Poesia Poesia italiana Voci dall'interstizio
 

Voci dall'interstizio Voci dall'interstizio

Voci dall'interstizio

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice


Voci dall’interstizio è una raccolta poetica che lascia affiorare, pagina dopo pagina, verso dopo verso, le diverse voci, le riflessioni più profonde di Dario Caldarella. Il poeta, alternando sentimenti d’amore e di rabbia verso molteplici aspetti della realtà, manifesta la propria incertezza, i propri dubbi e le disillusioni che deve fronteggiare nel momento stesso in cui si ferma a pensare. Momenti di riflessione, scanditi anche attraverso il linguaggio della musica e della natura, che attingono volentieri alla mitologia classica, mostrando la capacità dell’Autore di saper coniugare l’antico e il contemporaneo, universi in cui l’uomo, sempre uguale a se stesso, continua a muoversi nella sua a volte dolorosa quotidianità.

Recensione della Redazione QLibri

 
Voci dall'interstizio 2014-09-23 19:00:02 GLICINE
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    23 Settembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

PAROLE, PAROLE, PAROLE.....

Dario Caldarella è un giovane ( 23 anni) studente di Lettere e Filosofia, dell’Università di Palermo. Questa raccolta è la sua prima pubblicazione… si definisce ( Twitter) scribacchino da mansarda, allegoria di un pensatore incastrato tra le righe, aspirante ludolinguista. E da bravo ludolinguista, gioca un gioco tutto personale, che non sempre riesce a trasmettere emozioni al lettore.
La mia prima reazione dopo aver letto “Voci dall’interstizio” è stata piuttosto fredda. Ho avuto bisogna di una rilettura attenta per cogliere particolari che “hanno spremuto” qualche goccia di emozione dal mio cuore. E qui mi domando: La poesia, nella sua intensa brevità, non deve essere veicolo immediato di emozione? Non penso, che una raccolta di poesie, debba far scervellare, nel vero senso della parola, chi legge, alla ricerca di significati nascosti e perle illuminanti relative al messaggio che l’autore vuole trasmettere.
L’autore, ispirato dopo la lettura di “Siddharta” di Hesse e “operette morali” di Leopardi, ha deciso di iniziare a scrivere. In una recente intervista ha dichiarato: “ riuscire a fissare il pensiero su carta è una delle sensazioni più forti che si possa trovare”; e ancora, in merito al contenuto della sua raccolta: “ è un’allegoria (quanto gli piacerà utilizzare questa parola?) del pensare e sentire umano”. Sempre secondo l’autore, leggere equivarrebbe a ritrovare il proprio Io e condividere emozioni e esperienze….
Mi sembra davvero pretenzioso, credere che ciò che si scrive in poesia, basato comunque sul proprio personale vissuto, possa trasformarsi in pensiero assoluto, non solo, che chiunque possa ritrovare il proprio Io leggendo….
Percepisco autocompiacimento, nel leggere i suoi componimenti, una sorta di tracotanza fa capolino tra le righe, quasi a domandare: “ Vedi quanto sono bravo?”, ma l’aspetto emozionale poco traspare.
Anche la descrizione dell’atto sessuale, in “odore di carne soffusa” sembra il risultato di un incontro occasionale, privo di “cuore”, solo il consumare veloce dell’attimo, a me come lettrice non ha lasciato nulla…
Più di mio gusto ho trovato le poesie:
“riflessi”
..e il mio vederti mi sommerge,
e il tuo vedermi mi protegge.
“Morfeo”
…Dormi su un letto di libertà,
io mi prenderò cura di te.”
Altri componimenti sono più denunce sociali che poesie:
“Populismo”
…Indigesta lista della spesa pubblica,
dimentica della dignità ad alta digeribilità.
“ Festa del paese”
Cortocircuiti addestrati dal vuoto,
saltimbanchi di periferia accolti
Da comunità di recupero credito….
Davvero ho difficoltà a empatizzare, o a indignarmi, o a fare la qualsivoglia cosa, leggendo questi versi; come assolutamente incomprensibile (a me),risulta la scelta di unire determinate parole tra loro….
“breve richiamo alla speranza”
Straniato da spirali in eclissi,
surrogato da bisogni empirici,
viaggio tra sintagmi inappetenti
cercando il verde che mi è più affine.
Mastico dettami di plastica,
come fossero biodegradabili abluzioni….
Il giovane è colto, si capisce, posso anche comprendere il desiderio di originalità e novità, la voglia di rivoluzionare determinati contesti, il desiderio di emergere, ma la poesia, per come la intendo io è molto altro e molto di più.
Mi dispiace, probabilmente non sono il genere di lettore che possa comprendere questo autore. Consiglio comunque la lettura per avere la possibilità di confrontarmi con altri "colleghi".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
I tredici passi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il sussurro del mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Delitti senza castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Persone normali
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri