La congiura dei fisici La congiura dei fisici

La congiura dei fisici

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Anni fa comparve sulla stampa internazionale la strana vicenda delle morti di fisici di vari paesi europei in incidenti inspiegabili. Da più parti emerse la congettura che queste morti non fossero accidentali, ma avessero tutte un rapporto con l’ambizione di uno Stato del Vicino Oriente di dotarsi dell’arma nucleare. Da quella vicenda, rimasta oscura, trae origine l’invenzione narrativa del romanzo La congiura dei fisici, dove personaggi azioni e luoghi sono immaginari. L’andamento del romanzo (ambientato in Francia) è quello di un giallo, però sporcato di nero; l’inchiesta è condotta da una giovane detective. La storia, della quale si dà per mancante la documentazione conclusiva, termina con due finali possibili e opposti.



Recensione della Redazione QLibri

 
La congiura dei fisici 2014-04-30 14:09:03 Martiii08
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Martiii08 Opinione inserita da Martiii08    30 Aprile, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

FEDERIKA E LA SESSUALITA'

Leggere questo libro è stato per me come leggere un libro di matematica: inutile e noioso. Ho impiegato secoli ad entrare nell’atmosfera creata dall’autore, un’atmosfera assurda e banale resa confusionaria dallo stile adottato nella stesura del romanzo. La protagonista è Federika Grundis, un’ investigatrice (nel retro della copertina definita come “molto avventurosa eroticamente”) che uscita da un caso irrisolto in cui sembra essere rimasta invischiata una minorenne, viene chiamata dalla proprietaria di una gigantesca villa, Amelia Piccolì, allo scopo di rintracciare la figlia maggiore Dorothea. Da questo impiego ha inizio l’intreccio di vicende che vede coinvolte la figlia minore Cynthia, il maggiordomo Lothar e altri uomini come Henri Karl, Sandor Martin e l’ispettore Grasset, che tenta in tutti i modi di mettere nei guai la detective nonostante in certi momenti ne appaia quasi ossessionato. Tutto ambientato in una Parigi turbolenta e a tratti tetra. Quando ho scelto di leggere questo libro credevo di poter leggere un giallo, seppur noir, che potesse coinvolgermi e farmi arrivare ad una soluzione alla “Agatha Christie”. Niente di tutto questo: alla fine il romanzo si incentra tutto sul sesso, sulla figura di Federika e sulle sue passioni. Sin dal momento in cui incontra la piccola Cynthia, tra le due si scatena questo bisogno quasi irrefrenabile di vedersi, toccarsi, baciarsi. Il che non sarebbe male se a questo si aggiungessero altri ventimila personaggi che divengono mano a mano oggetto di desiderio della ragazza. Tutto è molto sadico, molto masochista: nel momento in cui la protagonista si trova a fronteggiare situazioni di pericolo, la sua unica preoccupazione sembra essere quella di restare attraente. E poi queste gambe, questo sfoggio di mutandine e perizomi, questa spinta all’autodistruzione, mi sono risultati terribilmente ripetitivi. Lo stile dell’autore non mi è piaciuto per niente, ho fatto una fatica immensa per arrivare all’ultima pagina. Non sono solita attribuire voti eccessivamente negativi a scritti che magari possono avere un lato positivo nella loro negatività, ma qui di lati positivi non ne ho trovati. La scelta di sottoporre l’autore a due finali opposti mi era sembrata interessante e mi aveva incuriosito, ma quando sono arrivata a leggere le ultime pagine ero così stufa di questa Federika da non trovare accettabile nessuna delle due conclusioni. Un libro che non consiglio assolutamente.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri