Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini
 

Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini

Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Una giovane studentessa viene assassinata nella foresta di Bainem, alle porte di Algeri. Intorno a lei il mondo, la città, si risveglia. A dirigere l'inchiesta è chiamata Nora Bilal, una donna onesta e combattiva. Nora si trova ad affrontare uno degli intoccabili che controllano l'Algeria di oggi in ogni settore. Inizia così un viaggio nel lato oscuro di un paese stremato dalla corruzione, afflitto dall'ingordigia della classe dirigente e dei suoi complici. Un paese in cui, afferma un personaggio, "i nostri giovani non sanno cosa sia un turista o un cinema, i nostri vecchi dimenticano quello che sono stati, la nostra patria è sequestrata e le nostre speranze messe alla berlina. Una scimmia in gabbia ha più dignità di noi in spiaggia". E proprio riflettendo su questa umiliazione, Khadra reinventa la narrazione di genere, unendo le caratteristiche del romanzo noir a una denuncia e chiamata alle armi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cosa aspettano le scimmie a diventare uomini 2016-04-17 06:19:29 Pelizzari
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    17 Aprile, 2016
#1 recensione  -   Guarda tutte le mie opinioni

Protagonista il potere

Ho trovato questo libro abbastanza difficoltoso nella lettura, non tanto per lo stile quanto per la moltitudine di personaggi che lo popola, con nomi che si fa fatica a memorizzare e quindi ad associare/immaginare per ben orientarsi nel corso della storia. Il protagonista di questo giallo è il potere, che viene dipinto come una spaventosa stregoneria, una possessione demoniaca, follia allo stato puro. La storia è ambientata ad Algeri, città difficile e tutto il vissuto dei personaggi trasuda angoscia, con le sue tossine ed i suoi bagni di sudore. C’è anche tanta solitudine in queste pagine, perché il personaggio clou conosce meglio i suoi nemici che non se stesso e questo fa pensare al fatto che la solitudine è una camera fredda in cui molto facilmente può crescere soltanto amarezza. Forse le ultime pagine del libro sono le più belle, perché in una manciata di frasi, che sono solo dei gesti di persone molto semplici, trovi e scopri uno dei significati più belli della parola “dignità”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri