Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Come un ricordo che uccide
 

Come un ricordo che uccide Come un ricordo che uccide

Come un ricordo che uccide

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Sul ciglio di una strada, una donna stringe tra le mani un mazzo di fiori azzurri. È trascorso un anno esatto dalla morte di suo marito, e quei fiori sono destinati al luogo in cui l'uomo ha perso la vita. Ma quando arriva al punto in cui è avvenuto il tragico incidente d'auto, Lizzie trova legato all'albero un altro mazzo di fiori. C'è anche un biglietto, con un cuore disegnato: è firmato da una donna e dedicato a un uomo che si chiamava Zach. Come suo marito. Mentre il presente si colora di paura: Lizzie inizia ad avvertire la presenza di Zach ovunque, come un conto lasciato in sospeso. È normale, le dicono tutti; è naturale sentire ancora vicino la persona amata, dopo averla persa. Nessuno, però, ha idea di cosa fosse davvero capace Zach, di quanto male abbia fatto a Lizzie. Né di quanto male possa ancora farle. E ora Lizzie sta per scoprirlo sulla sua pelle.

Recensione della Redazione QLibri

 
Come un ricordo che uccide 2015-03-22 08:29:52 pirata miope
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
pirata miope Opinione inserita da pirata miope    22 Marzo, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'AMBIGUO MALE

Che strano malanno è l’amore! Ti viene in mente leggendo il thriller psicologico della giornalista Sabine Durrant. I fatti nudi e crudi ci sono presentati in parallelo dai due protagonisti, Zach, pittore dilettante, e Lizze, bibliotecaria in una scuola di Londra. Si sono conosciuti tramite un annuncio su Internet, si sposano, hanno un rapporto tormentoso, causa la patologica gelosia dell'uomo, fino a quando lui muore in un incidente stradale. Tuttavia il sospetto/ certezza che sia ancora vivo e che voglia continuare a esercitare il suo dominio su di lei ossessiona ogni attimo dell’esistenza di Lizze e la induce a ripercorrere le tracce del passato di Zach e a scoprire atroci verità. Questa la trama, lineare, senza guizzi né di stile né nell’intreccio: l’angelo salvatore delle grigia e sciatta zitella inglese, giorno per giorno, si rivela un mostro. In fondo una vicenda prevedibile, come attestano le cronache dei telegiornali e le infinite trasmissioni su maschi carnefici. Per questo motivo dispiace che alla scrittrice sia mancato il coraggio o la capacità di percorrere fino in fondo la strada indicatagli dai suoi stessi personaggi: la gente «sputa sentenza sul dolore, lutto, rapporti malati e violenti, la forma mentis della vittima. Forse dovrebbero prestare più attenzione a me» commenta cosi infatti la sua stessa storia Lizze, sottintendendo che l’alchimia che teneva avvinti, imprigionandoli in una ragnatela inestricabile, lei e il suo torturatore nasce da una zona oscura della psiche, irraggiungibile dalla ragione, scarsamente illuminata dal mediocre talento artistico di lui.. Ciascuno è dunque proiezione della mente dell’altro, ciascuno fa dono di sé all’altro: non è così che ci raccontano l’amore?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi ama i gialli psicologici dallo stile scorrevole.
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri