Il prezzo del sogno Il prezzo del sogno

Il prezzo del sogno

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Pat ha venticinque anni, è insicura e spavalda, e solca a grandi passi le strade pulsanti di New York, il cuore che batte per Carol. Carol è New York, e New York ha un senso solo perché esiste attorno a Carol – la bella, temeraria e fragile Carol. Nell'America degli anni Quaranta, Pat è una fuorilegge: ambiziosa e ferocemente indipendente, ama le donne e non intende nascondersi dietro un matrimonio di facciata. Pat è Patricia Highsmith, scappata dal Texas e da una madre dispotica ed egoista per inseguire il sogno di diventare scrittrice: nei salotti letterari si sente goffa e inadeguata, ma ha un'intelligenza e una sensibilità uniche, e un talento eccezionale. La vita e la scrittura – che è gioia pura, fa correre scintille nelle vene – si compenetrano e si nutrono l'una dell'altra, senza che la fame sia mai appagata. È il prezzo del sogno: l'ansia, la fatica, l'insoddisfazione. Pat è divorata dall'inquietudine: insofferente all'ipocrisia dell'american dream, lascia l'America per l'Europa, cambia case, editori, Paesi, amori, scrive romanzi e racconti che avvincono e turbano i lettori di tutto il mondo. Scrivere è il suo modo di vivere tante vite, di essere tante persone diverse. Di cercare di raggiungere l'irraggiungibile. Con una scrittura straordinaria, carezzevole e aspra, ironica e accorata, capace di vibrare in risonanza con le corde più profonde dell'animo umano, Margherita Giacobino ripercorre le appassionanti vicissitudini esistenziali di Patricia Highsmith, una delle più pungenti e interessanti scrittrici contemporanee, i cui romanzi hanno ispirato registi come Alfred Hitchcock, Wim Wenders e Todd Haynes. Ma soprattutto, Giacobino ci consegna la storia di una donna dalla personalità fortissima, sincera fino a farsi male, che non ha mai ceduto alle pressioni della cosiddetta normalità e non ha mai tradito se stessa.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il prezzo del sogno 2017-03-18 09:44:39 ornella donna
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
2.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    18 Marzo, 2017
Ultimo aggiornamento: 19 Marzo, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Patricia Highsmith: "una diversità nella norma".

Margherita Giacobino torna in libreria con Il prezzo del sogno, un libro colto, erudito, abbastanza difficoltoso nella sua intima essenza. Biografia autentica, documentata, precisa, composta da documenti d’archivio, oppure romanzo, frutto di immaginazione e di fantasia? E’ arduo capirlo fino al termine, quando l’autrice sostiene che: “Questo libro non è la biografia di Patricia Highsmith, benché contenga moltissimi elementi tratti dalla sua vita documentata, e ai documenti si mantenga nel complesso fedele. Ma ci sono anche cose inventate, e ovviamente l’interpretazione e la prospettiva regnano incontrastate. (…) Poi, ho cercato di dimenticare il mio lavoro di scolara diligente, ho chiuso gli occhi e ho reinventato la “mia” Patricia Highsmith.” .
E’ un testo dalla doppia anima: con al centro una figura discutibile di donna, esagerata in ogni suo comportamento, e dall’altra un giusto e doveroso tributo a una scrittrice di talento indiscusso. Esiste un parallelismo acuto nelle due ultime fatiche letterarie di Margherita Giacobino: come Ritratto di famiglia con bambina grassa era un ossequio generoso ed affettuoso alle donne della sua famiglia; allo stesso modo questo lo è per Patricia Highsmith.
Il libro si apre con una scena memorabile. Patricia è colta negli ultimi istanti della vita, e prima di congedarsi definitivamente, narra il suo excursus personale. Assistita da una giovane infermiera che, proprio nella sua gioventù, incarna il senso stesso di ciò che è stato il dolore e la gioia insiti nella “particolare” esistenza terrena della scrittrice di gialli. E’ un percorso lungo, con un avanti e un indietro, con un affanno perenne. Nucleo centrale sono le donne che Pat incontra, che lei usa per poi abbandonarle a se stesse, pur amandole, ma solo in quel preciso momento. Ma sopra ad ogni cosa c’è il rapporto con la scrittura. Determinante per lei è scrivere, perché tramite ad essa supera la sofferenza, l’animosità, la misoginia che l’hanno sempre caratterizzata. Patricia è, infatti, una donna svogliata, autodistruttiva, logorroica, inquieta, dedita all’alcool. Solo scrivendo altre vite, di altri e su altri, è in grado di trovare un po’ di quiete. “Pat scrive. Continuamente. Per convincersi, per esercitarsi, per affinare gli strumenti del mestiere. Per sopravvivere. La scrittura è il filo d’Arianna del suo personale labirinto, dal quale non desidera affatto uscire.” Ecco “il prezzo del sogno”: la vita e la scrittura si addentrano e si nutrono l’una dell’altra, in una complementarità totale, senza che la fame sia mai completamente soddisfatta.
Con una scrittura leggera, ma colta, aspra e a tratti ironica, Margherita Giacobino dipinge un ritratto a tutto tondo di questa scrittrice appassionata ed indecifrabile. Un’affascinante interpretazione del vissuto di questa donna, che si definiva “una diversità nella norma”. Una normalità che non lascia indifferente il lettore, anche nella propria peculiarità di rimanere, così facendo, sempre fedele a se stessa. A qualunque costo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto Patricia Gimenez-Bartlett, Segreta Penelope.
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Babilonia
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cortile Nostalgia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il collezionista di conchiglie
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Britt Marie è stata qui
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Volevo tacere
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I quarantuno colpi
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Allontanarsi. La saga dei Cazalet
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)
Il caso Malaussène
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Prendiluna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Per te morirei e altri racconti perduti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tra loro
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il porcospino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri