Saggistica Storia e biografie L'Unione Sovietica 1914-1991
 

L'Unione Sovietica 1914-1991 L'Unione Sovietica 1914-1991

L'Unione Sovietica 1914-1991

Saggistica

Editore

Casa editrice


La presentazione e le recensioni di L'Unione Sovietica 1914-1991, opera di Andrea Graziosi edita da Il Mulino. Dopo aver composto, con i due volumi "L'Urss di Lenin e Stalin" e "L'Urss dal trionfo al degrado" quella che è considerata in assoluto la migliore storia dell'Unione Sovietica a livello internazionale, Graziosi offre oggi ai lettori una sintesi storica da un lato più compatta e maneggevole, e dall'altro arricchita da un'approfondita discussione storiografica di tutte le questioni nodali della storia sovietica. Il volume si divide dunque in quattro parti: le prime tre sono costituite dall'esposizione della vicenda sovietica a partire dalla Grande Guerra e dalla Rivoluzione d'ottobre fino all'incredibile e imprevisto scioglimento pacifico dell'Urss nel dicembre 1991; la quarta enuclea i temi portanti emersi nel dibattito storiografico: il leninismo, lo stalinismo e il terrore, il peso dell'ideologia, le caratteristiche dell'economia, le campagne, le nazionalità, la politica estera, i motivi del collasso finale.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'Unione Sovietica 1914-1991 2012-01-11 20:14:11 misu
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
misu Opinione inserita da misu    11 Gennaio, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L’Unione Sovietica e la sua storia

Il libro in questione è un resoconto sintetico, ma dettagliato di 70 anni di storia dell’URSS, compito non facile per chiunque voglia scrivere una storia completa di un paese dal suo inizio fino alla sua fine.
L’autore del libro da esperto in materia ha dimostrato con questo lavoro di ricerca storica di sapere trovare la via giusta per potere dare ai lettori un testo in cui vengono presentati tutti gli aspetti della storia politica, sociale ed economica dell’Unione Sovietica.
L’autore illustra con maestria le lotte intestine di potere nel partito comunista, ponendo l’accento non solo sull’ aspetto psicologico dei vari artefici della storia sovietica, ma anche sulla dinamica dei loro rapporti personali.
La questione di fondo posta dall’ autore nella prima parte del libro può essere la seguente: come si arrivò alla fondazione dello stato socialista sovietico? In altre parole in questa parte del libro ci si chiede : che tipo di stato era l’impero zarista, perché e come è crollato il potere degli zar? A questi due quesiti può essere collegata un’altra domanda: date le circostanze, la rivoluzione boscevica era inevitabile? A queste domande l’autore da una risposta ben documentata storicamente soffermandosi con chiarezza sulle debolezze del potere dello zar analizzando anche la debolezza della borghesia russa troppo debole da portare a buon fine la sua rivoluzione.
A questo punto l’autore affronta il problema del consolidamento del potere bolscevico dopo la presa del potere e la vittoria nella guerra civile. Nella tappa successiva del suo percorso storico l’autore dibatte una questione a nostro avviso fondametale : che tipo di stato doveva diventare l’URSS? In breve quale visione avrebbe prevalso, quella di Lenin o quella di Stalin.
Nell’analizzare il potere di Stalin l’autore analizza diversi aspetti della politica staliniana : l’industrializzazione forzata del paese,la collettivizzazione delle campagne,la repressione o il grande terrore nonché la sua politica internazionale che ci può sembrare a prima vista contradittoria:la firma del patto Ribbentrop - Molotov, l'alleanza con gli angloamericani nel secondo conflitto mondiale. Nel fare ciò l’autore prende chiaramente una posizione, quella di storico che analizza i fatti e documenta le sue tesi con una documetazione storica rigorosa, puntigliosa e indubbiamente chiarificatrice.
Il precorso storico del lettore prosegue lineare attraverso la destalinizzazione del paese, il periodo della stagnazione per concludersi con la perestrioka e la successiva dissoluzione del paese. L’ autore con attenzione affronta l’intricata problematica dei tentativi di riforma del modello del socialismo reale sovietico. Con una minuziosa analisi delle vicende interne della nazione sovietica l’autore ci da una possibile lettura, sempre documentata storicamente, del fallimento delle riforme intraprese dai vari leader sovietici. Una particolare attenzione viene posta dall’autore ai rapporti intenazionali dell’URSS nel mondo postbellico, come ad esmpio la guerra fredda o la distensione .
Si tratta di un tipico libro di divulgazione storica carico di informzioni che possono sembrare eccessive ai lettori non abituati a questo genere di testi. Avendo scelto di dare un quadro comlessivo, politico, sociale ed economico nonché diplomatico dello stato e della società sovietici diventa per l’autore inevitabile di dovere inserire nel testo ulteriori dati e approfondimenti nozionistici. Questi approfondimenti però sono necessari per una compresione completa e senza equivoci di un testo nel suo insieme così complesso ed esaustivo del argomento trattato.
A nostro avviso il libro è stato pensato per un particolare tipo di lettore, un lettore che sia interessato all’ argomento, ma desideri anche avere tra le mani un testo in cui le informazioni siano condensate da poterlo leggere senza perdersi nella mole di esagerati ed eccessivi dettagli di certi manuali storici pieni di particolorismi che possono confondere il lettore o lo studente universitario intento a preparare un esame.
In conclusione un libro da leggere con la dovuta attenzione per capire la nascita e la fine dell’URSS.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Si consiglia la lettura di libri con ulteriori approfondienti storici: storia russa, storia sovietica, storia della Russia postsovietica.
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri