Narrativa italiana Gialli, Thriller, Horror Il delitto di via Crispi n. 21
 

Il delitto di via Crispi n. 21 Il delitto di via Crispi n. 21

Il delitto di via Crispi n. 21

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Romanzo vincitore del Garfagnana in giallo - Barga noir 2019 per la sezione miglior romanzo edito. 1938. A pochi giorni dall'attesa visita del Fùhrer, il commissario Alberto Sorrentino viene richiamato con urgenza a Napoli, per indagare sulla morte di tre ragazze vittime di un tagliagole, che ha lasciato sui loro corpi incisioni incomprensibili e sulla scena del crimine un messaggio altrettanto misterioso. Sei anni prima, Sorrentino aveva risolto dei casi simili e il questore Massari spera che possa dare una svolta anche a questa indagine che sta mettendo a dura prova la questura. Le pressioni degli apparati di regime sono forti: una delle vittime era tedesca e lavorava in una rivista legata alla Gioventù hitleriana. Dopo qualche giorno, alla serie di delitti se ne aggiunge un quarto con le stesse modalità, ai danni di un giovane universitario. La situazione peggiora e, mentre la polizia politica cerca di inserirsi nell'indagine e un agente dell'OVRA di nascondere l'identità di una delle vittime, Sorrentino si troverà a fare i conti anche con il proprio passato...

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il delitto di via Crispi n. 21 2020-01-13 08:37:27 Valerio91
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    13 Gennaio, 2020
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un giallo completo

In un mercato editoriale saturato dai nomi ingombranti di giallisti e autori di thriller d’oltreoceano che appaiono libro dopo libro sempre più svogliati e sicuri di poter campare di rendita, è un piacere riscontrare come nuove voci italiane ci permettano di tirare una boccata d'aria fresca. E chissà, magari col tempo ci permetteranno di lasciare sugli scaffali questi presuntuosi che non si sforzano più di compiacere il proprio pubblico, ma solo il proprio conto in banca.
La lettura di questo romanzo di Lidia Del Gaudio, dunque, è stata un toccasana che ci ben fa sperare nelle sue prossime pubblicazioni, che magari ci regaleranno altre indagini del suo interessante commissario: Alberto Sorrentino.
"Il delitto di via Crispi n. 21" è un giallo avvincente, arricchito da una scrittura raffinata e dettagliata, ma che riesce allo stesso tempo a risultare scorrevole e coinvolgente. Spesso si sente dire che la scrittura dei romanzi di questo genere deve essere necessariamente scarna, non troppo carica di dettagli, per fare in modo che il lettore non si annoi e prosegua nella lettura. Ho molto apprezzato la scelta dell’autrice di non scendere a compromessi e mantenere la descrizione minuziosa dei luoghi, degli ambienti, nonché degli stati d’animo del protagonista, e questa scelta eleva il suo scritto una spanna sopra al “giallo medio”.
Il romanzo è oltretutto arricchito dall’ambientazione napoletana, di cui l’autrice è stata brava anche a cogliere i luoghi comuni, i detti popolari, le contraddizioni e le bellezze nascoste.
Quello che tuttavia reputo il punto di forza di questo romanzo è tuttavia la caratterizzazione dei personaggi: variegati, ognuno con una propria voce perfettamente distinguibile e ben calati nel contesto anteguerra (cosa per nulla scontata). Ognuno di loro ha le sue peculiarità, e il lettore non resterà indifferente a nessuno di loro, pur finendo per affezionarsi più ad alcuni rispetto ad altri. Il fiore all'occhiello è proprio il protagonista, il commissario Alberto Sorrentino, al cui background l'autrice ha pestato un'attenzione speciale, regalando ai lettori un personaggio completo e interessante, facendo nascere la speranza di poterne seguire ulteriori indagini, che potrebbero essere magari arricchite da un contesto ancora più intrigante, che è quello dell’Italia immersa nel secondo conflitto mondiale. Secondo me, si aprirebbero degli scenari interessantissimi che darebbero ulteriori motivi di seguire l’autrice e una sua eventuale serie.
Se vi piace il genere, dunque, non fatevi scappare questo giallo di pregevole fattura, e tentate di risolvere questo caso prima del commissario. Io ci ho provato, ma non vi dirò se ci sono riuscito o meno.

“Se devo essere sincero, non ve lo so dire. Insomma, io sono napoletano, commissario, e i napoletani sono persone particolari. Vi danno il cuore quando è il momento, l’entusiasmo, l’adunata, l’oro alla patria e tutto il resto. Poi però ogni tanto si fermano e si fanno due conti della vita spicciola, del dare e avere, dell’esistenza che non è eterna e del ccà nisciuno è fesso, non so se rendo l’idea. E così come si sono entusiasmati, cosi si disentusiasmano presto presto. Non sempre con la rivoluzione o con chi lo sa quali grandi azioni. Lo fanno con l’apatia, come quando uno si disamora del suo più grande amore e, allora, prima sopporta, poi si arma di silenzio e indifferenza e li cova sotto la cenere, fino a quando non succede quel qualcosa che li fa esplodere come l’eruzione di un vulcano. Del resto, qua sotto al Vesuvio ci troviamo, o no?”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Ah l'amore l'amore
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quantum
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'architettrice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Confidenza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda vita di Nick Mason
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri