Narrativa straniera Romanzi La lenta fine di Luciana B.
 

La lenta fine di Luciana B. La lenta fine di Luciana B.

La lenta fine di Luciana B.

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di La lenta fine di Luciana B, romanzo di Guillermo Martínez edito da Mondadori. Sono passati dieci anni da quando lo scrittore e io narrante ha visto per l'ultima volta Luciana B., allora seducente studentessa universitaria poco più che ventenne. L'aveva assunta per un mese come dattilografa perché, essendosi fratturato un polso, lo aiutasse nella stesura di uno dei suoi primi romanzi, e aveva finito con l'innamorarsene. La loro intesa però si era interrotta sul nascere, e Luciana era tornata al normale lavoro di segretaria personale di un giallista di successo di nome Kloster, con cui si manteneva agli studi. Ora Luciana torna prepotentemente nella vita dell'io narrante per chiedergli a sua volta aiuto, sapendo che lui è l'unico che può crederle. Non resta più niente della bella e allegra ragazza di un tempo. Oggi lei è una donna disperata e precocemente sfiorita. Ha visto morire i suoi cari uno dopo l'altro in circostanze apparentemente accidentali: il fidanzato, i genitori, il fratello. Ma è convinta che dietro la regolarità metodica dei decessi si nasconda un piano omicida, che proprio Kloster avrebbe messo in atto per vendicarsi del rifiuto che lei ha opposto alle sue morbose pretese sessuali. Il timore di Luciana è di essere la prossima della lista, insieme alla sorella minore. Perciò vive nel terrore, scrutando ogni ombra e ogni persona che attraversi il suo cammino. È solo ossessione la sua, oppure Kloster ha davvero ideato la più diabolica delle vendette? L'amico scrittore è deciso ad aiutare Luciana e svelare il mistero, qualunque esso sia. I taccuini di Henry James e una vecchia edizione della Bibbia saranno le chiavi di accesso a un viaggio senza ritorno nelle oscure regioni del male... Con La lenta fine di Luciana B., Guillermo Martínez ci trascina in un avvolgente thriller psicologico di matematica perfezione. Dietro l'impianto giallo affiora tuttavia un romanzo raffinato e sottile sulle ossessioni umane, sugli eventi che cambiano il corso di una vita e sul confine a volte impercettibile fra scrittura e realtà.

Guillermo Martínez, argentino, è nato a Bahía Blanca nel 1962. Laureato in matematica, vive a Buenos Aires. Ha conseguito numerosi premi letterari per racconti brevi. Ha pubblicato Borges y matemática e La serie di Oxford (2004).

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La lenta fine di Luciana B. 2011-07-09 12:31:37 katia 73
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
katia 73 Opinione inserita da katia 73    09 Luglio, 2011
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La lenta fine di Luciana b.

L’ho preso in biblioteca (meno male) incuriosita dalla trama che sembrava accattivante, peccato che lo fosse solo quella…..
Luciana è una giovane ragazza che decide di contattare uno scrittore per cui aveva lavorato alcuni anni prima per un breve periodo per chiedergli aiuto, gran parte della sua famiglia è morta, pare accidentalmente ma lei crede che dietro a queste morti ci sia la mano di un noto scrittore per cui lei lavorava anni prima come dattilografa e che nutre del risentimento per lei.
Praticamente per metà del libro è luciana che espone i fatti a quest’uomo (voce narrante del libro) e l’altra metà è lui che contatta il presunto colpevole e ascolta gli stessi fatti ma dal suo punto di vista. Insomma le stesse cose che si ripetono praticamente per tutto il libro per poi giungere ad un epilogo di poche pagine.
L’ho trovato noioso, nemmeno un colpo di scesa, calma piatta insomma, credo che si possa sopravvivere anche senza averlo letto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri