Narrativa italiana Romanzi Tia non parla a nessuno
 

Tia non parla a nessuno Tia non parla a nessuno

Tia non parla a nessuno

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di "Tia non parla a nessuno", opera di Salvatore Rosetti pubblicata da Ugo Mursia Editore. «Tia passa le sue giornate in bilico sul tetto, assorta a osservare il cielo e il mare, perché lì è tutto blu.» Nascere, crescere e diventare grandi a Palermo, tra vicoli dove la violenza si respira insieme agli odori acri del mercato, tra i miti dei boss e l'ossessione delle femmine. È un destino criminale già scritto quello di Tonino, capo di una banda di ragazzini del quartiere Brancaccio, dove si vive rispettando solo la legge del sangue e dell'onore. Il suo è un mondo senza innocenza fino al giorno in cui incontra Tia, che non parla a nessuno. Il silenzio in cui vive la ragazzina è un richiamo irresistibile per il ragazzo: deve proteggerla anche se non sa spiegarsi perché. Vuole diventare un uomo Tonino: un furto, uno scippo, lo scontro con un boss, il sesso con le prostitute, le armi, il denaro, un incontro dopo l'altro, la vita di Tonino corre verso la tragedia perché tutto, in fondo, è già scritto. Una storia potente, drammatica e cruda dove la morale sta dentro la canna di una pistola.

Salvatore Rosetti, nato in Sicilia nel 1981, vive a Serradifalco, suo paese d'origine, dove attualmente collabora a una web agency. Tia non parla a nessuno è il suo primo romanzo.

Recensione della Redazione QLibri

 
Tia non parla a nessuno 2012-04-27 15:05:54 antonelladimartino
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
antonelladimartino Opinione inserita da antonelladimartino    27 Aprile, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Mai voltarsi indietro.

Che cos’è il Male? Scelta o necessità? Ambiente o arbitrio? Di certo il termine merita la maiuscola, anche oltre l’ambito filosofico.

Gran parte dei personaggi che danno vita a questo romanzo Lo conoscono bene. Molti di loro sembrano schiacciati dalle condizioni in cui sono “gettati a vivere”. Non sono privi di arbitrio, anzi cercano di combattere. Ma il minimo errore, in un ambiente così difficile, può costare più della vita. Tia non ha speranza, non ha i mezzi per lottare. Tonino ha delle possibilità, ma le cose andranno male anche per lui.

Tia è una bambina che vive nel buio, nel silenzio. La violenza le ha portato via la speranza, quindi le parole. Il protagonista del libro invece è Tonino, un ragazzino che vive in un ambiente degradato, ma non del tutto negativo. Non ha un padre, ma ha una madre, che lo ama davvero. Ci sono gli amici, che sono amici davvero.

Tonino è in grado di provare sentimenti, affetti, ma soprattutto desideri, anzi il desiderio. Il sesso è la sua ossessione, la sua mancanza principale. Non è un figlio di papà, quindi per ottenere ciò che vuole deve lavorare. Non cerca un lavoro onesto, quindi non ha difficoltà a trovarlo. Prima ancora di ricevere la sua prima lettera d’amore vive la sua prima esperienza con una prostituta. Ma i piccioli non bastano, deve dimostrare di "avere le palle". La strada della violenza gli si spalanca davanti, e lo porterà a incrociare l’esistenza buia di Tia.

La trama è ben costruita. La storia, radicata nella realtà sociale del nostro paese, è amara, coinvolgente e narrata con un ritmo brillante, che riesce a strappare più di un sorriso. I personaggi, soprattutto quelli principali, trascinano l’identificazione del lettore. Si può rimproverare la mancanza di originalità di alcune figure secondarie, come la puttana buona, la vecchia maestra bigotta e saccente, il figlio di papà dalla parlata ridicola... Ma anche questi personaggi risultano ben inseriti.

Un bel romanzo, per chi non ha paura di affrontare tinte ed emozioni forti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri