Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror Il club dei filosofi dilettanti
 

Il club dei filosofi dilettanti Il club dei filosofi dilettanti

Il club dei filosofi dilettanti

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Durante una prima all'opera al teatro di Edimburgo, il giovane manager Mark Fraser muore cadendo in platea dalla balconata: sembra una morte assolutamente accidentale, ma a Isabel Dalhousie, donna single di gusto e di cultura, fondatrice del Club dei filosofi dilettanti e assidua frequentatrice di mostre e concerti, non tutto pare così semplice. E si sente quasi moralmente obbligata a improvvisarsi detective, seguendo i fili di un'indagine che McCall Smith descrive con prosa lieve e divertita, seguendo gli incontri e le conversazioni della sua curiosa protagonista. Alexander McCall Smith, nato e cresciuto in Africa, è professore di medicina legale presso l'Università di Edimburgo e conosciuto in Italia per la serie di Precious Ramotswe.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il club dei filosofi dilettanti 2021-03-15 11:24:51 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    15 Marzo, 2021
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Isabel Dalhousie

«I torti lontani nel tempo ci sembrano meno sbagliati solo perché l’impressione che ne abbiamo è meno vivida?»

Isabel Dalhousie, direttrice della “Rivista di etica applicata” nonché fondatrice de “Il Club dei Filosofi Dilettanti”, benestante e da sempre estremamente curiosa, si trova a un concerto alla Usher Hall di Edimburgo quando, impensabilmente, assiste alla caduta rovinosa da una balconata di un giovane ragazzo che le cade letteralmente davanti agli occhi. Le autorità sopraggiungono sul luogo e iniziano a indagare su quella che sin da subito appare come una morte certa – il giovane, infatti, esala il suo ultimo respiro e non vi è possibilità alcuna se non quella di dichiararne il decesso – concludendo in modo altrettanto celere che si è trattato certamente di un suicidio. Cos’altro potrebbe essere stato se non questo? Chi potrebbe aver avuto interesse a causare la morte di un uomo nel fiore dell’età, regolarmente impiegato in un lavoro e con una vita serena e tranquilla? Ma, pensa Isabel, se tutto è così roseo e fiorito, di contro, perché questo avrebbe dovuto desiderare di porre fine alla propria esistenza e con una morte così trucida e plateale?

«Ma abbiamo un dovere morale nei confronti di quelli in cui ci imbattiamo, che entrano nel nostro “spazio morale”, diciamo così. E cioè il prossimo: vicini, conoscenti e così via. […] Il nostro prossimo sul piano morale è chi ci è vicino, sia in senso spaziale che metaforico. Un dovere lontano non ha la stessa forza di quello che ci si para davanti agli occhi; quest’ultimo è più vivido e quindi più reale.»

Qualcosa non torna nella ricostruzione dei fatti, qualcosa non convince la donna nemmeno sulla rapidità con la quale le indagini giungono al termine tanto che la nostra eclettica protagonista non resiste e inizia a curiosare in quello che è stato il vissuto del deceduto, la sua sfera più intima, quella lavorativa, sentimentale e chi più ne ha più ne metta. Il tutto mentre è accompagnata da Cat, l’adorata nipote, Jamie, l’appassionato e ancora innamorato ex fidanzato della ragazza, e Grace la governante dallo sguardo acuto e la lingua tagliente.
Quello che ci viene proposto da Alexander McCall Smith è un giallo originalissimo che viene caratterizzato da una a sua volta originalissima detective che non manca di solleticare l’interesse del lettore e di invitarlo ad andare avanti nella lettura con rapidità e magnetismo. L’indagine segue il suo corso e raggiunge il suo epilogo ma nel mentre scopriamo e ci troviamo di fronte un titolo caratterizzato da una voce portatrice di filosofia, ironia, rettitudine, morale e capacità di affrontare i problemi con acume e arguzia.

Un libro che si divora, che resta e che si presta a una lettura spedita ma non superficiale.
«La moralità dipende dalla comprensione dei sentimenti altrui. Se si è privi di immaginazione – e ce n’è di gente del genere – forse non si riesce proprio ad avere compassione e simpatia per l’altro. Dolore, sofferenza e infelicità altrui non sembrano reali, insomma, perché non si riesce a comprenderli.»

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo del porto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri