Narrativa italiana Romanzi Una labile traccia indelebile
 

Una labile traccia indelebile Una labile traccia indelebile

Una labile traccia indelebile

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Tutto comincia nella seconda metà del quattordicesimo secolo, quando Aurora si innamora di Amedeo VII (il Conte Rosso, erede di casa Savoia). La loro storia è però osteggiata dal padre di Amedeo (il Conte Verde). Aurora rimane incinta e deve fuggire: una piccolissima mutazione genetica caratterizza la vita di sua figlia Francesca, vera erede di casa Savoia, in quanto primogenita di Amedeo. Il perno della vicenda è la scoperta di un segreto che un pittore della fine del quindicesimo secolo (Giovanni Canavesio) ha nascosto nei suoi dipinti. Oggi poi, grazie proprio a quella “mutazione genetica” (la labile traccia indelebile!), è forse possibile rintracciare l’unico vero erede di casa Savoia destinato, presto o tardi, a riprendere il potere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Una labile traccia indelebile 2008-09-04 12:18:20 Novilunio
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Novilunio Opinione inserita da Novilunio    04 Settembre, 2008
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN GIALLO TEMPORALE

Un libro... un libro... UN LIBRO. Questo romanzo attira e inchioda dalle prime pagine, inganna con delle brevi elucubrazioni storiche che si lasciano leggere e poi... acchiappa, cattura, azzanna, toglie il fiato, ruba il tempo. Il tempo... svelo solo questo, si parla del tempo e lo si fa con una sorta di fatalismo che oscilla e culla in un susseguirsi di colpi di scena che incuriosiscono ed avvincono. I riferimenti storici (precisati dall'autore) si intrecciano in un abbraccio appassionato con la fantasia che Federici dimostra di avere, una fantasia supportata da evidenti conoscenze, da palesi interessi che riescono a fondere tutto in un risultto finale da best seller. Dite quello che vi pare, ma l'idea di partenza è già di per sè sublime, ciò che rende questo romanzo oserei dire quasi perfetto è la capacità dello scrittore di essere, come dire... colloquiale nel racconto che non è semplice, per lo meno all'inizio. Un'altra caratteristica degna di nota è l'ironia, sottile, continua, non spavalda, piuttosto ovvia, qualcosa che sembra precedere il pensiero del lettore che ad un certo punto sembra poter discorrere piacevolmente con la voce narrante. Ciò che ammiro più di tutto però... è l'azzardo. Federici azzarda e lo fa parecchio, lo fa pesante, lo fa con una naturalezza che in certi momenti ci si ritrova ad andare a rileggere il resoconto su cosa è vero e cosa no. Bello, decisamente bello e consigliato a chi ama le cose insolite, a chi si lascia facilmente prendere da idee che vanno oltre, lontano, non qui. Consigliato e riconsigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... niente di paragonabile.
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Domani e per sempre
Nova
Sonetaula
L'alba sepolta
Caffè corretto
L'appartamento del silenzio
Mordi e fuggi. Il romanzo delle BR
Lingua madre
Per sempre, altrove
Il Duca
Cara pace
L'assemblea degli animali
Le madri non dormono mai
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Divorzio di velluto
Cinquecento catenelle d'oro