Il paziente Il paziente

Il paziente

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di Il paziente, romanzo di Nicci French edito da Sperling & Kupfer. Londra. Un bambino dai capelli rossi aspetta la mamma nel cortile della scuola. Lei però è in ritardo. Andare a casa da solo è proibito, ma lui conosce la strada. Si avvicina titubante al cancello. Esce. Da quel momento di Matthew non si ha più traccia. È notte fonda. Frieda Klein, psicanalista londinese, cammina per le vie deserte della città. È una sua vecchia abitudine: quando le fantasie disturbate dei pazienti la inseguono, rubandole il sonno, non c'è altro rimedio che immergersi nel silenzio e nel buio della metropoli addormentata. Quella notte, però, niente riesce a placare le sue ansie. La dottoressa Klein ha un nuovo paziente, Alan. Un uomo dalla mente tormentata, braccato da sogni inquietanti. Soprattutto uno: la visione di un bambino con i capelli rossi... Mentre la vicenda del piccolo Matthew, scomparso all'improvviso all'uscita di scuola, scuote l'opinione pubblica inglese, Frieda si trova, per la prima volta nella sua carriera, ad avere paura. Le sue indagini, parallele a quelle della polizia, la porteranno a scavare nei segreti di un torbido caso di rapimento ancora irrisolto. Un caso che risale a più di vent'anni prima, e che presto trascina la giovane donna in un macabro gioco di specchi, dove presente e passato si confondono, componendo un puzzle che solo lei può risolvere. Perché ciò che Frieda conosce meglio sono i meccanismi perversi della mente umana: e sa che il male nasce sempre da lì, ma può arrivare dovunque. Un romanzo carico di suspense che non lascia scampo, un viaggio serrato e seducente nei meandri più oscuri dell'animo umano, da una coppia di autori bestseller in tutto il mondo alle prese qui con un nuovo, irresistibile personaggio, cui è impossibile non affezionarsi: la dottoressa Frieda Klein.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il paziente 2012-02-10 04:56:55 Bruno Elpis
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Bruno Elpis Opinione inserita da Bruno Elpis    10 Febbraio, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Il paziente” di Nicci French - Il commento di Bru

Nicci French è lo pseudonimo di una coppia di coniugi, giornalisti inglesi, Sean French e Nicci Gerrard. “Il paziente” è il loro thriller a sfondo psicologico, che ha per protagonista Frieda Klein, professione psicanalista.
Frieda esercita la sua arte, oltre che nello studio, anche nel cosiddetto “Magazzino” di Reuben, celebre analista in crisi d’identità: più che un centro di psicoterapia, un gruppo o un movimento culturale.
Proprio a causa della crisi personale in cui versa Reuben, Alan, un paziente che si rivolge a lui, viene dirottato su Frieda.
‘Il paziente’ ha una storia di sofferenza: in fasce, è stato abbandonato dalla madre in un parco e oggi soffre di disturbi della personalità che si manifestano anche somaticamente, oltre che in sogni inquietanti. Facile catalogare il caso clinico come disagio che trova origine nell’abbandono in età infantile e nel desiderio di paternità mancata.
Tuttavia l’analisi si complica perché nel corso delle sedute emerge che “Alan Dekker aveva sognato di avere un figlio, un bambino con i capelli rossi, e un bambino con i capelli rossi di nome Matthew Faraday era scomparso. Una coincidenza strana …”
Aggravata da una circostanza: quando Alan estrae una foto che lo ritrae da piccolo come sosia del bambino scomparso, afferma: “Ecco. E’ così che immagino mio figlio.”
La scomparsa del piccolo Matthew assomiglia a un altro caso analogo, quello di Joanna: “Matthew Faraday e Joanna Vine erano separati da ventidue anni e uniti dal fatto che avevano la stessa età quando erano scomparsi senza lasciare traccia, in pieno giorno, vicino a un negozio di caramelle.”
Le coincidenze sono davvero strabilianti. L’analista decide di rivolgersi alla polizia, che in un primo tempo recalcitra, ma poi si convince: Frieda sta proponendo una pista che non è proprio il caso di sottovalutare! L’ispettore Karlsson constata: “Ventidue anni fa questo signore sognava una bambina. Poi ha smesso e adesso sogna invece di prendere un maschietto.”
Attraverso le sedute di analisi, l’istinto e la capacità di approfondire della psicoterapista individuano la chiave di volta della vicenda: Alan ha un gemello, Dean. E da lì …
Se questo è, in estrema sintesi, l’intreccio, svolgo adesso alcune considerazioni personali sul romanzo.
Il romanzo scava nelle profonde connessioni genetiche e psicologiche tra i gemelli omozigoti, secondo una struttura cara alla letteratura della tensione.
Il tema del ‘doppio’ rimanda al concetto di “perturbante” sviluppato da Freud. “Perturbante” – come ho già avuto modo di dire commentando “La caduta della casa Usher” di Poe - è “utilizzato da Sigmund Freud come termine concettuale per esprimere in ambito estetico una particolare attitudine del sentimento più generico della paura, che si sviluppa quando una cosa (o una persona, una impressione, un fatto o una situazione) viene avvertita come familiare ed estranea allo stesso tempo cagionando generica angoscia unita a una spiacevole sensazione di confusione ed estraneità”.
Solitamente suscita terrore e spavento ciò che non è familiare o conosciuto. Tuttavia non tutto ciò che è insolito o nuovo provoca spavento e terrore e, tanto meno, perturbamento. Secondo Freud un oggetto perturbante deve possedere una caratteristica infrequente, perché spesso le cose spaventose o terrifiche non sono anche perturbanti: in particolare, il perturbante deve evocare il nascosto, il rimosso, che riaffiora attraverso l'oggetto o la situazione perturbante, generando una sensazione di angoscia estrema, ossia il perturbamento.
Le condizioni ricorrenti che generano il perturbante e che pertanto vengono ricercate in romanzi o film di suspense sono tipicamente: la rappresentazione del doppio nei gemelli o nei sosia (perché evoca il narcisismo primario); i movimenti e i processi automatici, ripetitivi o meccanici, i meccanismi semoventi, la superstizioni e la magia, (che evocano idee presenti in età infantile); il ritorno dei morti e la sepoltura dei vivi (che fanno riaffiorare il desiderio di tornare nel grembo materno).
I temi affrontati dal romanzo, dunque, muovono le corde del nostro inconscio e sono di sicuro interesse per chi ama il thriller psicologico. L’esposizione, a parer mio, è un po’ troppo lenta e ridonda di particolari a volte poco pertinenti, che imbrigliano la velocità narrativa.
Nell’ultima parte le rivelazioni, alcune un po’ scontate, altre davvero inaspettate, si susseguono senza esclusione di colpi, che in un paio do occasioni hanno piacevolmente sorpreso …

… Bruno Elpis

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato a chi ha letto ... "La psichiatra"! O "L'ipnotista". A chi ama il thriller psicologico, come il mio "Il carnevale dei delitti", il cui e-book potrà essere prelevato GRATUITAMENTE su www.amazon.it nella settimana dal 13/2 al 18/2.
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Lo splendore del niente e altre storie
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Fine
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'inverno più nero
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Gli estivi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I baffi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vento selvaggio che passa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I segreti del professore
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Tutto chiede salvezza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il regno delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Insegnami la tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri