Crocevia Crocevia

Crocevia

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Lima, anni Novanta: nel paese infuriano gli attentati terroristici di Sendero Luminoso e del Mrta (Movimiento Revolucionario Túpac Amaru) mentre il regime del presidente Fujimori diventa sempre piú autoritario. Ma tutto questo sembra non impensierire troppo Marisa e Chabela, amiche da una vita e amanti dalla notte in cui il coprifuoco le costrinse a dormire insieme. Anche i loro mariti, Enrique e Luciano, sono amici di infanzia: il primo è un benestante ingegnere minerario che un giorno riceve la visita di un inquietante personaggio. È Rolando Garro, direttore della rivista scandalistica «Destapes», che lo ricatta minacciando di pubblicare le foto che lo ritraggono durante un'orgia a base di escort e cocaina. Luciano, che è anche avvocato, consiglia a Enrique di rivolgersi al «Doctor» (Vladimiro Montesinos, responsabile dell'intelligence del presidente Fujimori), presunto manovratore alle campagne denigratorie condotte da «Destapes», che oltre a infangare la reputazione dei personaggi, piú o meno famosi, del mondo dello spettacolo, decreta la rovina degli avversari politici di Fujimori. Ma coinvolgere «l'intelligenza grigia» del regime vuol dire avvicinarsi al cuore di tenebra che sta avvolgendo nell'oscurità tutto un paese: una scelta che avrà inaspettate e drammatiche conseguenze.

Recensione della Redazione QLibri

 
Crocevia 2016-11-27 08:18:05 CortaZur
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
CortaZur Opinione inserita da CortaZur    27 Novembre, 2016
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il potere della stampa scandalistica

Mario Vargas Llosa - Crocevia


L’ultimo romanzo del premio Nobel Vargas Llosa è un romanzo che mescola i generi, spaziando dall’erotico al thriller con anche un pizzico di romanzo storico e tenendo sempre presente un unico protagonista: il Perù.
In questo libro siamo a Lima, la capitale, e in particolare l’autore ci porta in un quartiere di Lima dal nome “Cinco esquinas” (particolare tipo di incrocio dove confluiscono 5 strade ) che è anche il titolo originale dell’opera. Un quartiere particolarmente famoso per essere stato teatro di uno dei crimini piu efferati accaduti nella Lima di fine anni ‘90, in piena dittatura, un quartiere centrale ma povero dal quale la storia si alimenta regalando, tra l’altro, la protagonista femminile.


Come accennato siamo in piena dittatura Fujimori, sul finire degli anni ‘90, il coprifuoco scandisce le vite dei suoi abitanti, una coppia di amiche realizza che è troppo tardi per rientrare a casa e una di loro si deve fermare per la notte; così inizia una splendida scena lesbo-erotica (la migliore) tra le due protagoniste, qualcosa che non mi aspettavo e che ha fatto spostare subito lo sguardo sotto un’altra luce e tra l’altro spiega anche la copertina!
Le due donne appartengono all’alta società di Lima, mogli di due uomini di successo i quali, loro malgrado, saranno protagonisti della storia portante del romanzo, fatta di foto rubate, ricatti e scandali architettati apparentemente dalla stampa scandalistica: potente strumento per infangare e portare avanti denigranti campagne di persuasione su avversari politici e non.


La stampa è l’altra protagonista dell’opera, e Vargas Llosa ci tiene a mettere in evidenza una stampa malata, parziale e a servizio di poco nobili cause che però è enormemente importante nelle strutture di potere di regimi autoritari come lo era quello di Fujimori, con una particolarità: qui è la stampa scandalistica a essere protagonista, come se da noi un paparazzo come “Corona” diventasse potentissimo strumento intimidatorio.


In questa opera si distinguono i tre assi portanti dell’opera di Vargas Llosa: la politica, il giornalismo e l’erotismo. Ben scritto, scorrevole, ci fa immergere nelle strade e nella vita peruviana di quel tempo e ci porta alla scoperta di un paese lontano che ha vissuto nel recente passato una dittatura di cui non conoscevo quasi nulla. Una dittatura che usava molto bene i la stampa, la quale da questa opera ne esce davvero con le ossa rotte e con ancora qualche residua speranza di redenzione.


I personaggi tratteggiati nel romanzo non sono indimenticabili, nessuno mi ha colpito particolarmente, li ho trovati un po’ superficiali con poche o nessuna virtù; lo stesso posso dire per la parte dove l’erotismo la fa da padrone: capitoli fini a se stessi che non aggiungono nulla alla storia se non qualche voyeurismo di maniera e qualche esercizio di stile più utile all’autore che alla narrazione.


L’opera nel suo complesso è valida, è pur sempre il grande Mario! Anche se mi aspettavo di più, mi aspettavo più coinvolgimento, più emozioni e invece direi che, nonostante i molti cambi di registro e i tentati colpi di scena, la storia scorre piuttosto piatta fino al gran finale che la riscatta parzialmente.


In definitiva: lontano dalle vette di Vargas Llosa ma comunque un’onesta e più che sufficiente lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Un libro consigliato se si vuole esplorare una parte di mondo meno famosa, interessante se si vuole conoscere qualcosa di quel periodo storico.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Crocevia 2017-03-26 10:11:56 ornella donna
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    26 Marzo, 2017
Ultimo aggiornamento: 26 Marzo, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il triangolo di Vargas Llosa: erotismo, politica e

Crocevia è l’ultimo libro edito in Italia dal Premio Nobel Mario Vargas Llosa. Il narrato, a mio parere, forma una specie di triangolo con sulla punto l’erotismo, diffuso e splendidamente narrato, da intendere quasi come un velo atto a nascondere ciò che c’è alla base, ovvero la politica e il giornalismo. Siamo a Lima, capitale peruviana, governata con pugno di ferro dal dittatore Fujimori e dal suo collaboratore, il Doctor, torturatore assatanato, responsabile di crimini efferati. Siamo negli anni Novanta, e il romanzo si apre con una scena lesbica di rara e raffinata bellezza, con protagoniste due donne sposate: una Marisa, con l’ingegnere minerario Quipe Cardenas, e l’altra bionda irresistibile con l’avvocato Luciano. Le due vivono in un mondo di agi e di ricchezze, di privilegi, lontane anni luce dalla qualità di vita dei poveri, dei terroristi di Senders Luminoso e delle atrocità del regime. Tale vita subisce un brusco cambiamento quando Quipe Cardenas riceve la visita di un losco figuro, il giornalista Rolando Garro che gli mostra un pacchetto di fotografie compromettenti, che vedono l’ingegnere impegnato in una festa orgiastica. Non è solo un ricatto, è il tentativo da parte di costui, che è il vicedirettore della rivista Destapes, di assumere un ruolo più forte e potente, gestendo in una certa maniera il potere giornalistico in toto. La proposta non ha seguito, le foto pubblicate e Cardenas ne esce totalmente sconfitto, per di più accusato anche dell’orrendo delitto di Rolando stesso. E poi ancora uccisioni, torture, segregazioni, compiuti in nome di una presunta libertà, della conquista del potere ad ogni costo. L’erotismo è visto come l’unica possibilità di fuga dalla morsa della paura che attanaglia ogni cosa.
Importante è la descrizione dell’ambiente: “La città si faceva sempre più povera e vecchia a mano a mano che si procedeva.” L’aria è ammorbata da una strana opacità, che è la stessa che offusca i protagonisti di questa vicenda. Tutti sono ambigui, tutti viaggiano su di un esile filo, a metà tra desiderio di giustizia ed inclinazione al compromesso, a qualunque livello.
Un libro che è: “una storia poliziesca, quasi un thriller, ed il thriller pian piano divenne un affresco della società peruviana negli ultimi mesi della dittatura.”. E ancora: “In Crocevia confluiscono i cinque assi portanti della vita letteraria di Vargas Llosa : l’analisi del giornalismo, il Perù, il potere, l’ipocrisia e l’erotismo. Al centro e intorno a tutto, sempre, lei: la libertà.”
Un romanzo metaforico; corredato da un ricco glossario, all’insegna di un continuo crescendo di emozioni e di raffinate sensazioni

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto in precedenza e per tematiche affini: Gabriel Garcia Marquez, Dell'amore e di altri demoni, e Isabel Allende, Ines dell'anima mia.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il porcospino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I Guardiani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Anime scalze
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bruciare tutto
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Io sono Dot
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Leggenda privata
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore che mi resta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quasi niente
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da dove la vita è perfetta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Gli eredi
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La musa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre piani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri