Rosso italiano Rosso italiano

Rosso italiano

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Sullo sfondo della torrida estate milanese la Dea pagana, un'assassina dall'identità sconosciuta, miete vittime tra le forze dell'ordine e della magistratura con macabra ferocia. Sono sulle sue tracce Annibale e Valsesi, due poliziotti agli antipodi, sia politicamente che operativamente...Nel frattempo, da Tokio sbarcano tre misteriosi giapponesi, tutti con il mignolo tagliato, segno inequivocabile della loro appartenenza alla Yakuza. Che cosa ci fanno in Italia? E chi è Aska, la ragazza cui danno la caccia? Rainer descrive un'Italia feroce e violenta. Dove l'unica legge è quella del più forte. Dove la redenzione non è che una flebile luce in una distesa di oscurità.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Rosso italiano 2008-08-11 23:30:26 Novilunio
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Novilunio Opinione inserita da Novilunio    12 Agosto, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

NOIR ITALIANO... E DI QUALITA'!

E dicono che noi italiani non sappiamo scrivere come gli anglosassoni? E' vero... lo sappiamo fare moooolto meglio! Rainer è un autore nuovo e valente, uno da tenere d'occhio, credetemi! Il romanzo è allucinante, in senso positivo per chi ama il genere noir violento. La storia è un sussegguirsi di colpi di scena che si accavallano senza tregua ed il primo, cruento e forte, fa capolino alla seconda o terza pagina. La crudezza delle scene a tratti blocca il respiro, forse induce il lettore a fermarsi, poi si va avanti come un treno! Senza entrare nei dettagli che sono da leggere, la trovata di fondo è, a mio avviso, geniale. Il serial killer è qualcosa di totalmente inaspettato e quasi piacevole alla fine dei conti. Un appunto particolare va proprio al finale, abile ed agile, un momento di pausa emotiva che per certi versi assume persino il sapore della dolcezza. Ma è solo un momento, perchè Rainer mozza il fiato all'ultima riga... e non sto scherzando.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... i noir e li ama. Necessita un buon stomaco e poca impressionabilità. Superati questi scogli... da leggere in un fiato!!!
Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri