L'analfabeta L'analfabeta

L'analfabeta

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Undici capitoli per undici episodi della sua vita, dalla bambina che divora i libri in Ungheria alla scrittura dei primi libri in francese. L'infanzia felice, la povertà del dopoguerra, gli anni di solitudine in collegio, la morte di Stalin, la lingua materna e le lingue nemiche (il tedesco, il russo e in un certo senso anche il francese), la fuga in Austria e l'arrivo a Losanna, profuga con un bebè.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'analfabeta 2017-07-12 16:05:37 Cristina72
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Cristina72 Opinione inserita da Cristina72    12 Luglio, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

E' qui che comincia il deserto

“Sono tornata analfabeta. Io, che sapevo già leggere a quattro anni”.
Per apprezzare al meglio questo racconto autobiografico occorre aver letto almeno un'opera della scrittrice ungherese, in modo che, scorrendo le pagine, sia possibile riconoscere personaggi (anzi, persone), situazioni, percezioni, fonte della sua prosa così originale, carica di tormento, nostalgia e un filo di follia.
La Kristof, profuga approdata in Svizzera dopo l'invasione russa dell'Ungheria, è un'anima smarrita destinata a vagare per strade sconosciute, ma a testa alta, con una fierezza priva di gioia di vivere, ma solida.
Dapprima figlia, sorella, nipote, poi, con uno strappo inesorabile, allieva in un collegio per ragazze povere, poi madre e moglie (non una parola di affetto nei confronti del marito) e operaia in una fabbrica, conoscerà l'esistenza piatta e senza speranza di una donna che ha perduto l'appartenenza ad un popolo: “E' qui che comincia il deserto”.
Sceglie per sfida di scrivere in francese, lingua “nemica” appresa in età adulta, che non sentirà mai del tutto sua e che d'altro canto, giorno per giorno, insidia, “uccide” la sua lingua madre.
Rimpiangerà sempre il fatto di aver lasciato il suo paese, vagheggiando una vita povera, dura, ma autentica, “forse felice”.
E' una scrittura sintetica e amara, quella della Kristof, distillato della sua disperazione, ma lascia un'impronta preziosa nella memoria del lettore che riesca a captarne tutto il magnetismo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La testimonianza
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il manifesto del libero lettore
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La neve sotto la neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Cacciatori nel buio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo che inseguiva la sua ombra. Millennium 5
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
The Store
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La narratrice sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bello, elegante e con la fede al dito
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sentiero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni nostra caduta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza sbagliata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La colonna di fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri