Trilobiti Trilobiti

Trilobiti

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Tra le colline e le piane del West Virginia, in un'America desolata e minore, la natura è sporadicamente interrotta da futili avamposti di uomini e il progresso non sempre è una benedizione: qui si muovono i personaggi dei dodici folgoranti racconti di Breece D'J Pancake. Completamente soli, fra un passato irrecuperabile e un domani che pare invisibile e disgregato, sono sorretti da disperati desideri a breve termine - tenere con sé la donna che amano, organizzare lo sciopero che porterà finalmente la ricchezza, vendere alcolici di contrabbando durante un combattimento tra galli - e cristallizati proprio come i fossili che vengono estratti dalla terra, bloccati in un eterno presente lungo quanto le ere geologiche.Pancake, maniacale nella ricerca di una lingua scarna ed espressiva, è capace di suscitare la più profonda compassione, di squarciare il velo dell'ambientazione e rivelarci i nostri fantasmi.La voce inconfondibile, lo straordinario potere di evocazione e un'assoluta perfezione linguistica ne hanno fatto un autore di culto sia per i lettori che per i più grandi scrittori contemporanei, rendendo questo esordio - e, insieme, testamento - un capolavoro sena tempo.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Trilobiti 2017-01-10 14:04:29 Anna_Reads
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Anna_Reads Opinione inserita da Anna_Reads    10 Gennaio, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un senso di precarietà randagia.

"…finché una notte ho guardato i miei rispettabili pantaloni pur sempre Woolworth e ho capito che i treni merci non si fermavano più a Rock Camp."
Dodici racconti di uno scrittore che non avevo mai sentito, morto suicida, a 26 anni, nel 1979.
Se non frequentassi assai ben frequentati gruppi di lettura non sarei qui adesso e non avrei potuto leggere la postfazione di Percival Everett, scoperto anche lui di recente (e per fortuna vivo e vegeto, così posso leggere ancora, almeno di lui).
Premessa.
Quando sento parlare di racconti “minimalisti”, a me, viene un po’ l’orticaria.
Un po’ perché non ho simpatia per le “etichette”, in questo caso in particolare, perché mi sono arenata senza nessuna gloria dopo alcune pagine di Carver (certamente per scarsa sensibilità mia e riproverò). Forse era il titolo sbagliato con cui cominciare, però dopo pagine con personaggi anonimi, in cui non succede niente e l’autore non racconta/descrive niente…
Insomma, il mio genere di racconto, per capirsi è “The Duel” di Matheson!
Leggendo Pancake, invece, mi sono davvero appassionata.
È vero che – tecnicamente – succede abbastanza “poco”, ma l’autore ti “caccia” con poche parole dentro una storia, una comunità, un paesaggio; è pur è vero che non hai coordinate, punti di riferimento, e spesso neanche una logica a cui appigliarti, ma vengono raccontati (quasi sempre senza farlo davvero) personaggi e situazioni complessi, in poche pagine, lasciandoti un senso di precarietà randagia che poi è difficile scrollarsi di dosso.

"Sullo scaffale dell’armadio c’è una scatola di vecchie fotografie di remoti parenti dei Gerlock, gente che proviene da un passato talmente lontano che i nomi sono stati dimenticati. Anni prima, gli inverni umidi lo obbligavano a rimanere in casa e lui disponeva in bell’ordine le foto, inventava vite per queste persone, e ne faceva la propria famiglia e storia. Si sentiva parte di ogni viso, di ogni persona, e con l’immaginazione cercava di raggiungere i loro giorni. Adesso sembrano soltanto fotografie, e lui trasporta la scatola al piano di sotto, nel portico."
(…)
"Camminando per il campo, Ottie capisce che la fattoria appartiene a Bus e che lui l’ha bloccata in un tempo dove riesce a vivere ogni giorno. E Ottie li vede insieme per l’ultima volta: un cane che muore e due bambini inutili, fantasmi per sempre, che non possono nemmeno gridare o giocare; anche da morti, combattono per le ossa."
Com’è facile notare, non è agevole recensire questa raccolta.
Ho cercato di lasciarlo fare a Pancake; suggerirei, inoltre, umilmente, di leggere questo autore.
E prendo congedo con una descrizione, che di certo non è minimalista (qualsiasi cosa voglia dire), però vale la pena!

"Nel mattino sbiadito la terra sembrava segnata da cicatrici. Le prime nevi erano già cadute, si erano sciolte e avevano sigillato le colline in una brina pesante che il sole non riusciva ad addolcire. Venti freddi avevano staccato le ultime foglie rimaste sulle querce, avevano lasciato sulle colline una pace grigiobruna che scendeva nella valle da ogni parte."
Ad maiora!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La musa
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Tre piani
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La paura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore addosso
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nel guscio
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Il cuore degli uomini
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vendicatrice
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tante piccole sedie rosse
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le nostre anime di notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
La mia vita non proprio perfetta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
A cantare fu il cane
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Commedia nera n.1
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri