Narrativa straniera Racconti Dieci dicembre
 

Dieci dicembre Dieci dicembre

Dieci dicembre

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Da anni, George Saunders è riconosciuto come una delle voci più originali e influenti della narrativa americana contemporanea; senza aver mai scritto un romanzo, ma solo racconti, ha ricevuto elogi unanimi dalla critica. Ora, giunto alla sua quarta raccolta, ha definitivamente ottenuto anche il grande successo di pubblico. "Dieci dicembre" è la sua opera che, senza rinunciare alla vena surreale e immaginifica, si avvicina di più al realismo. Accanto a racconti ambientati in laboratori dove si creano improbabili psicofarmaci, o in sobborghi residenziali dove donne moldave o filippine in abiti bianchi penzolano da fili tesi fra gli alberi come decorazioni, ci sono storie di famiglie comuni la cui normalità è turbata dal ritorno di un figlio dalla guerra o dall'irruzione di un malintenzionato: in tutti i casi, i personaggi si trovano a dover scegliere fra l'egoismo e la compassione, l'orgoglio e il sacrificio.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Dieci dicembre 2016-11-20 07:10:23 Cristina72
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Cristina72 Opinione inserita da Cristina72    20 Novembre, 2016
Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

"Ah ah ah"

“Ti raccontavano che quel grande qualcosa/qualcuno ti amava in maniera speciale ma alla fine ti accorgevi che non era vero. Il grande qualcosa/qualcuno era neutrale. Indifferente. Quando si muoveva con innocenza schiacciava le persone”.
A volte distopia e realismo si fondono formando una miscela caustica, dal sentore sgradevole di una realtà possibile, forse già silenziosamente in atto.
E' il caso di questi undici racconti e della galleria di antieroi che li popolano, perdenti rosolati sul fuocherello della quotidiana umiliazione dalla mano impietosa dell'autore, che li fa ridere, patetici (“ah ah ah”), mentre ride di loro.
Sentimenti modificati chimicamente in laboratorio (ma fino a che punto meno veri di quelli reali?), ragazze ridotte a penzolanti arredi da giardino grazie alla scoperta di un luminare della scienza, e poi buone intenzioni, fallimenti, frustrazioni, invidie, ripicche: dal deprimente campionario non si salva nessuno, o quasi.
Quasi, perché proprio quando il lettore sta per gettare la spugna, dal gelo dell'ultimo splendido racconto – “Dieci dicembre” – emerge la flebile speranza di un riscatto possibile.
I pensieri di un bambino sovrappeso e di un vecchio fuggiasco malato di Alzeihmer che inciampa sulle parole e sulla neve si alternano con il rispettivo carico di sofferenza, mentre le loro esistenze si intrecciano diventando, inaspettatamente, forza vitale.
E finalmente affiorano emozioni autentiche e “gocce di bontà” si impongono sul cinismo... almeno in buona parte:
“... e queste gocce di fratellanza lui non aveva il diritto – non l'aveva mai avuto – di negare.
Di negarle”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Yates, Palahniuk.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dall'ombra
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ministero della suprema felicità
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un adulterio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il caso Fitzgerald
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La rete di protezione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il ragazzo nuovo
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Divorziare con stile
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Babilonia
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Cortile Nostalgia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Del dirsi addio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il collezionista di conchiglie
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Britt Marie è stata qui
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri