Narrativa italiana Romanzi storici Generazioni 1881 – 1907
 

Generazioni 1881 – 1907 Generazioni 1881 – 1907

Generazioni 1881 – 1907

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

La presentazione e le recensioni di "Generazioni 1881 – 1907", opera di Gabriele Rubini pubblicata da Phasar edizioni. Antoine avrebbe voluto andare da quei quattro e sfidarli, uno alla volta o tutti insieme, come preferivano, così avrebbero imparato... Però il regolamento proibiva i duelli tra ufficiali di grado diverso. Ci voleva un’idea... Si rovistò nelle tasche e trovò quattro biglietti da visita.
Si alzò e raggiunse il quartetto: “Signori permettete che mi presenti. Sono il capitano Antoine Lanzmann, ebreo. Quello non c’è scritto sul biglietto da visita.”
Lo fissavano muti. Mise in mano a ognuno un biglietto e fece cenno ad altri due ufficiali di avvici-narsi: “Penso di avere a che fare con uomini d’onore, ma è bene procurarci testimoni neutrali, giusto? Desidero soddisfazione da tutti quanti voi.”

Cinque famiglie e una straordinaria avventura che si apre mentre un’epoca si chiude. I pogrom zaristi, la fuga verso il Nuovo Mondo e una nuova vita, l’affaire Dreyfus, il sogno di una patria in Terra d’Israele e i tumulti italiani dei primi del ‘900: le storie si intrecciano con la Storia e i protagonisti ci prendono per mano, conducendoci in tempi e luoghi lontani, eppure così vicini...

Nato a Nuoro 43 anni fa Gabriele Rubini vive e lavora a Bologna. Appassionato studioso di storia del Medio Oriente, ha vissuto per qualche tempo in Israele prima di laurearsi e intraprendere la carriera di export manager. Questo è il suo primo romanzo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Generazioni 1881 – 1907 2012-05-23 13:50:14 Mara Marantonio
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Mara Marantonio    23 Mag, 2012

Il filo rosso che lega il Popolo Ebraico

Significativo debutto di un giovane scrittore. Con “Generazioni 1881-1907”, Gabriele Rubini, (nuorese di nascita, bolognese di adozione) si pone all’attenzione del pubblico grazie ad un’opera che mescola con sapienza storia e fiction, politica e cultura. Si tratta di un romanzo che abbraccia un arco di tempo tanto breve quanto denso di eventi. Ecco le due date estreme. Il 1881 -uccisione a S. Pietroburgo, il 13 marzo, dello Zar Alessandro II ad opera del movimento rivoluzionario terrorista “Narodnaja Volja”, cui seguirono tremendi pogroms antisemiti; costituzione (da parte di giovani ebrei che vivevano nei territori dell’Impero russo) di gruppi sionisti che dettero vita alla Prima “Aliyah”, cioè il ritorno (letteralmente: la Salita) alla Terra dei Padri, Israele; ma i prodromi del racconto ci donano pure uno sguardo breve, quanto significativo, all’epoca della Polonia di Re Casimiro il Grande (secolo XIV), protettore degli Ebrei- e il 1907 -il periodo immediatamente successivo alla guerra russo-giapponese del 1905 e alla prima rivoluzione russa, con la scintillante Belle Epoque ormai al tramonto, destinata ad infrangersi nelle trincee della Prima Guerra Mondiale-Il fulcro dell’opera è costituito dalle vicende di cinque famiglie ebraiche -russi, italiani, francesi, ma non solo- che si sviluppano in un vasto intreccio, con svolte talora imprevedibili, dove tuttavia l’Autore riesce a far sì che chi legge non si perda, per così dire, tra le righe; anzi sia incoraggiato a proseguire, per immaginare, conoscere, scoprire ciò che accadrà nelle pagine successive. Sullo sfondo delle drammatiche vicende di quegli anni, della Grande Storia, nasce, cresce e si sviluppa la Piccola Storia dei protagonisti, dando così vita ad una narrazione corale scritta con profonda partecipazione, in uno stile incisivo, privo di retorica, talora ironico, scevro da certe minuziose descrizioni che spesso rischiano di distogliere l’attenzione del lettore. Oggi non possiamo esprimerci come cinquanta o cento anni or sono, pena l’artificiosità; un romanzo d’impianto tradizionale qual’ è Generazioni si avvale, come notevole punto di forza, di un linguaggio che va diritto al cuore perché è spontaneo, immediato, in grado di farti passare, nel volgere di pochi istanti, dal pianto al riso. E, mi si passi la libertà -che non è una critica, al contrario- certi intercalari usati, che sono propri del linguaggio odierno (come, ad es., l’espressione “assolutamente sì”), non stonano affatto, bensì danno freschezza e vigore alla narrazione. Dunque una modalità espressiva agile ed immediata -scandita secondo brevi capitoli, intitolati-, che bene si coniuga con un impianto solido, in grado di giocare su diversi piani spazio/temporali. Si va dalla Russia, vasta e fangosa, alla Francia dell’Affaire Dreyfus e degl’Impressionisti, all’Italia, in particolare a Bologna dove incontriamo il grande poeta Giosue Carducci, agli Stati Uniti, con squarci di vita degni di un film di Martin Scorsese, alla Terra dei Padri, quell’Israele profondamente amato e vagheggiato, per il quale l’opzione sionista resta sì prevalente, ma non unica e non realizzata in modo definitivo dai personaggi che incontriamo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Amos Oz "Una storia di amore e di tenebra"; Isaac Singer "La famiglia Moskat"Monica Dogliani e Andrea Ronchetti "Oltre la cenere"
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il mistero della donna tatuata
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.2 (3)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri