Il bivio Il bivio

Il bivio

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Josie Buhrman ha trascorso gli ultimi dieci anni della sua vita cercando di cancellare il ricordo della sua famiglia d’origine. Dopo l’assassinio del padre, avvenuto tredici anni prima, la madre aveva avuto una terribile crisi depressiva e la sorella gemella Lanie, una volta migliore amica e unica confidente, l’aveva tradita nel peggiore dei modi. Adesso Josie ha finalmente trovato la serenità a New York, dove vive con il compagno Caleb, a cui ha però mentito sul proprio passato. E quando Poppy Parnell - giornalista senza scrupoli ideatrice di un fortunato podcast incentrato su dei cold case -, ottiene la riapertura delle indagini sull’omicidio del padre, Josie sente che la vita che si è costruita le sta franando addosso. Costretta a rientrare nella cittadina dell’Illinois dove è cresciuta, si trova irrimediabilmente invischiata nel passato da cui aveva voluto fuggire e il podcast esibisce impietosamente davanti a tutti. Josie dovrà misurarsi con i segreti inconfessabili che si nascondono dietro l’apparenza di una famiglia normale e cercare di comprendere il legame profondissimo ma irrisolto che la lega alla sorella. E intanto si fa strada l’idea devastante che per anni un innocente abbia pagato per un crimine mai commesso mentre un omicida, forse, è ancora a piede libero...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
 
Il bivio 2020-04-07 20:26:11 GioPat
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
GioPat Opinione inserita da GioPat    07 Aprile, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un caso da riesaminare

Josie Buhrman è una donna qualsiasi di New York che vive qui con il suo compagno. Un giorno si ritrova ad ascoltare un podcast riguardante l’omicidio del padre e si fanno strada in lei domande, dubbi e ricordi su quanto accaduto la notte di molti anni prima. Il podcast si pone come obiettivo quello di andare alla ricerca di dati e testimonianze che possano riaprire il caso e confermare che, probabilmente, un uomo sta scontando anni di galera per un omicidio che non ha commesso. Allora Josie si ritrova a dover scavare nel proprio passato per scoprire la verità, complice anche un’occasione che le si presenta imponendole di tornare al suo paese d’origine. Qui si ritroverà a dover affrontare faccia a faccia sua sorella Lanie, con la quale ha perso i contatti, che le svelerà incredibili segreti sulla loro apparentemente perfetta famiglia.

Sono stato spinto a leggere questo libro dall’accattivante trama riportata sullo stesso. Kathleen Barber racconta una storia articolata e alla quale occorre prestare molta attenzione per non perdersi nessun passaggio. Alcuni capitoli scorrono più rapidi di altri e man mano che si va avanti la trama diventa sempre più avvincente fino ad arrivare alle ultime righe in cui finalmente si scopre tutta la verità. I personaggi non sono molti e vengono ben delineati, alcuni più di altri.

Lo stile in generale mi è piaciuto. Le frasi non sono complesse e i molti dialoghi presenti contribuiscono ad alleggerire la narrazione. Nel racconto sono presenti fatti narrati al presente, ricordi d’infanzia e adolescenza della protagonista, oltre che capitoli intermezzati da episodi del podcast e Tweet con relativi commenti vari. Tale scelta potrebbe far perdere al lettore il focus della narrazione, il quale deve tenere a mente i momenti che la protagonista sta vivendo e gli sviluppi del podcast, che contrariamente a quanto si può pensare risulteranno utili per la ricostruzione delle dinamiche passate. La scrittrice è stata in grado di farmi comprendere, attraverso la narrazione in prima persona di Josie, tutti i suoi stati d’animo e le vicende che vive.

Consiglio la lettura di questo libro se si è alla ricerca di qualcosa di brillante e non eccessivamente complesso. Sono riuscito personalmente a rimanere con gli occhi incollati alle pagine fino alla fine del racconto, all’interno del quale sono presenti molti colpi di scena che potrebbero indurre il lettore a credere che il caso riaperto sia giunto alla sua giusta conclusione, per poi accorgersi, capitolo dopo capitolo, che ciò non è accaduto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il lungo addio
Il segreto di Inga
Le ombre
Il treno per Istanbul
Agatha Raisin. Campane a morto
Il caso Agatha Christie
La casa nell'ombra
Trappola di sangue
Niente orchidee per Miss Blandish
Brave ragazze, cattivo sangue
Il verdetto
Ci vediamo stanotte
Quel che la marea nasconde
Il caso della sorella scomparsa
La ragazza di neve
Un delitto avrà luogo