Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror C'è un cadavere in biblioteca
 

C'è un cadavere in biblioteca C'è un cadavere in biblioteca

C'è un cadavere in biblioteca

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

St. Mary Mead: un piccolo villaggio isolato nella campagna inglese dall'aria innocua e tranquilla. Eppure anche qui, come spiega la più celebre degli abitanti del paese, Miss Jane Marple, il male può nascondersi ovunque, facendo irruzione anche nella vita degli individui più insospettabili. Lo dimostra il caso del colonnello Bantry e di sua moglie Dolly che una mattina vengono bruscamente svegliati da una cameriera terrorizzata, venuta ad annunciare che, nella biblioteca della villa, è stato trovato il cadavere di una sconosciuta in abito da sera, apparentemente assassinata.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.5  (4)
Contenuto 
 
3.8  (4)
Piacevolezza 
 
4.5  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
C'è un cadavere in biblioteca 2015-10-20 17:06:37 Valerio91
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    20 Ottobre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La Christie è come la cioccolata

Il mondo romanzesco e intasato di gialli. Ne puoi trovare di ogni tipo, scritti da autori di ogni nazionalità ed epoca.
Eppure ci sono gialli che si piazzano con merito una spanna sopra gli altri. Sono come qualcosa che amiamo mangiare, la gustiamo, ne percepiamo il sapore unico e diverso da ogni altro tipo di cibo, e in certi momenti ci assale la voglia di mangiarne un po'. Così sono i gialli della Christie che, tornando alla metafora precedente, rappresentano un po' la cioccolata del genere. Ho un altro autore che prediligo, ma la Christie è praticamente lì. I suoi libri sono magnetici, piacevoli, intriganti, intelligenti.
"C'è un cadavere in biblioteca" non fa eccezione, e vi dirò, mi ha confermato che la Christie dà il suo meglio nei romanzi più che nei brevi racconti. Scorrevole e interessante, mi sento di consigliare questo libro a chi cerca una lettura piacevole al cento per cento.

Il cadavere di una giovane donna viene ritrovato nella biblioteca della rispettabile famiglia Bantry. Ma nessuno ha idea di chi sia. Si verrà sapere chi si tratta di una giovane ballerina, assassinata per motivi ancora ignoti. Una sfilza di personaggi, tutti sospettabili e caratterizzati in maniera impeccabile anche in poche righe, vi si presenteranno davanti, facendovi immergere in questa intricata storia. Una storia dove tutto è ignoto e per niente chiaro, e dove nessuno, nemmeno voi, può farsi un'idea certa del colpevole.
Oh, giusto, dimenticavo Miss Marple. Sospetto abbia fatto scuola da un certo signor Holmes.

"La natura umana è sempre la stessa, Sir Henry."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gialli in generale.
Arthur Conan Doyle.
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
C'è un cadavere in biblioteca 2015-04-07 15:01:08 MrsRiso13
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
MrsRiso13 Opinione inserita da MrsRiso13    07 Aprile, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non solo libri in biblioteca

L'attrazione verso i libri e le biblioteche mi ha portato a leggere questo romanzo giallo dal titolo accattivante “ C'è un cadavere in biblioteca” e dalla lunghezza assai modesta. Inizio calzante, con il ritrovamento della vittima nelle prime pagine in una casa signorile dove nessuno la conosce. Le incertezze della polizia nel decifrare gli indizi, impongono un aiuto: entra in scena Miss Marple. Con la sua civetteria e la sua curiosità, chiamata in causa dalla proprietaria, sua amica. “Tu sei così pratica di cadaveri” la incita Dolly Bantry dandogli campo libero. La naturale ritrosia dell'astuta zitella (“Oh, non davvero. I miei piccoli successi sono sempre stati per lo più teorici” ) è solo cortesia, in realtà, appena scesa dall'auto che l'ha portata a casa Bantry, l'indagine casalinga prende il via e trova le due donne complici nel cercare il colpevole. Molti i dialoghi, composti da parole accuratamente scelte, per portare avanti la trama, conversazioni per identificare la posizione degli indiziati e per mostrare ciò che i più non riescono a vedere. Descrizioni di luoghi e indizi a cui prestare attenzione, perché come al solito, Agatha, non nasconde nulla, tutto è palese ed evidente, descritto, semplice e lineare, in modo che ogni romanzo sia una sfida con il lettore.
Nulla di nuovo quindi, solo il solito perfetto giallo classico da leggere!

“I gentiluomini” disse, con l’abitudine delle vecchie zitelle di considerare quelli del sesso opposto come una specie di animali selvatici “non sono sempre equilibrati come sembrano a prima vista”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
gialli classici
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore
C'è un cadavere in biblioteca 2013-11-12 07:04:17 Ginseng666
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Ginseng666 Opinione inserita da Ginseng666    12 Novembre, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La conoscenza profonda del male...

Una vicenda insolita...e un giallo difficilmente risolvibile...
Nella biblioteca di un anziano gentiluomo inglese viene trovato il cadavere di una giovane ragazza...
L'intricata vicenda, nonostante l'impegno della polizia locale si rivela di difficile soluzione...
Ma la padrona di casa ha un'amica preziosa e insostituibile, Miss Marple...un'anziana zitella, con tutte le caratteristiche peculiari di questa categoria di donne, curiosa, ficcanaso e con un'esperienza notevole riguardante l'umanità, i suoi difetti...i suoi potenziali crimini..
Miss Marple offre il suo prezioso aiuto alla polizia, incapace di sciogliere l'intrigo che poi riassume l'omicidio non di una ma di due ragazze...
Le cose non sono mai come sembrano, gli assassini oltre che scaltri si riveleranno infine persone insospettabili e benvolute dalla comunità...
Non bisogna mai fidarsi delle apparenze - afferma saggiamente miss Marple.. quando infine riesce a far luce sull'intrigata vicenda e assicurare i colpevoli alla giustizia..
Il suo fiuto e la sua capacità di introspezione psicologica hanno avuto la meglio sulla perfida astuzia degli asassini...
Consiglio questa lettura a coloro che sono amanti della letteratura gialla...e in particolare dei libri di Agattha Christie.
Saluti.
Ginseng666

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gli altri libri di Agatha Christie
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
C'è un cadavere in biblioteca 2012-03-04 19:46:30 _sectumsempra
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
_sectumsempra Opinione inserita da _sectumsempra    04 Marzo, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sconfinata l'astuzia di Miss Marple

Questo è il primo giallo di Agatha Christie che leggo e, fortunatamente, ne sono rimasta molto soddisfatta.
Amo molto i gialli (soprattutto quelli di Arthur Conan Doyle) e ho avuto modo di scoprire e conoscere un altro "mondo" e un'altra grande autrice.
Ho scelto questo libro perchè sia il titolo e la trama mi piacevano parecchio, trovo che un cadavere ritrovato in una biblioteca di un enorme villa e che nessuno conosce sia un'ambientazione -e una trama- perfetti per un giallo.
Ma passiamo ai fatti. Lo stile è davvero meraviglioso, dettagliato ma mai noioso; la Christie è riuscita a rendere bene l'idea di tutto quello che succedeva, mi sono davvero sentita come dentro il testo.
Non è un romanzo "inquietante", ma se cominci a leggerlo è davvero difficile staccartene prima di riuscire a individuare l'assassino che, ve lo garantisco, è molto difficile da rintracciare. Personalmente ho sospettato di ogni singolo personaggio del libro ma alla fine, quando ero quasi certa che "proprio quello" non poteva essere il colpevole... bè, avrete capito cosa intendo!
Grande Miss Marple con la sua sconfinata astuzia e attenzione. Il capitolo iniziale proprio esilarante!
Consigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri