Poesia Poesia italiana Là dove regna sempre la tristezza
 

Là dove regna sempre la tristezza Là dove regna sempre la tristezza

Là dove regna sempre la tristezza

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


In questa silloge, Vincenzo Penna schiude il proprio complesso mondo interiore attraverso un linguaggio che attinge a tutte le risorse del suo bagaglio emotivo; un linguaggio fortemente espressivo che trascina il lettore verso frammenti di esistenza vissuta e meditazioni che investono una realtà più ampia, quella della comunità umana in cui l’autore vive e di cui vive dolorosamente, come proprie, le umane tragedie.

Recensione della Redazione QLibri

 
Là dove regna sempre la tristezza 2013-03-26 20:38:47 peucezia
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
peucezia Opinione inserita da peucezia    26 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una tristezza piena di speranza

Vincenzo Penna ha appena diciannove anni ma dai suoi scritti si evince una maturità ben superiore a quella dei suoi pochi anni. La freschezza della sua età si palesa con lo stile adottato, rime perlopiù baciate e composizioni per la maggior parte ordinate in quartine. Sicuramente il giovane poeta avrà tempo per sperimentare, per ora il suo interesse è chiarire al mondo il suo pensiero, la sua apertura verso il prossimo che compensa la sua scarsa esperienza di vita.Nato a San Nicandro Garganico, un paesello sconosciuto ai più, Penna ha voglia di capire, ha voglia di condividere. Non si ferma alle esperienze di un adolescente, ma commenta i fatti del mondo che lo circonda così la sua tristezza che fa di lui un novello Leopardi e al pari del grande recanatese si ritrova a scrutare oltre l'orizzonte in una moderna versione dell'Infinito lo spinge a piangere il bimbo tra le macerie del terremoto occorso in Abruzzo o la giovane Melissa così brutalmente strappata alla vita nel maggio 2012.
Elogia il carabiniere, rapito dal ruolo che questi svolge, apprezza l'altruismo, rifugge le compagnie leggere per rifugiarsi nella riflessione, si rivolge a un amico virtuale che sia in grado di capirlo e di comprendere come la malinconia sia simbolo della sofferenza umana. Argomenti , tematiche di sicuro più grandi degli anni del giovane poeta che saprà con una maggiore maturità aggiungere alle sue cogitazioni anche una padronanza più ferma della poetica guadagnando in stile.
Libriccino adatto a tutti, consigliato a chi ama l'introspezione.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
raccolte di poesie contemporanee
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri