Dettagli Recensione

 
La simmetria dei desideri
 
La simmetria dei desideri 2014-11-11 22:19:01 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    12 Novembre, 2014
Ultimo aggiornamento: 12 Novembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Persone che cambiano opinione

Il libro racconta l'amicizia tra quattro persone molto diverse, Churchil, Amichai, Ofir e l'io narrante Yuval, tanto diverse da poter essere paragonate ai quattro elementi: terra, acqua aria, fuoco. L'io narrante-Yuval, l'acqua, rappresenta il collante di quell'amicizia, colui che c'è sempre per tutti, che abbraccia tutti come l'acqua del fiume circonda e lambisce le pietre. L'inizio del libro è bellissimo, così bello che senza aspettare altro mi sono riempito il carrello di tutti i libri scritti dall'autore.
In realtà, la storia non è tutta ugualmente esaltante. Bellissimi sono l'inizio e la fine. Il finale è molto originale e non terribilmente melenso come sembrava poter essere. La parte centrale mi è piaciuta un po' meno. Forse l'amico Churchill, che pure è il mio preferito è troppo narcisista e egoista, forse non mi è piaciuta la rapida uscita di scena di Ilana e le conseguenti attività benefiche in sua memoria. Forse l'attaccamento patologico a Yaara è appunto, troppo patologico. Non so, ho rimpianto la leggerezza bellissima delle prime pagine, che fa toccare con mano l'amicizia, l'intimità, la vicinanza tra i quattro. Meno male il finale recupera questo spirito che è la cosa più bella del romanzo, un misto tra leggerezza e malinconia.
Bella l'idea del cambiamento, il fatto che gli amici pur cambiando obiettivi e modi di vedere il mondo non si perdano l'uno per l'altro, conservando tra loro una simmetria che sta non solo nei desideri realizzati reciprocamente ma nel compensare l'uno le debolezze dell'altro.

"Io ho continuato a guidare verso il mare, laggiù, pensando: quel ramoscello, appena arriviamo, lo tiro via dal tergicristallo,e ho pensato anche: se adesso schiaccio l'acceleratore abbastanza forte voliamo in aria e atterriamo direttamente in acqua, un atterraggio morbido, e poi ho pensato: ancora due ore, massimo due ore e mezza con questi tre rompiscatole, e poi me ne torno a casa e non dovrò mai più rivederli in vita mia."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
E poi siamo arrivati alla fine
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

10 risultati - visualizzati 1 - 10
Ordina 
Bello il flusso di pensieri che hai riportato!
Bel commento , Mario.
Non conosco praticamente nulla della letteratura australiana. Probabilmente c'è del buono e dell'ottimo.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
12 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Cristina, e Emilio. Lui è uno scrittore israeliano piuttosto giovane. Io l'ho adocchiato leggendo la recensione di Anna Maria e di altri utenti Q.
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Libro letto e molto amato..io mi sono ritrovata in Yuval. ( Freid?)..l'amico narrante...sempre a pensare..a soffrire...a riflettere...Una storia bella e intensa sull'amicizia che aiuta a vivere...che diventa la vita stessa..
Ciao, Pia
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Io dovendo scegliere in Ilana o nell'amico di turno che desiderava scrivere il romanzo.
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
E come hai detto nella tua recensione , in Amichai..giusto?
Ciao, Pia.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Alla fine in Yuval visto che i desideri cambiano di posto.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
aspetta, aspetta ... l'autore alla fine del libro parla effettivamente di realizzare il desiderio di Amichai ma invece non era quello di Ofir? Il primo desiderio di Amichai era la medicina alternativa che realizza Ofir. Sì credo ci sia un errore alla fine del libro.
In risposta ad un precedente commento
Pia Sgarbossa
13 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Da quello che ricordo, dice d'aver esaudito il desiderio di Ofir, cioè di scrivere un romanzo...Amichai, invece realizza quello di Churchill, cioè di portare un cambiamento importante nella società....e Ofir, con la clinica, quello di Amichai...Churchill...beh, lasciamo che venga scoperto da chi leggerà...visto che è il desiderio più duro e forte...considerato lo scombussolamento che produce al nostro Fried ( Yuval)...
Ciao Mario, Pia.
In risposta ad un precedente commento
Mario Inisi
14 Novembre, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Sì però a me sembra di avere letto nelle ultime pagine, proprio in quelle finali dopo che gli viene l'idea del romanzo, una pagina in cui lui dice di voler realizzare il desiderio di Amichai. Non ho il libro sotto ma voglio cercarla, poi ti dico. Alla fine con tutto questo giro di desideri si sarà confuso pure l'autore.
10 risultati - visualizzati 1 - 10

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

I Guardiani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Anime scalze
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Leggenda privata
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore che mi resta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quasi niente
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Da dove la vita è perfetta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La musa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre piani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La paura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore addosso
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Nel guscio
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)

Altri contenuti interessanti su QLibri