Narrativa straniera Romanzi La metà di niente
 

La metà di niente La metà di niente

La metà di niente

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di La metà di niente, romanzo di Catherine Dunne edito da Guanda. Una donna di Dublino con tre figli ed un marito d'un tratto è costretta, sua malgrado, a dover cambiare completamente la sua vita perchè il marito le confessa candidamente di non amarla più e che andrà a vivere con un'altra donna. Da qui inizia per la protagonista un percorso, arduo e faticoso di rivalutazione di sè, di nuove forme di adattamento alla vita pratica di ogni giorno in cui riesce ad esprimere tutta se stessa e nel far questo arriva anche ad amarsi un po' di più.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 6

Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.8  (6)
Contenuto 
 
2.8  (6)
Piacevolezza 
 
2.7  (6)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La metà di niente 2014-08-25 08:19:25 MATIK
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    25 Agosto, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La metà di niente.

"Piano, piano. Ogni giorno ha la sua pena. Quanto basta per arrivare a sera."
Una mattina, mentre Rose sta preparando la colazione il marito Ben, improvvisamente, le annuncia che il loro matrimonio è finito, lui la lascia, senza spiegazioni e chiudendosi la porta alle spalle.
La vita di Rose le crolla addosso, ha tre figli a cui accudire, non lavora ed era certa che tutto questo non le sarebbe mai accaduto, dopo un fortissimo schock iniziale, raccoglie tutte le sue forze, aiutata dalle sue amiche, cerca di ricostruire piano piano una normalità per la sua famiglia così fortemente colpita nell'animo, un dolore profondo quello dell'abbandono, provato dai figli e per lei un senso di sconfitta e di grande responsabilità per non aver ancora accanto a sé un marito che la ama.
La Catherine Dunne ci racconta di una separazione vista con le sensazioni, le emozioni, i turbamenti di una donna: la sorpresa e lo smarrimento prima, il dolore poi ed infine l'accettazione di un nuovo stato quello di libertà.
Un grande lavoro quello della scrittrice che in modo incalzante ci racconta come l'abbandono di un marito, traditore ed irresponsabile, può causare su una donna/madre e su i loro tre figli la perdita di una vita che è sempre trascorsa su binari ben delineati di colpo viene stravolta, non ci sono più certezze e verità, tutto un mondo è da ricostruire, con fatica, orgoglio, coraggio e con grande forza d'animo.
Rose passerà momenti terribili, ma nonostante tutto troverà dentro si sé una forza che non avrebbe mai creduto di avere e ricostruirà un'ambiente per la sua famiglia dove vivere il più serenamente possibile, cosciente che nulla sarà più uguale a prima e che quello in cui credeva si è infranto miseramente una mattina mentre stava preparando la colazione.
"...ho detto che gli uomini e le donne sono come tanti traghetti. Esternamente sono molto simili, nel punto di partenza e nella destinazione. La tragedia è che mentre uno è ancora impegnato nel tragitto di andata l'altro ha appena iniziato quello di ritorno."
Un libro da leggere, oggi più che mai, ci parla di un matrimonio dove una donna e un uomo vivevano insieme, ma con sensazioni completamente diverse, Rose ci credeva ancora con tutta sé stessa, amava il marito e viveva per la famiglia, Ben non sopportava più niente, amava un'altra donna, voleva essere di nuovo libero e senza più figli ad intralciare, Rose aveva accanto a sé "la metà di niente".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Storia di una donna...per noi donne!
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
La metà di niente 2013-06-09 13:42:34 paola melegari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
paola melegari Opinione inserita da paola melegari    09 Giugno, 2013
Ultimo aggiornamento: 09 Giugno, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

le mani piene di vento

Leggendo le vostre opinioni, mi stupisco del fatto che diciate con le parole ciò che non vedete poi nella realtà del racconto. E' un bel pò che l'ho letto, per quello che mi è rimasto, l'intento dell'autrice è quello di far capire come una donna che aveva investito tutto nella famiglia, rimanga così delusa e spiazzata , addirittura disorientata ,fra l'avere tutto, e non avere più nulla. A parte la responsabilità dei figli, senza niente da cui poter ricominciare all'infuori della
capacità di saper preparare ottimi piatti finalizzati ad intrattenaere gli ospiti che il maritino avrebbe portato a cena.
Si, è una storia priva di dinamicità, cosa ci si aspettava feste e salti di gioia, senza i soldi per fare la spesa? Del resto la Dunne, ci ha abituato a storie di donne ,tristi e piene di problemi.
In rilievo, secondo me, la solita situazione di responsabilità femminile e di irresponsabilità maschile verso la prole. Già il titolo ci indirizza verso scarsa allegria.Del resto quante mogli cadono in depressione in situazioni simili e non ne escono più.La protagonista si tira su le maniche e va' avanti,per la sua dignità e per i suoi figli. 10 e lode.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
. leggendo le vostre opinioni mi stupisco del fatto che diciate con le parole ciò non vedete poi nella realtà del racconto. è un bel pò che l'ho letto, ma l'intento, per quello che mi è rimasto , è proprio quello di far capire come una donna che aveva investito tutto nella famiglia , rimanga così delusa e spiazzata addirittura disorientata. avere tutto, e non avere più nulla, a parte la responsabilità dei figli, senza niente da cui ricominciare a parte quella capacità di saper preparare degli ottimi piatti per i commensali che il maritino avrebbe portato a cena. si è una storia priva di dinamicità. cosa ci aspettavomo, feste e salti di gioia, senza i soldi per fare la spesa?
In rilievo la solita situazione di responsabilità femminile verso la prole, e la non così dovuta responsabilità maschile. Già il titolo deve far pensare ad un libro di scarsa allegria . Alcune donne in questa situazione cadono in una depressione profonda dalla quale non si risollevano più.La protagonista si tira su le maniche, non è felice ma va' avanti, per sè e per i suopi figli. Per me lodevole,
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
La metà di niente 2012-06-04 14:30:34 Sara S.
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
2.0
Sara S. Opinione inserita da Sara S.    04 Giugno, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

cronaca asettica e surreale

Allora, partiamo subito dai pregi del libro (purtroppo pochi): la scrittura è semplice e scorrevole, lo si legge velocemente, i capitoli sono brevi e ciò porta ancora di più ad una narrazione dinamica.
E ora i difetti: manca di sentimento. La protagonista, che dovrebbe essere l'emblema della disperazione, non trasmette NULLA! E poi, i risvolti della storia sono parecchio banali e a tratti surreali (o forse sarebbe meglio definirli semplicistici e fantasiosi?).
Non so esattamente il motivo per il quale decisi di acquistare questo libro, forse perché era parecchio famoso e immaginavo qualcosa di più profondo... e invece mi sono ritrovata a leggere una storia che sembra fatta con lo stampino, dai risvolti scontati e superficiali. Mi ha dato l'idea di un manuale di autostima per mogli lasciate dai propri mariti, in cui il messaggio principale è: le donne ce la fanno, a qualsiasi età e in qualsiasi condizione economica... sì, però a patto che riusciate a fare la "moltiplicazione dei pani e dei pesci". Secondo me una donna appartenente alla vita reale e nelle condizioni della protagonista, leggendo questo libro pieno di cavolate si demoralizza ancora di più!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
71
Segnala questa recensione ad un moderatore
La metà di niente 2012-01-17 17:41:39 elisa
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da elisa    17 Gennaio, 2012
Ultimo aggiornamento: 23 Gennaio, 2012

troppo triste

sto finendo di leggerlo e tutto l'entusiasmo iniziale è svanito... verso la fine diventa sempre più pesante e noioso... niente colpi di scena e personaggi stereotipati che durante tutto il racconto non cambiano di una virgola, non succede nulla e la protagonista è decisamente troppo vittimizzata... il finale deludente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
La metà di niente 2010-08-27 15:34:18 chicca
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
chicca Opinione inserita da chicca    27 Agosto, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

deludente

Cronaca di una separazione vista dalla parte della moglie improvvisamente abbandonata dal marito fedifrago.
Lo stile narrativo crudo ed essenziale dona a questo romanzo una atmosfera realistica, quasi fotografica, Se l'autrice voleva raccogliere in un'unica storia il vissuto di tante, troppe donne, c'è sicuramente riuscita. Nella vicenda narrata ci si può riconoscere, ma non riesco a capire in che modo possa alleviare un dolore oppure rendersi in qualche modo utile, manca di spessore, i protagonisti sono troppo " standardizzati", con il marito nella parte del cattivo e lei in quella della vittima. Sembra di leggere un romanzo d'appendice. Bocciato

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
La metà di niente 2010-06-28 21:55:03 katia 73
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
katia 73 Opinione inserita da katia 73    28 Giugno, 2010
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La metà di niente

Un libro scorrevole che si legge con estrema facilità perchè, come tutti i libri di questa autrice, è scritto in maniera semplice. In una tranquilla mattina che pare come tutte le altre Ben dice a Rose che la lascia, che non la ama più e se ne va di casa. E' da qui che ripartirà Rose, faticosamente rimetterà in piedi la sua vita superando la sconfitta per la fine del suo matrimonio e i molti problemi economici, crescendo i propri figli, e farà tutto questo con grande dignità come solo una donna forte sà fare. Ho letto anche il seguito di questo libro "l'amore o quasi" ma devo dire non con lo stesso trasporto, questo mi è piaciuto decisamente di più.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Peste
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Applausi a scena vuota
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il Grande Romanzo Americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il cerchio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le canzoni dell'aglio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La regola dell'equilibrio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una lacrima color turchese
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Se chiudo gli occhi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Morte in mare aperto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Uno splendido sbaglio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smith&Wesson
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Terre rare
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)