Saggistica Politica e attualità Non mi uccise la morte
 

Non mi uccise la morte Non mi uccise la morte

Non mi uccise la morte

Editore

Casa editrice

La notte del 15 ottobre del 2009, il giovane geometra Stefano Cucchi viene fermato da una pattuglia dei Carabinieri nei pressi del Parco degli Acquedotti di Roma e trovato in possesso di una piccola quantità di hashish. I militari, dopo aver perquisito l’abitazione di Cucchi, arrestano il ragazzo e lo portano in caserma. Al momento dell’arresto – contrariamente a quanto si è sostenuto – Stefano gode di ottima salute e frequenta quotidianamente un corso di prepugilistica. Il giorno dopo il suo arresto, processato per direttissima nel tribunale di piazzale Clodio, ha il volto segnato ma sta ancora bene. Quello è l’ultimo momento in cui i genitori di Stefano Cucchi hanno la possibilità di vedere loro figlio. Perché, una volta condotto nelle celle di sicurezza del tribunale e, da lì, nella sezione penale dell’ospedale Sandro Pertini, Stefano Cucchi emergerà dall’incubo in cui è precipitato soltanto grazie a una serie di immagini raccapriccianti: gli occhi incavati e la mascella rotta come uniche testimonianze di un trattamento crudele e disumano. “Decretato” morto la mattina del 22 ottobre, Stefano Cucchi da quel momento in poi diventa il simbolo dei diritti negati e dei tanti – troppi – omicidi commessi nelle carceri, sotto la tutela dello Stato. Non mi uccise la morte è un libro a fumetti che racconta con partecipata sofferenza gli ultimi giorni di vita del ragazzo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Non mi uccise la morte 2010-10-04 07:44:58 Stefp
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Stefp Opinione inserita da Stefp    04 Ottobre, 2010
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non mi uccise la morte

La storia dell'arresto per possesso di una modica quantità di droga di Stefano Cucchi, i pestaggi gratuiti e continui da parte dei suoi custodi in carcere, le mancate cure mediche e la sua morte avvenuta in una settimana con addosso ancora i panni del suo arresto, senza aver potuto mai ricevere neanche una visita da parte dei suoi genitori.
La prima parte del libro è una breve cronaca dei fatti, segue la vicenda narrata a fumetti e infine un saggio sulle vittime delle forze dell'ordine in Italia. A metà del libro le fotografie di Stefano Cucchi, sorridente con i genitori, con la sorella e poi il suo corpo, irriconoscibile, pelle ed ossa, tumefatto, martoriato, pieno di fratture. Fotografie che si differenziano da quelle delle vittime di Auschwitz solo perché sono a colori.
Un'ondata di tristezza mista a rabbia e ad impotenza è quello che attende il lettore che scorrerà le pagine di questo libro. Una cronaca a fumetti di un incubo che credevamo possibile solo nelle carceri di paesi sotto dittatura o in guerra, dove i diritti civili, della persona, vengono calpestati senza riguardo. Inquietante la domanda che si pone Armati nel saggio: i tanti episodi riportati sono solo e sempre causati da “mele marce” (che la fanno sempre franca) o “un corpo di Polizia da addomesticare in attesa di una chiamata generale alle repressione diffusa”?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Quel tipo di ragazza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle luci
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Non aprite quella morta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Complici e colpevoli
Cacciatore di mafiosi
L'ultima notte di Raul Gardini
Donbass. La guerra fantasma nel cuore d'Europa
Una terra promessa
Jenin. Un campo palestinese
La società signorile di massa
Dio odia le donne
Stai zitta
I cantieri della storia
Oriente e Occidente
Lo scontro degli Stati civiltà
Manuale del boia
Red mirror
Invisibili
Discorso della servitù volontaria