Ferro e sangue Ferro e sangue

Ferro e sangue

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Sono passati quindici anni da quando Annika Bengtzon ha messo la sua prima firma sulla Stampa della sera, con tanto di foto accanto all’articolo sull’omicidio di Josefin Liljeberg, la ragazza che lavorava al club Studio Sex; una morte di cui nessuno è ancora ufficialmente responsabile. Sempre in prima linea nella ricerca della verità, Annika da allora non ha mai smesso di scrivere di casi irrisolti, mossa dall’ostinazione che la spinge a esporsi a qualsiasi rischio in nome di un radicato senso della giustizia. Ma ora che la vita comincia a funzionare, il suo mondo così faticosamente conquistato rischia di crollare. Non solo ci sono progetti per smantellare la testata per cui lavora ma, in aggiunta, la sorella Birgitta, dopo averle inviato una serie di messaggi inquietanti, è scomparsa. Tra un passato che ritorna minaccioso e un presente carico di tensione, l’irriducibile reporter della Stampa della sera si ritrova coinvolta in un’indagine che la costringe a un duro confronto con la famiglia e con se stessa, obbligandola ad affrontare una volta per tutte le conseguenze del drammatico gesto compiuto in gioventù che ha sconvolto la sua vita. Un’inchiesta, l’ultima, dove ritornano con forza i temi a lei più cari: l’amore per il giornalismo, la lotta in difesa delle donne, la solidarietà verso la parte debole della società.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ferro e sangue 2017-05-15 15:26:19 ornella donna
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    15 Mag, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

le inchieste irrisolte e il passato oscuro di Anni

Liza Marklund è in libreria, con l’undicesimo e finale episodio delle indagini della cronista detective Annika Bengtzon, Ferro e sangue.
In questo titolo conclusivo della serie Annika, giornalista e soprattutto investigatrice volontaria, intelligente ed indipendente, alleata della polizia, torna alle origini, al primo caso che l’ha interessata, ai suoi fin troppo labili legami con la famiglia di appartenenza. E’ finita sul lettino dello psicanalista a causa dei suoi attacchi di panico. Si sente indifesa, sperduta, troppo magra e spigolosa. Ha sofferto di uno svenimento improvviso. Diagnosi: disturbi da panico. Eppure non capisce, non si sente angosciata. Non ne ha motivo. Non ha problemi lavorativi, ha un compagno Jimmy, l’ex marito si comporta dignitosamente. La psicologa, pettinatura ed espressione neutra, svolge il suo mestiere, e torna indietro chiedendole del padre. Lei, Annika, prova rabbia: perché pagare per doversi dare da sé risposte. Ma è obbligata a parlare della mamma Barbro e il niente a cui la lega la sorella più piccola Birgitta. Ecco la conoscenza con il mondo e il passato di Annika.
Inoltre per conto del giornale riprende il filo di un vecchio caso: il femminicidio di Josefin, una diciannovenne strangolata in un cimitero che lavorava come spogliarellista in un night-club. Mai trovato il colpevole, ma Annika ha sempre guardato con sospetto Joachim, proprietario di Studio Sex, il porno locale in cui si esibiva la defunta. Un crimine mai risolto. Ma non solo: a Stoccolma è in corso il processo contro Berglund, l’imprenditore del legno incriminato per il brutale omicidio di un homeless, un anno prima. Lo hanno soprannominato “Il Carpentiere”, e Annika aveva firmato gli articoli che lo hanno condotto in manette. E poi un altro caso impensierisce la giornalista: la presunta sparizione di sua sorella Birgitta. Con lei non ha rapporti di nessun genere da anni, si erano allontanate dopo l’incidente alla fonderia che era costato la vita al fidanzato della sorella, Sven. La sorella lo adorava, e non le aveva mai perdonato di aver causato la sua caduta. Omicidio colposo, l’accusa. Ed ora un suo messaggio di richiesta di aiuto.
E’ giunto il momento di chiudere i conti con il passato, con storie che guardano all’indietro e vivono di casi irrisolti e di frequenti flashback. Così dopo undici romanzi e sei film, Liza Marklund mette la parola fine ai romanzi di Annika Bengtzon. Un finale intrigante ed affascinante come non mai. Oppure un arrivederci mascherato? A voi l’ardua sentenza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto i libri precedenti di Liza Marklund, Studio Sex oppure I dodici sospetti.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimenticare
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La testimonianza
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il manifesto del libero lettore
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La neve sotto la neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Cacciatori nel buio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo che inseguiva la sua ombra. Millennium 5
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il maestro
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Store
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La narratrice sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bello, elegante e con la fede al dito
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sentiero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni nostra caduta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri