Ipotesi su Gesù Ipotesi su Gesù

Ipotesi su Gesù

Saggistica

Editore

Casa editrice


Dal 1976 sino a oggi, questo libro è stato continuamente ristampato e tradotto. Venticinque anni dopo, l'autore ha riletto questo suo lavoro d'esordio e dopo la rilettura, ha deciso di procedere solo a un modesto lavoro di editing e di aggiungere, in appendice, un testo di commento. Ai lettori vagliare se siano ancora convincenti le risposte proposte qui sul più decisivo enigma della storia: le origini del cristianesimo. Quanto a Messori è più che mai convinto della tesi centrale di "Ipotesi su Gesù". La ragione stessa, cioè, se impiegata fino al limite delle sue possibilità, può portare a "scommettere" sul mistero della verità del vangelo. L'ipotesi della fede resta un rifugio dell'intelletto che rifletta sul "caso Cristo".



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Ipotesi su Gesù 2018-12-30 10:08:34 LuigiF
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
LuigiF Opinione inserita da LuigiF    30 Dicembre, 2018
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

TRA FEDE E RAGIONE

Se pensate ad un noioso testo di apologetica Cristiana siete fuori strada. "Ipotesi su Gesù" e' un emozionante viaggio alle origini della Cristianità' intrapreso con lo spirito del ricercatore affascinato dal mistero del Dio che scende nella Storia. Lo stesso spirito che animava il Pascal dei "Pensieri" più volte citati e così cari all'autore.
Messori coniuga il rigore dello studioso con la passione del credente. Ne risulta un testo profondo ma mai pedante, divulgativo ma mai banale.
Pare a tratti di leggere un romanzo giallo i cui indizi si svelano capitolo dopo capitolo conducendo alla tesi che tanto sta a cuore all'autore: la Verità' di Fede, pur se sottoposta ad un'analisi scientifica, appare assai più verosimile di ogni teoria che ad essa si opponga. L'ipotesi più plausibile a spiegare l'improvvisa nascita e diffusione del credo Cristiano deve, secondo l'autore, necessariamente affermare l'esistenza storica del Cristo e la veridicità sostanziale del messaggio evangelico della Resurrezione.
Due teorie si sono affannate a negare tale Verità di Fede interpretando l'origine della Religione Cristiana in chiave agnostica.
La prima, detta teoria critica, ammette l'esistenza storica di Gesù, profeta o leader carismatico, ma imputa la sua divinizzazione all'opera di una comunità di discepoli che, coi Vangeli, elaborano e promuovono la nuova religione.
La seconda, detta teoria mitica, sostiene invece che Gesù sia semplicemente un mito privo di verità storica. Mito, quello dell'uomo-Dio, giunto dall'Oriente e concretizzatosi poi nella religione Cristiana.
Entrambe le teorie si professano scientifiche. Messori le smonta e le mette in contraddizione.
Come può un messaggio come quello Cristiano, cosi' scandaloso alle orecchie di un giudeo (un Dio che muore nell'ignominia di una morte in croce!) , essere concepito "autonomamente" in ambito ebraico? Una comunità' che avesse voluto divulgare una nuova religione, si sarebbe mai descritta, vile e codarda, mentre rinnega e abbandona il Maestro al suo destino di Passione? Queste ed altre le contraddizioni della teoria critica.
Quanto a quella mitica, a minarne le fondamenta e' la stessa natura improvvisa della rivelazione Cristiana. Un mito ha bisogno di tempo per diffondersi. Al contrario, recenti prove archeologiche dimostrano che la Buona Novella annunciata dai Vangeli e dagli scritti degli apostoli (San Paolo in primis) si sia diffusa gia' da subito, una o due generazioni dopo la morte di Cristo. La forma stessa del testo dei Vangeli, così sobria ed essenziale, ha una urgenza di testimoniare una verità storica che è opposta a quella che si riscontra nel racconto mitologico.

Messori documenta come, nel mondo ebraico, la parabola dell’attesa del Messia raggiunga l’acme sorprendentemente proprio nel primo secolo d.C. scemando poi di intensità nei secoli successivi a seguito della delusione per il mancato avverarsi delle profezie. Oggi gli Ebrei non attendono più il loro Messia: almeno non nella forma con cui fu atteso prima dell'avvento del Cristo.
Un popolo, quello ebraico, davvero “speciale”; non in grado di esprimere livelli culturali ed artistici paragonabili a quelli greci, romani, egizi, mesopotamici ... eppure capace di sopravvivere, unico tra i popoli del mondo antico, per oltre 3000 anni tramandando la sua peculiare religione monoteista.

Il saggio di Messori è estremamente informativo e chiaro. Come lo scrittore osserva nel'introduzione, c'è sempre un certo pudore nel parlare di Gesù e dell'origine del Cristianesimo. L'argomento è pressoché ignorato dalla scuola o dai media. Pensiamo di conoscerlo, ma in realtà non ne sappiamo granché.
Leggere "Ipotesi su Gesù" è dunque occasione di approfondire una conoscenza con un episodio così decisivo nello sviluppo della nostra civiltà.
Non è certo necessario essere credenti per lasciarsi conquistare da questo viaggio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri