Poesia Poesia italiana Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione
 

Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione

Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione

Letteratura italiana

Autore

Editore



La presentazione e le recensioni di "Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione", opera pubblicata da Festina Lente Edizioni. Telegrafico, ironico, a volte allusivo, altre marcatamente esplicito, l’epigramma è, all’interno del genere poetico, una felice espressione della poesia che, quando vuole, abbandonate smancerie e vaghi sospiri amorosi, sa allietare e suscitare sorrisi. In un mondo poetico popolato da politici ipocriti, intellettuali ignoranti o svaniti, medici saccenti o incapaci, giudici pressapochisti o sensibili al potere, azzeccagarbugli senza scrupoli, vecchi avari o innamorati di giovani donne, donne giovani con poco cervello e anziane signore che ancora non hanno fatto i conti con l’età, artisti squattrinati, debitori incalliti e molto altro ancora, l’epigramma si configura come un’ironica poesia della quotidianità, delle bagattelle, lo specchio fedele della banalità e della comicità involontaria del vivere, una riflessione poetica acuta e sintetica capace di far pensare molto più di quanto non dica. Raccolte per argomento, le rime presentate nel volume sono anche un piccolo repertorio di citazioni salaci da utilizzarsi cum grano salis secondo le occasioni.

Recensione della Redazione QLibri

 
Epigrammi. Rime piacevoli per ogni occasione 2013-04-23 13:42:45 Sara moncalieri
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Sara moncalieri Opinione inserita da Sara moncalieri    23 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Antica eppure attuale ironia in rima

Interessante e tuttora attuale, nella quasi totalità dei contenuti, questa selezione di epigrammi, tratti da una serie di raccolte a tema pubblicate tra il 1622 ed il 1890.
Si parte da quasi quattro secoli fa e, semplificando forse in maniera eccessiva, si potrebbero paragonare a una specie bis-bis-bis-bisnonno di “Anche le formiche nel loro piccolo s´incazzano”, per quanto gli epigrammi siano superiori per genere e scritti sotto forma di graffiante poesia in quanto è la loro stessa struttura ad imporne, rigorosamente, la versione in rima.
Vista la loro datazione, risultano scritti in un italiano che offre un gradevole e demodé sapore dei tempi andati.

Errore!: Si ha sì l´impressione di leggere dei tempi che furono, non fosse per il fatto che si cambia idea molto presto, tra un sorriso e una riflessione, in quanto ci si rende conto di quanto attuali siano i temi trattati e le canzonature ivi riportate: il malcostume e gli umani difetti di cui leggiamo sono gli stessi di oggi.
Come dire che il tempo passa ma l´essere umano resta sempre lo stesso: avaro, bugiardo, approfittatore, vanitoso, curioso, e chi più ne ha più ne metta.

Il libro è ben presentato.
Si inizia con un´utile introduzione sull´epigramma, sul come sia nato (figlio degli epitaffi!), sulle sue caratteristiche salienti (rima, brevità, chiarezza, ironia, genericità e leggerezza dei temi trattati), scoprendo anche che ci si sono dilettati pure antichi e sommi poeti greci e latini.
Seguono poi gli epigrammi veri e propri suddivisi per argomento ed in ordine alfabetico, con tanto di firma al termine di ognuno.
Come anticipato, alcuni trattano dei difetti personali, altri prendono di mira intere categorie (la politica, le professioni, il sesso – essendo scritti da uomini, talvolta le donne sono oggetto di presa in giro in quanto categoria a se stante, ma neppure gli uomini ne escono poi tanto bene…). In ogni facciata è presente un disegno a china, come memento anche grafico dei tempi in cui sono stati scritti.
Seguono infine la bibliografia e l´indice per argomento.

Per rendere l´idea dell´atmosfera del libro, ne riporto uno sul tema dell´ingratitudine:
“Non basta far del bene,
Bisogna aver il don di farlo bene.
Per difetto però di questo dono,
Quanti sembrano ingrati, e non lo sono!”

NB: Ho dato "3" alla piacevolezza perché, proprio per la forma antiquata di scrittura proposta, è stato necessario, per me, porre particolare attenzione in fase di lettura - sebbene abbia apprezzato gli epigrammi anche per questo motivo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
consigliato a chi abbia voglia di cimentarsi in qualcosa di particolare.
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri