Saggistica Religione e spiritualità Il cielo comincia in te
 

Il cielo comincia in te Il cielo comincia in te

Il cielo comincia in te

Saggistica

Editore

Casa editrice


Questo libro nasce dalla ricca fonte della spiritualità vissuta dai primi monaci, a partire dal quarto fino al settimo secolo. In modo davvero sorprendente questa spiritualità corrisponde all'odierno bisogno di una spiritualità dal basso, che non costringa solo e sempre a guardare il cielo, ma – come dice l'Autore – «inizi in noi e dalle nostre sofferenze». Grün riesce magistralmente a far zampillare la fonte nascosta dei primi secoli del cristianesimo.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il cielo comincia in te 2015-07-28 06:42:30 Emilio Berra TO
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Emilio Berra  TO Opinione inserita da Emilio Berra TO    28 Luglio, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dai Padri del deserto

Anselm Grun, insigne studioso e monaco benedettino, conduce la sua ricerca indagando sull' "attualità della sapienza dei Padri del deserto", monaci cristiani vissuti tra il IV e il VII secolo.
Il libro, eccezionale per bellezza e profondità di pensiero, collega il sapere di quegli antichi contemplativi con le intuizioni della psicoanalisi, in una visione attualissima sempre.
Essi ci insegnano una spiritualità che parte dal basso : " la via che conduce a Dio passa sempre per la conoscenza di se stessi". Parte da un procedimento verso l'autenticità che porta "a un'amorosa comprensione per tutti coloro che non seguono la medesima strada", e che ci avvia ad una dimensione religiosa " che (...) penetri la vita e il lavoro di ogni giorno".

Primaria importanza riveste l'umiltà, da non intendersi come servilismo ma come capacità di riconoscere e accettare la propria verità, senza maschere auto-consolatorie e con la consapevolezza della morte come destino comune.
Seguono poi varie tappe per 'ritrovare se stessi' : fare i conti con la propria aggressività (" Forse la mia rabbia è il segno che io stesso ho concesso troppo potere su di me agli altri"). Ma "là dove sta il mio più grande problema, li c'è anche la più grande opportunità"; infatti " la rabbia è la forza che ci permette di prendere le distanze dall'esperienza traumatica"; viceversa il sentimento di odio è indice che ancora non ci si è emancipati dall'attribuire all'altro potere su di noi.
Altre negatività che ostacolano il raggiungimento della libertà interiore: il giudicare gli altri, che "è sempre segno che non si è ancora incontrato se stessi"; la sete di gloria, che ci rende dipendenti dal giudizio altrui; la superbia (" Il superbo si è talmente identificato con la sua immagine ideale che si rifiuta di guardare la propria realtà ").

Consigli e interessati osservazioni si susseguono, con citazioni tratte dai monaci che sceglievano di 'sottrarsi al mondo' per una vita interiormente più libera e più elevata attraverso ciò che la psicologia transpersonale chiama " dis-identificazione " ( osservare i propri pensieri e sentimenti, ma non identificarsi in essi ).
Questo percorso verso l'autenticità diventa una via che porta a quella semplicità che lascia sgorgare la fonte spirituale che è in noi e ci predispone all'ascesi.



Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A tutti
Trovi utile questa opinione? 
270
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto un cielo sempre azzurro
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Assolutamente musica
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri