Narrativa italiana Romanzi Il veleno del cuore
 

Il veleno del cuore Il veleno del cuore

Il veleno del cuore

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Siamo nel 1788 nella Francia pre-rivoluzionaria. I protagonisti sono Eufrasia, figlia del conte Xavier des Fleuves facente parte dei sostenitori del cambiamento, e Venanzio, un assassino. A seguito del mancato matrimonio della ragazza, i due s’incontrano e tra loro viene a crearsi un saldo legame dai risvolti inquietanti. La richiesta di Eufrasia di inscenare il proprio omicidio per evitare il convento e l’esecuzione del servizio da parte del bandito, porta entrambi a cambiare identità. A questo punto la storia si articola tra Nanterre, piccolo borgo vicino a Versailles, e la Bretagna, terra d’origine dei protagonisti. Eufrasia diviene la Vedova, donna sempre celata in un lutto stretto, abile giocatrice d’azzardo e contrabbandiera che arma la rivoluzione incombente. Venanzio si spaccia per il duca Stolfo Rues di un casato inesistente. Una serie di coincidenze li fanno incontrare nuovamente...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il veleno del cuore 2009-11-24 04:00:00 Mario Magro
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da Mario Magro    24 Novembre, 2009

Il veleno nel cuore

Barbara Risoli in questo romanzo conferma la sua abilità nel narrare storie sentimentali, nonché la capacità di ambientarle abilmente in ogni contesto storico, reale o immaginario che sia.

Il conflittuale rapporto della protagonista con gli uomini della sua vita, il padre e l’amante, dà vita a una trama interessante, coerente e ricca di colpi di scena. Nulla, fino all’ultima pagina, appare scontato, e il lettore viene tenuto sapientemente in sospeso fra un epilogo che potrebbe essere lieto oppure tragico.

I personaggi, anche quelli secondari, vengono delineati in modo efficace, senza cadere in banali stereotipi.

In alcuni punti la descrizione delle riflessioni e dei sentimenti provati dai vari personaggi appare un tantino intricata. Tuttavia, nel complesso, la proprietà del linguaggio risulta più che soddisfacente.

A conti fatti, non posso fare a meno di considerarlo un libro valido, consigliabile anche a chi non sia particolarmente attratto dalla lettura di romanzi sentimentali.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il veleno del cuore 2008-10-14 21:26:00 Novilunio
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Novilunio Opinione inserita da Novilunio    14 Ottobre, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il veleno del cuore

Eccolo qui il mio romanzo 'rosa rosone' dove ho lasciato che i sentimenti scorressero come fiumi in piena senza ritegno e senza freno in un susseguirsi di intrighi e colpi di scena che avvincono e poi inchiodano ed infine lasciamo sfiniti ed attoniti. ... ... ... Ho esagerato con l'autofanatizzazione di me? Lo so e voleva essere ironica, si intende. Tuttavia, una piccola lancia la spezzo in mio favore, via! Secondo me (opinione sopra le parti, eh?) questo romanzo esce un po' dai canoni considerando che i protagonisti sono inconsueti e chi gli sta intorno anche peggio. Effettivamente ci troviamo davanti ad un gruppo di personaggi combattuti e distanti dalla dolcezza assoluta richiesta dal genere. Ovviamente l'intrecciarsi della trama non semplicissima svela lati oscuri ma anche chiari ed il trionfo dei buoni sentimenti è d'obbligo, anche se... anche il finale non è classico nel vero senso della parola. Non posso sbilanciarmi più di tanto nonostante il desiderio di spiattellare tutto lì è fortissimo.
Consigliato... sarei ipocrita a non dirlo e siccome ipocrita non so essere LO CONSIGLIO A TUTTI, vuoi perchè si cerca il sentimento, vuoi perchè si cercano gli errori, vuoi per farsi due risate. Vedete voi... ogni opinione mi sarà graditissima per valutare me stessa in un genere che ho voluto sperimentare. Ho dato un voto medio per ovvie ragioni e solo perchè obbligatorio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... a chi ama i romanzi rosa e cerca qualcosa di diverso.
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Lingua madre
Per sempre, altrove
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro
Le mogli hanno sempre ragione
Ellissi
Nonostante tutte
La meccanica del divano
Conservatorio di Santa Teresa
Beati gli inquieti