Addio, Miss Marple Addio, Miss Marple

Addio, Miss Marple

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Un tranquillo villino vittoriano con vista sul mare e un bellissimo giardino: la casa ideale per due giovani sposi. Eppure, proprio in quella che considerava l'abitazione dei suoi sogni, Gwenda Reed comincia a provare un senso di angoscia. Alcune strane scoperte, infatti, la portano a collegare la nuova abitazione con vaghi ricordi della sua infanzia: un sentiero interrato nel giardino, una porta murata, una strana tappezzeria ritrovata in un armadio chiuso a chiave. Gwenda è sicura di non essere mai stata prima nel paese dove è andata ad abitare, ma allora come può conoscere quei particolari?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Addio, Miss Marple 2013-10-17 14:20:17 MrsRiso13
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
MrsRiso13 Opinione inserita da MrsRiso13    17 Ottobre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Paramnesia, tea e biscotti

Giallo psicologico con scenografia in stile vittoriano, dove per nessun motivo si può rinunciare al “tea time”. Gwenda è una neo sposa, appena giunta in Gran Bretagna, per trovare casa, dall'Australia, dove ha vissuto dopo la morte della madre in India. S'innamora di una piccola abitazione in stile vittoriano nel sud dell'Inghilterra in una località, Dillmouth, vicino al mare. In questa casa si sente bene, a proprio agio, come se ci fosse già stata! Ma sarà vero? Inizia, così, un destabilizzante gioco di deja-vù, che incrinerà le sicurezze di Gwenda. Carte da parati, scale nascoste, porte chiuse, le riporteranno alla mente situazioni già vissute, fino all'eclatante certezza di aver assistito, nell'infanzia, a un omicidio, quello di Helen.
Tra porcellane fiorite, biscotti dorati e centri inamidati arriverà in suo aiuto Miss Marple, l'anziana zitella, inizialmente dubbiosa sullo scavare nel passato per portare alla luce un delitto sepolto, un omicidio dimenticato o, forse, mai avvenuto, ma che successivamente a suon di pettegolezzi e dicerie aiuterà i coniugi Reed a risolvere il caso con la stessa semplicità con cui sorseggia una tazza dell'immancabile “tea”.
Elegante romanzo, pubblicato postumo, dove le indagini non seguono l'omicidio, ma lo precedono, ripercorrendo un cammino delineato dai ricordi sepolti di una donna curiosa di far riaffiorare un passato che non ricordava di avere. La tensione rimane alta, pagina dopo pagina, mentre si srotola il groviglio dei ricordi e i protagonisti, come il lettore, ne seguono la scia.
Intuizione e ragionamento la fanno da padrone, capitanati sopratutto dalla vecchietta sferruzzante, che accogliendo le idee dei suoi aiutanti, le elabora con le proprie capacità trascinando il lettore nei suoi percorsi.
In pieno “British style” le caratterizzazioni dei personaggi principali, mentre degli attori secondari viene esaltata sopratutto una caratteristica, come la pettegola cameriera, la straniera bambinaia,l'arricchito senza scrupoli o la carismatica madre contrapposta al figlio "bamboccione". In tutto il romanzo aleggia il personaggio di Helen, che ricorda la Rebecca della Du Maurier, pur non avendo lo stesso carisma e la stessa personalità è, comunque, una presenza-assenza trascinante, che fa da filo conduttore, la cui caratterizzazione è lasciata alla parole degli altri, facendole compiere un evoluzione durante la storia, ma stavolta in positivo.
Non resta quindi che, accendere il bollitore e appena l'acqua sarà calda immergere le foglie in infusione e godersi questa nuova avventura della zitella pettegola. Magari un Darjeeling, delle pendici dell'Himalaya, di indiana provenienza sarà, con le sue fragranze, un giusto accostamento!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Agatha Christie altri gialli
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri