Jack Frusciante è uscito dal gruppo Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Jack Frusciante è uscito dal gruppo

Letteratura italiana

Editore



Jack Frusciante è uscito dal gruppo, è il primo romanzo scritto dal giovane Enrico Brizzi all'età di diciannove anni e pubblicato per la prima volta nel 1994 dalla casa editrice Transeuropa di Massimo Canalini. Nel 1995 è finalista al Premio Campiello. A partire da quell'anno i diritti di pubblicazione passano alla Baldini & Castoldi (oggi Baldini, Castoldi & Dalai Editore), che dà alle stampe numerose edizioni, a cadenza quasi annuale. Il titolo si riferisce a un fatto realmente accaduto nel 1992: John Frusciante, l'allora chitarrista dei Red Hot Chili Peppers, lascia inaspettatamente il gruppo, durante una tournèe all'apice della popolarità. Fa, come si legge nel libro, "un salto fuori dal cerchio". L'episodio è frutto di una breve riflessione da parte del protagonista, ma più in generale in questo può riassumersi l'intera morale del racconto, dal momento che tutta la vicenda è imperniata sul concetto di "uscire dal gruppo" nel senso di "uscire dalle consuetudine, dagli schemi sociali". Il nome di Frusciante fu poi cambiato da John in Jack per non incorrere in possibili problemi per questioni di diritti d'autore (infatti il nome del chitarrista viene menzionato esplicitamente solo in un'occasione, altrove lo si cita chiamandolo semplicemente J.). In ultima analisi questo titolo risulta sicuramente accattivante, ma leggermente fuorviante: lo stesso John Frusciante, parlando appunto del romanzo durante un'intervista, si disse meravigliato delle poche righe a lui dedicate all'interno del libro, pensando invece che si trattasse di una sua biografia.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 9

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.9  (9)
Contenuto 
 
3.7  (9)
Piacevolezza 
 
4.2  (9)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2013-01-20 13:39:09 Taip
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Taip Opinione inserita da Taip    20 Gennaio, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Quando si voleva solo volare...

Non posso non dedicare una recensione al primo dei libri letti nella mia età adolescenziale; rivisto oggi che ho 24 anni, mi fa un pò di tenerezza sia al ricordo di quanto ingenuo e sognatrice ero, e sia di quanto questo libro mi aveva lasciato. La scrittura di Brizzi è frizzante, volutamente molto giovanilista, si vede che è un libro scritto per adolescenti,per quelli un pò inquieti e ribelli, quelli che appunto vogliono fuggire dal gruppo. Chi non si è riconosciuto nella rabbia del giovane Alex, nel vedere un mondo diverso da quello che fantasticavamo nell'infanzia; un amore difficile che lotta contro le imposizioni e le prassi della società, il luogo comune di una borghesia tutta italiana; quella del mantenimento dello status quo e dell'interesse particolare; quella che emargina chi è fuori da clan, lobby; quella stessa società che omologa gli individui e non lascia spazio a spiriti liberi. Quanta forza mi ha dato questa lettura nei momenti piu difficili e bui della mia età da teenager; quando il mondo che mi circondava era distante anni luce dal mio pensiero e dalla mia formazione; Non posso rinnegarla questa lettura, mi ha sempre fatto sentire meno solo. Dai 14 ai 20 lo consiglio vivamente, dopo forse no, perchè la vita ed il mondo vi sarà già apparso nella sua crudezza e disillusione. " Perchè il vecchio Alex non è che piange, è che oggi c'è un vento che è impossibile non lacrimare"....

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2012-03-31 16:15:35 liberlu85
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
liberlu85 Opinione inserita da liberlu85    31 Marzo, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

il MIO romanzo di formazione

Alex e Aidi. 16 anni, Bologna, anni '90. La vita davanti. Il primo quasi amore. La prima crescita insieme. Questo piccolo romanzo è la storia di un giovane sedicenne che si apre alla prima esperienza con la vita: fatta di amicizie, quelle adolescenziali, così fitte di fratellanza, così caratterizzate dalla sensazione di poter passare la vita intera così, con il sorriso stampato in faccia e la spensieratezza dell'adolescenza; narra del primo amore, quello con Aidi, vissuto piano piano come un germogliare di fiore delicato, nato tra i libri e la musica, le timide chiamate al telefono (quello fisso, altro che i tempi di cellulari e facebook) e le spensierate corse in bicicletta; il rapporto difficile con i genitori, spesso visti dall'adolescente come nemici/dittatori da combattere quotidianamente. Lo stile di scrittura cattura sin da subito, l'autore usa il gergo tipico adolescenziale e fondamentale è il prologo, caratterizzato dall'assenza di punteggiatura, rompendo così le righe, sembrando un lunghiiissimo respiro che introduce la storia. L'amicizia /amore tra Alex e Aidi è delicato, innocente, come solo l'amore a quell'età sa essere. E' un romanzo di formazione dei giorni nostri, senza troppe pretese se non quella di raccontare la genuinità dei rapporti che caratterizzano l'età dell'adolescenza. Importantissima è anche l'amicizia che vivrà Alex con Martino, seppur caratterizzata da punte di tormentati eventi. Fanno da sfondo, come ho detto prima, la musica e i libri, legante tra Alex e Aidi, che poi (se ci pensiamo bene) sono la caratterizzazione più importante delle passioni che a quell'età si abbracciano. Non mancano momenti esilaranti che rendono piacevole la lettura, humor fatto di scene di quotidiana realtà di un normalissimo liceo. Personalmente questo è stato il mio romanzo di formazione, nel senso che l'ho sentito più mio rispetto ad altri perchè le vicende che vivevo all'epoca dei sedici anni si sono avvicinate moltissimo alla storia vissuta da Alex. E' un piccolo gioiello, tutt'ora lo sfoglio con dolce malinconia e sorrido ripensando al suo gergo geniale e azzeccato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Il giovane Holden (Salinger), Due di Due (De Carlo)
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2012-01-26 13:36:21 isabella82
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
isabella82 Opinione inserita da isabella82    26 Gennaio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un piccolo romanzo di formazione

Il primo libro adulto che ho letto, una scoperta infinita. Non il solito romanzo noioso, in cui la maturità veniva misurata sulla base di lunghe dissertazioni filosofiche sulla bontà del vivere umano, ma sulle reale problematiche di un mondo sempre avulso dalla mentalità adulta, il mondo degli adolescenti. Con il suo linguaggio diretto e poco "corretto" ci apre una porta su un universo da sempre esistito, fatto di leggerezza, divertimento, disagio, ma anche sensibilità e dolore. Brizzi lo fa con una freschezza che a mio avviso mancherà ad altri suoi romanzi, uno per tutti "Bastogne", in cui la crudezza di un modo di vivere rapace avrà la meglio sull'assenza di colpa e pentimento di questo piacevolissimo scritto. Cultura giovane, turbamenti amorosi, band musicali, e dietro l'angolo l'impossibilità di nascondersi in un piccolo mondo facile. Ci sono tutti gli ingredienti per rispecchiarsi con entusiasmo o malinconia nelle pagine di questo libro.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2011-08-04 11:42:00 mixo
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
mixo Opinione inserita da mixo    04 Agosto, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'arte di crescere

Un libro dolcissimo che è impossibile non amare. La sua semplicità, il suo modo di vedere la vita come fanno i giovani preadolescenti, di affrontarla e di vivere le emozioni in modo pulito, cercando di scoprirne il significato e di attribuirvi un senso che non è ancora nelle loro esperienze. Una storia che disegna il passaggio all’adolescenza accompagnato dalla ricerca di un io che sappia distinguersi, che sappia uscire dai luoghi comuni e quindi dal gruppo. Molto bello il sottofondo musicale che contribuisce a renderlo assolutamente notevole

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2010-07-13 14:41:28 chatnoir
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
chatnoir Opinione inserita da chatnoir    13 Luglio, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il chitarrista però era John Frusciante!

Jack Frusciante è uscito dal gruppo è un romanzo veramente notevole. Oltre a rappresentare uno spaccato di vita realistico di un adolescente offre anche alcuni spunti interessanti per quanto riguarda la società italiana e la vita di ogni essere umano. Lo ritengo un romanzo fortemente toccante e coinvolgente. Uno dei suoi punti di forza, ma al contempo di debolezza è la brevità, perchè l'intensità è sempre elevatissima, ma dopo aver letto l'ultima pagina rimpiangerete che non sia più lungo!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
11
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2010-04-19 17:36:37 faye valentine
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
faye valentine Opinione inserita da faye valentine    19 Aprile, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

carino davvero!

frizzante e tormentato romanzo adolescenziale, scritto in modo innovativo e giovane, cattura per il suo stile fresco e la facile empatia che immediatamente si crea con i personaggi. una bella storia d'amore/amicizia, a tratti irreale, ma proprio per questo paradigmatica.
personalmente ho amato molto il "sottofondo musicale" da cui tutta l'opera è percorsa.. sembra quasi di sentirli, i Clash e tutti gli altri..
stimola il sorriso e fa a tratti riflettere, lo lessi per la prima volta a scuola, l'ho riletto un paio di altre volte, è sempre piacevole e contiene alcune vere e proprie "perle"!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
ai ragazzi e ai trentenni con un pizzico di nostalgia..
Trovi utile questa opinione? 
22
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2009-12-02 20:16:43 martina
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da martina    02 Dicembre, 2009

Odioso!

Libro odioso, noioso, paranoico!!! Assolutamente da non leggere. Tempo sprecato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
08
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2009-06-14 12:55:53 Fitze
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Fitze Opinione inserita da Fitze    14 Giugno, 2009
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una storia diversa

La storia tra due adolescenti legati da un filo sottile che non si chiama né amore né amicizia: legati da un sentimento a cui non è ancora stato dato nome. Uno dei miei libri preferiti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Due di due, Andrea de Carlo
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Jack Frusciante è uscito dal gruppo 2008-10-24 03:19:59 alessandra
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da alessandra    24 Ottobre, 2008

altrove

libro che ti porta sin dall inizio in un atmosfera magica piena di suspance, colori e sapori con un brivido noir.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore