Il filo del male Il filo del male

Il filo del male

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Il filo del male, romanzo di Francesco Fiorentino e Carlo Mastelloni edito da Marsilio. 1958, Trieste. In un condominio di lusso viene trovato il corpo straziato di una bambina. È la figlia del sindaco e l'inchiesta si intreccia con il conflitto per il potere in città. Nell'umido marzo triestino che resiste alla primavera, è inviato a risolvere il caso il tenente-colonnello Augusto Trani che, rinnegando il padre ebreo e gerarca fascista, era partito da Trieste prima della guerra. Trani non è un investigatore, è un soldato. Dopo avere sperimentato l'orrore della guerra, deve confrontarsi con quello della pace. Il filo del male che sembrava potersi spezzare si srotola ancora dalle stanze del potere. Rivela il legame che unisce le generazioni. Un poliziesco poco convenzionale che combina uno sfondo senza concessioni al pittoresco con un intreccio avvincente e visionario. Il racconto dell'inchiesta riserva sorprese continue. La verità sembra sfuggire anche dopo l'identificazione del colpevole: risolvere il caso della bambina infatti significherà decifrare il mistero della città.

Francesco Fiorentino , napoletano, dopo aver vissuto a Venezia, abita a Bari dove insegna letteratura francese. Tra i suoi saggi pubblicati in Italia e in Francia, si segnalano le monografie su Balzac (Laterza), su Molière (Einaudi), sul teatro del Seicento (Laterza). Dirige presso Marsilio la collana di classici francesi «I fiori blu». Dalla loro creazione organizza i Colloqui Malatestiani di Letteratura Comparata. Carlo Mastelloni appartiene a un'antica famiglia napoletana di magistrati. Procuratore della Repubblica aggiunto a Venezia, è stato per anni giudice istruttore conducendo inchieste rilevanti sul terrorismo interno e internazionale. Primo a indagare sui rapporti internazionali delle Brigate Rosse, ha incriminato i vertici dell'Olp per traffico clandestino di armi. Ha fatto emergere la struttura segreta Gladio, ha svelato i meccanismi delle triangolazioni di armamento, ha indagato sulla polizia parallela e ha fornito contributi probatori all'ultima inchiesta sulla strage di piazza Fontana di Milano. Nel 2008 ha pubblicato un volume sul controllo dei trasferimenti internazionali di armamento edito da Rubbettino.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (2)
Contenuto 
 
5.0  (2)
Piacevolezza 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il filo del male 2010-05-05 15:33:23 ANNA PORCARI
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da ANNA PORCARI    05 Mag, 2010

INDAGINE SU UN ANIMO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO

E se Il filo del male fosse in realtà un'allegoria per poter analizzare attraverso un personaggio di fantasia, ma poi mica tanto (il colonnello Trani é un antieroe dei nostri giorni) le pieghe più recondite e nascoste del proprio animo, mettendo a nudo debolezze, fragilità e paure che celiamo agli altri e contro le quali combattiamo ogni giorno?
Il libro è una sincera e sofferta seduta psicoanalitica, in cui il protagonista per la prima volta si lascia andare a sentimenti ed emozioni che una corazza invisibile gli aveva impedito di manifestare all'esterno, temendo di essere giudicato un debole, mentre la sua forza sta proprio nella ritrovata consapevolezza della sua fragilità e nella sua impotenza di fronte al male. Ed é proprio attraverso questa consapevolezza postuma, che si realizza la catarsi del protagonista.
Anna Porcari

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Si per la trama e l'attualità dell'argomento: il male ed il potere
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il filo del male 2010-04-20 08:44:33 Mike
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Mike    20 Aprile, 2010

Da leggere!

Il Filo del male è il giallo più avvincente che abbia mai letto. È difficile intuire il finale o i colpevoli. Lo sfondo storico del romanzo (le elezioni politiche del maggio 1958, la difficile situazione di Trieste, città di confine) è un aspetto davvero apprezzabile alla luce del quale tutta la vicenda assume un carattere avvincente. La “biografia” del protagonista, il colonnello Trani, (figlio di un gerarca fascista ebreo, aveva combattuto a fianco degli americani divenendo a guerra finita agente dei servizi) rende il personaggio interessante, lontano dagli schemi comuni. Da leggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Delitti senza castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Persone normali
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Nel silenzio delle nostre parole
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
L'estate dell'innocenza
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri