Dettagli Recensione

 
Una sera a Parigi
 
Una sera a Parigi 2017-01-11 09:32:28 MATIK
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    11 Gennaio, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una sera a Parigi.

"L'amore è la promessa della nostra vita. All'inizio ci sono sempre un uomo e una donna."
Alain possiede il cinema Paradis, un cinema d'essai a Parigi, eredità di suo zio Bernard, l'uomo che gli ha insegnato ad amare i film: "loro sono la strada più breve che va dagli occhi al cuore!"
Ogni mercoledì nel suo piccolo cinema viene proiettata una rassegna di film d'amore e puntualmente nella fila diciassette si siede una bellissima ragazza che indossa un cappotto rosso, Alain la vuole assolutamente conoscere, ne è attratto e ammaliato, alla fine una sera si fa avanti e finalmente la porta a prendere un caffè, parlano tantissimo e alla fine si salutano dandosi un nuovo appuntamento, ma Melanie inspiegabilmente non manterrà la promessa fatta.
Nel frattempo il cinema Paradis ha fatto colpo su un grande regista Allan Wood che vuole girarci alcune scene del suo ultimo film interpretato dalla splendida attrice Solene Avril.
Alain entra in un vortice di circostanze ed avvenimenti che lo portano a scoprire una vecchia storia di famiglia, tutto quello che fa, lo fa per ritrovare Melanie, la ragazza con il cappotto rosso, che lo ha incantato tanto da farlo innamorare perdutamente.
"E' sempre un unico momento che mette in moto gli eventi e crea connessioni. Causa ed effetto. Azione e reazione. La farfalla che batte le ali e provoca un terremoto a migliaia di chilometri di distanza. Nella vita però al contrario dei film. il momento fatidico, quello che determina un cambiamento radicale, non lo puoi scegliere, ti capita e basta. E il più delle volte non ti rendi nemmeno conto che stai andando a sbatterci contro."
Un romanzo d'amore, semplice ed a tratti fin troppo smielato.
Quante di noi vorremmo Alain, l'uomo perdutamente innamorato, che soffre perché non riesce a ritrovare la donna che lo ha incantato per poche ore, che disdegna le attenzioni di una bellissima attrice solo perché vuole coronare il suo sogno d'amore? Ahimè in molte, la realtà è molto più cruda, ma questo è un libro scritto per sognare ed allora sogniamo con Nicolas Barreau, con Alain e la sua passione per Melanie.
"La vita è una bolla di sapone" (Checov)
Sullo sfondo della storia, la magnifica Parigi, città per eccellenza dell'amore ed il cinema, altro luogo magico, per chi vuole innamorarsi, soprattutto grazie ai film che ci raccontano spesso storie che ci emozionano, ci fanno divertire, ci fanno tremare, ci fanno piangere, ma soprattutto ci catturano e ci affascinano, alcuni sono capaci di conquistare un angolo del nostro cuore e di vivere per sempre con noi. (Per me Dirty Dancing, l'Attimo Fuggente e Il Ciclone).
Eh allora: W Parigi, W Nicolas Barreau, W il Cinema, è bello fuggire dalla realtà che ci circonda e calarsi in un mondo parallelo pieno d'amore e di passione!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
ah l'amoreee!
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La donna dai capelli rossi
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La voce nascosta delle pietre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il labirinto degli spiriti
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
L'arte di essere fragili
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli assalti alle panetterie
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
L'informatore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La paranza dei bambini
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Le cure domestiche
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Una cosa che volevo dirti da un po'
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Crocevia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il marchio dell'inquisitore
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)