Narrativa straniera Avventura La vendetta del deserto
 

La vendetta del deserto La vendetta del deserto

La vendetta del deserto

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La grande piramide di Cheope domina l’orizzonte. Mentre il vento gli soffia accanto e la sabbia si alza leggera, Harold Barnaby, brillante egittologo, la osserva e ripensa a quel papiro e alla verità che custodisce. Non avrebbe mai immaginato di poter fare una scoperta così importante. Non avrebbe mai immaginato che esistessero ancora tesori nascosti di cui nessuno sapeva l’esistenza. Non avrebbe mai immaginato che nel decifrare un testo in geroglifici sarebbe apparsa una tomba regale finora sconosciuta. Solo lui ne è al corrente, e ora è determinato a trovarla. Perché quel ritrovamento sarà la sua fortuna. C’è un unico problema: compiere lo scavo all’insaputa delle autorità. Un’impresa quasi impossibile per un professore di archeologia. Harold Barnaby capisce che ha bisogno di aiuto. Ha bisogno di soci abbagliati come lui dalla sete di oro e ricchezza. E così coinvolge nella missione uno scrittore dalle molte conoscenze, un ricco finanziatore, un contrabbandiere e un noto ladro internazionale. La ricerca del tesoro ha inizio. Ma il deserto è un ambiente ostile, forse troppo per un gruppo di estranei legati solo dalla propria avidità. E quando si riporta alla luce qualcosa che è stato sepolto per secoli, a volte il prezzo da pagare è molto alto. Perché il deserto non perdona.

Recensione della Redazione QLibri

 
La vendetta del deserto 2017-07-19 13:25:09 Mian88
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    19 Luglio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il misterioso messaggio..

Harold Barnaby, quarantun anni, professore associato di archeologia di Chicago, per la prima volta nella sua vita, si trovava a contemplare la disonestà, una disonestà determinata dall’aver scoperto, da un breve brano apparentemente innocuo che stava traducendo da un papiro, un messaggio segreto. In quest’ultimo la confessione di un funzionario che aveva edificato il luogo di sepoltura di un non precisato faraone della XIX dinastia, che si era altresì assicurato di uccidere personalmente tutti coloro che avevano preso parte ai lavori, compreso il proprio genero, e che in ultimo non aveva resistito dal destinare l’impresa ai posteri attraverso un messaggio criptato con grande maestria. Come resistere alla sete di avventura determinata dall’essere lo scopritore unico di una tomba ancora sconosciuta? Come resistere alla tentazione, dunque, di mettere le mani su un tesoro inestimabile? E’ impossibile per lo studioso. Ma qual è la giusta strategia da adottare per riuscire in questa ardua impresa?
E’ qui che entra in gioco la figura di Robert Pierce, giornalista inviato in Egitto per intervistare l’ingegnere della ditta di costruzioni italiana che si era occupata di spostare il tempio di Abu Simbel, che attraverso le sue conoscenze ed i suoi agganci, idea e rende palpabile il sogno nonché il piano. Non solo. Coinvolgendo altri personaggi e recependo i fondi necessari, darà vita ad una squadra che, attraverso il canale ufficiale di una serie di scavi poco interessanti ma non troppo banali, sarà la protagonista indiscussa dell’ultima opera di Crichton. Non mancano, oltretutto, la figura femminile di grande fascino, un contrabbandiere, un ladro internazionale, un ricco finanziatore e tutta una serie di complicazioni atte a rendere la trama sempre attiva. Il tutto sullo sfondo dell’Egitto e delle sue imponenti piramidi, il tutto sullo sfondo di quella piramide di Cheope da cui tutto è visibile; dal Cairo e la sua posizione sulla punta del delta del Nilo, alle necropoli di Saqqara e Dahshur con le loro piramidi, alle piccole piramidi di Giza, luoghi di sepoltura di Chefren e Micerino.
Come appare di tutta evidenza, l’ultimo romanzo dello scrittore statunitense non brilla certo per originalità suscitando, inevitabilmente, nel lettore, la trama, un senso di deja-vu, di argomento trito e ritrito. Sin dalle prime battute questa sensazione è percepibile con mano tanto che a più riprese chi legge si chiede quando (e se) elementi differenzianti saranno introdotti. Innovazioni, che, di fatto, sono scarsamente rintracciabili nel testo.
In naturale contrapposizione con questa tematica sentita e risentita vi è uno stile narrativo rapido, non particolarmente erudito ma perfettamente in grado, grazie all’introduzione di un ritmo serrato, di guidare l’avventuriero conoscitore tra le molteplici trame intessute dal narratore. Non solo, ulteriore nota che può lasciare perplesso quest’ultimo, è l’eccessiva surrealità di alcuni passaggi: per quanto le vicende si protraggano e siano ben orchestrate, talvolta, l’autore esagera facendo sì che il suo composto passi da un qualcosa di tangibile ed immaginabile ad un qualcosa di troppo inconcreto per poter essere pienamente apprezzato.
Pertanto, anche se il volume si ultima in poco più di una giornata, grazie ad un linguaggio agile e diretto, il contenuto non conquista totalmente, convince soltanto in parte. Da ciò la inevitabile relegazione dello stesso alla tipica lettura estiva.
In conclusione, “La vendetta del deserto” è un libro adatto a chi cerca un qualcosa di poco impegnativo con cui distrarsi qualche ora, ma nulla più.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
si = a chi ama il genere dell'avventura e a chi cerca un testo non troppo impegnativo da leggere sulla spiaggia,

no = a chi al contrario predilige testi di sostanza.
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La ragazza sbagliata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La pioggia deve cadere
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il bambino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Esti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Intima apparenza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vendetta del deserto
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in due
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dio non abita all'Avana
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dall'ombra
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Corruzione
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri