Narrativa straniera Romanzi Il professionista
 

Il professionista Il professionista

Il professionista

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Rick Dockery, ex promessa del football americano, è un quarterback che non ha mai saputo trovare la spinta per diventare un grande giocatore. La sua carriera sembra avviata verso una dignitosa mediocrità. Una sera, però, entrato in campo sul netto vantaggio della propria squadra, Rick riesce a rovinare la partita, e la propria vita, con quella che sarà descritta da tutti i media come la peggior performance nella storia del football professionistico. E mentre nel clima di brutale pressione del football professionistico non aveva saputo trovare un vero stimolo, saranno i valori di uno sport semiamatoriale, ma vissuto con genuina passione, a fare di lui, per la prima volta, un vero giocatore.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 9

Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
3.3  (9)
Contenuto 
 
2.7  (9)
Piacevolezza 
 
3.2  (9)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il professionista 2013-10-30 20:26:54 Capi
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Capi Opinione inserita da Capi    30 Ottobre, 2013
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Variazione sul tema

Questa volta Grisham abbandona il suo amato thriller per una romanzo dai toni sicuramente più rilassati ma non per questo meno appassionante. Personalmente l'ho letto da profano del football e la non conoscenza delle regole non pregiudica la lettura,sebbene penso sarebbe stata più appassionante con i rudimenti delle regole in mano. Sostanzialmente la trama è piuttosto banale ma durante lo sviluppo la parte principale del romanzo non riguarda il football,riguarda tutte le vicende fuori dal campo del protagonista.L'autore tesse le lodi del nostro Paese esaltando la cucina e l'arte,cosa che può spiazzare inizialmente,ma impone una riflessione su quanto noi diamo per scontate le bellezze italiche,invidiate da tutto il mondo;cosa che,è inutile nasconderlo,mi ha inorgoglito non poco.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2013-07-15 12:23:35 Todaoda
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Todaoda Opinione inserita da Todaoda    15 Luglio, 2013
Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Va capito.

Guardi l'Nfl e magari hai militato in qualche squadra di football americano italiana? Inizi a sfogliare la prima pagina e... "boom!" , sei costretto a leggerlo tutto d' un fiato e non importa dove sei o cosa stavi facendo: devi continuare fino in fondo (in due giorni volendo lo si finisce). Lo troverai avvincente, divertente, romantico e un po' nostalgico. Sei un profano dello sport che pensa che il football americano sia il calcio giocato in America? Un lettore che non sa che differenza ci sia tra un 1st. and 10 o un 3rd. and 2? Hai due possibilità: o guardi prima una partita con qualcuno che ti spieghi le regole (quelle di base sono semplicissime e potresti scoprire uno sport meraviglioso) oppure tenti di leggere un romanzo non capendo nulla e probabilmente annoiandoti parecchio.
Tornando al libro, la trama, è vero!, in sè non è nulla di che e la storia è piuttosto banale, ma ciò che è bello è il contorno: la carriera non proprio brillante del protagonista, tipica da 3° Qb, l'arrivo in "terra straniera", le differenze culturali e i problemi che ha l'americano ad integrarsi (sia nella squadra che nella vita quotidiana), il football in Italia con i piccoli stadi e i "piccoli atleti", il loro spirito di sacrificio così simile a quello dei professionisti e il loro spirito di squadra, talvolta addirittura superiore a quello dei professioniti, e ancora tutte le piccole cose che conferiscono quel fascino particolare al american football italiano. Forse è vero, per quanto sia ambientato in Italia, Il Professionista non è un libro fatto per lettori italiani: l'autore eccede a volte nelle informazioni di tipo geografico - turistiche per non parlare di quelle culinarie. Per certi versi sembra quasi che a corto di idee Grisham abbia tentato di pompare il volume del libro farcendolo di notizie tratte da qualche guida turistica per visitatori americani, d'altro canto però nel leggere i passaggi sopra menzionati (specialmente quelli culinari) non si può rimanere impassibili a quel lieve moto di patriottismo circa quelle cose, quelle nostre peculiarità, che talvolta ci rendono orgogliosi di essere italiani e che sicuramente ci rendono famosi in tutto il mondo.
Un consiglio per non rischiare d'incorrere in lapalissiani e fastidiosi errori di traduzione, specie durante le partite, leggetelo in inglese.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato agli amanti del football
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2012-10-02 17:42:44 attila7216
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
attila7216 Opinione inserita da attila7216    02 Ottobre, 2012
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Riavvicinamento a Grisham

Io ero un grande appassionato di Grisham,aspettavo il suo novo libro,ogni volta come un evento.Come quelli che aspettavano di comprarsi l'ultimo telefonino di nuova generazione.Questo fino al romanzo "La casa dipinta".Troppo era la differenza sia di stile che di argomento trattato,rispetto ai suoi libri precedenti.Poi,dopo un po' di tempo,sono andato a cercare cosa faceva il "buon John" e mi sono ritrovato tra le mani "L'allenatore".L'ho letto ed era accettabile.Cosi' quando un mio amico mi ha parlato di questo "Il professionista" mi son lasciato convincere e l'ho letto.Beh,e' stata una bellissima sorpresa.Un racconto semplice,lontano dalle indagini legali di libri come "Il socio" o "Il cliente".Ma forse e' proprio questa la sua forza.Una storia di "redenzione" sportiva,di voglia di rivincita del protagonista che si trova lontano dalle luci della ribalta del football Americano professionistico,ma che trova la sua "dimensione" nella nostra Italia,e,in particolare nella citta' di Parma.Leggendo qualche opinione,avevo "paura" che il racconto fosse troppo descrittivo per quel che riguarda la citta' di Parma e cher potesse risultare pesante.In realta' le descrizioni,sono sempre inserite nel contesto della storia,e non sono mai cosi' approfndite da diventare pesanti.Anzi,aiutano il lettore a calarsi meglio in quello che staa leggendo.Altro punto.Questo libro puo' essere letto da chi non conosce il football Americano? Io dico SI !! :) Certo a chi lo legge deve piacere almeno lo sport e i racconti delle sue pagine "epiche" ,ma anche se qualche termine descrittivo della partita,come endoff,hook,endzonepossono anche non essere capiti,si capisce comunque l'andamento della partita,quindi non e' un problema,anzi,potrebbe essere uno stimolo,per chi non conosce il football ad avvicinarsi a questo sport meraviglioso.Alla fine dunque che dire? Un Grisham che dimostra di essere "poliedrico" di saper trattare temi diversi da quelli che ha sempre trattato,pur mantnendo il suo stile semplice e scorrrevole di scrittura.Un libro non impegnativo che si legge in poco tempo,anche perche' e' interessante,con qualche spunto umoristico,come la descrizione dell'ultima partita Americana del protagonista.Una storia che descrive anche il nostro paese e citta' come Firenze e Venezia,non solo Parma.Un libro davvero piacevole che mia fatto riapprezzare la lettura del "Grande John"Grazie a chi me lo ha consigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'allenatore e altri libri a tema sportivo.
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2011-12-07 14:36:05 VinnieTheKid
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
VinnieTheKid Opinione inserita da VinnieTheKid    07 Dicembre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tutto sommato lo si può leggere...

In questo romanzo troviamo un Grisham molto diverso da quello che eravamo abituati a conoscere: messi da parte le trame intricate e i nodi "legal", l'Autore si dedica nuovamente, dopo "L'allenatore", ad un'immersione nel mondo del football americano, alla scoperta soprattutto di quello "di retrovia": stavolta non abbiamo a che fare con una promessa mancata del football collegiale bensì con un professionista che, dopo una serie di pessime esperienze nell'NFL, è costretto a ripiegare sul più abbordabile campionato italiano.
La trama è estremamente semplice, persino scontata in alcuni passaggi ma, ciononostante, il libro risulta piacevole alla lettura, in un tour tra le bellezze storico-artistiche e culinarie del nostro Paese, una volta tanto elogiato più che bistrattato (e la cosa acquista maggior pregio se a farlo è un Autore straniero...).
Luoghi comuni? Qualcuno, inevitabilmente....
Inesattezze, imprecisioni, incomprensioni nella realtà italiana e del nostro modo di essere, vivere e pensare? Alcune, ma che ci volete fare?!?
Nel complesso, comunque, l'opera lascia una piacevole sensazione e i piccoli nei che ho citato non lasciano traccia.
Unica raccomandazione: il libro è pieno di tecnicismi legati al football... se riuscirete a astrarvi da essi, troverete la lettura persino leggera... altrimenti, potrebbe risultare noiosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'allenatore (John Grisham)
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2011-01-15 12:29:27 dcql84
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
dcql84 Opinione inserita da dcql84    15 Gennaio, 2011
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il professionista

Un titolo lontano anni luce dallo stile di Grisham, "Il professionista" è un omaggio personale dell'autore all'Italia, alle sue bellezze, alla sua ospitalià ed al suo cibo, attraverso le vicende umane di un campione di football americano che, reietto, scopre il piacere della vita di provincia. Il testo risulta comunque piacevole ma per niente entusiasmante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2009-04-09 20:21:43 tatiana
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da tatiana    09 Aprile, 2009

piacevole

E’ un romanzo molto scorrevole, lo stile è semplice e vivace. Narra la storia di un trasferimento dalla realtà americana a quella italiana, sia con ironia e aspetti comici, come nella guida disastrosa col cambio manuale o nel caso dello pseudo arresto, sia con pathos, come nel caso della lirica e dell’arte, sia con una vena simpatica, come nella cucina e nel graduale attaccamento al caffè. Viene dato largo spazio non solo alle partite di football, ma anche alla vita sentimentale del protagonista, Rick. Grisham ti tira dentro la storia, facendoti appassionare alle vicende di Rick. Unico neo: le descrizioni delle partite sono fin troppo minuziose, ma basta coglierne l’essenziale.

Decisamente piacevole da leggere, lo consiglio come lettura rilassante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2008-03-20 00:30:31 antonio rossi14
Voto medio 
 
1.0
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
1.0
Piacevolezza 
 
1.0
Opinione inserita da antonio rossi14    20 Marzo, 2008

il solito pessimo GRISHAM

Un libro abominevole e insensato..sulla copertina troviamo scritto "una storia di coraggio e di amicizia"...ma de ke!!? preferirei il manuale di ricette di antonella clerici o di suor Germana..superficialissimo,noiosissimo,x niente caratterizzato,personaggi ke sembrano manichini (gli eroi tragici di eschilo sono molto più "umani")e vicenda scialacquata alla massima potenza. JOHN GRISHAM dovrebbe assolutamente ritirarsi...anzi mi chiedo come possa essere diventato uno dei romanzieri più letti al mondo! Non è mai stato abile nello scrivere..neanche ai tempi dei prissimi successi! (l'unico libro che sfiora la sufficienza è quello del suo debutto nel 1989, IL MOMENTO DI UCCIDERE) SCONSIGLIATISSIMO!!!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
L'ALLENATORE...e tutti gli ultimi pessimi di GRISHAM
Trovi utile questa opinione? 
01
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2007-12-10 19:44:03 Veronica
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Opinione inserita da Veronica    10 Dicembre, 2007

STRANO... DIREI, UNA DEVIAZIONE!

Immaginate di aver percorso per anni sempre lo stesso tragitto per recarvi nel vostro luogo preferito...questa volta però avete completamente cambiato strada, diciamo che avete "preso una deviazione"..una strada molto larga, scorrevole, piacevole ma talvolta noiosa. Ecco, questa deviazione è la metafora de "Il professionista", un racconto piacevole, molto distante dal genere che per anni ha contraddistinto questo brillante autore, ma che comunque lascia un buon impatto sul lettore. Grisham apprezza l'Italia e la descrive con grande peculiarità.. di questo dovremmo andare fieri! Almeno ogni tanto veniamo apprezzati per le nostre particolarità e non criticati per la nostra storia!

Naturalmente suona strano agli appassionati (e anche ai non) del genere che questa volta Grisham si sia allontanato così tanto dalla sua linea di scrittura,ma...perchè no?! solo gli stupidi non cambiano mai punto di vista! Buon racconto, leggero, a tratti divertente, in certi punti avvincente e... beh, ora guardo tutte le partite dell' NFL disponibili sulla tv italiana!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il professionista 2007-11-25 16:56:14 enrico78
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
enrico78 Opinione inserita da enrico78    25 Novembre, 2007
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Grisham delude

Il professionista è sicuramente il peggior romanzo di Grisham. L'ambientazione in Italia, nella provincia parmense, poteva essere piacevole, ma veramente si tratta di un trionfo di luoghi comuni che rende l'intero romanzo deludente. Alcune descrizioni della provincia italiana e del mondo dello sport dilettantistico sono piacevoli, ma vengono appunto rovinate da tante frasi fatte... è proprio quello che ci si aspetterebbe da un americando medio che parla della vita in Italia. Da Grisham era lecito attendersi qualcosa di più profondo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimenticare
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La testimonianza
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il manifesto del libero lettore
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La neve sotto la neve
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Cacciatori nel buio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo che inseguiva la sua ombra. Millennium 5
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il maestro
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
The Store
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La narratrice sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bello, elegante e con la fede al dito
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il sentiero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ogni nostra caduta
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri