Il segreto degli angeli Il segreto degli angeli

Il segreto degli angeli

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Decisa a cominciare una nuova vita, Ebba fa ritorno a Valö, la splendida isola della sua infanzia. Vuole rimettere a posto la colonia che le appartiene e che non ha più rivisto dal giorno in cui, una vigilia di Pasqua di molti anni prima, la sua famiglia scomparve nel nulla. Un mistero che da sempre stuzzica la curiosità di Erica Falck, ora entusiasta all’idea di poter riprendere la sua indagine su quella storia. Ma sembra che per Ebba non ci sia pace. Qualcuno vuole allontanarla, disposto a tutto per proteggere il segreto dell’isola. A Erica e Patrik non resta che unire le forze per trovarne le ragioni, cominciando da un debole indizio: vecchie tracce di sangue che i lavori di restauro hanno portato alla luce nella colonia di Valö. Una sorta di filo rosso che si snoda a ritroso, conducendo a un passato lontano quando Fjällbacka conobbe una misteriosa «fabbricante di angeli».

Recensione della Redazione QLibri

 
Il segreto degli angeli 2015-06-03 09:15:34 Pupottina
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    03 Giugno, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La fabbricante di angeli e altri misteri a Fjällba

Ottavo romanzo e ottavo omicidio per la coppia investigativa Erica Falck e Patrick Hedström.
Ormai sono una coppia felice anche nella vita: lei, scrittrice di successo; lui, poliziotto presso il locale commissariato; una figlia e due gemelli, tutti al di sotto dei quattro anni.
La loro routine quotidiana si mescola agli efferati omicidi che avvengono tra i fiordi.
Ancora una volta, l'ambientazione, suggestiva e privilegiata, è Fjällbacka, nell'arcipelago svedese.
In quest'indagine, IL SEGRETO DEGLI ANGELI, come in tutti i gialli di Camilla Läckberg, i misteri si sovrappongono e le storie dei personaggi si intrecciano nel presente e nel passato.
Se la coppia Erica e Patrick è in perfetta armonia, sua sorella Anna e Dan non se la passano più tanto bene e così pure i personaggi secondari protagonisti di questa intricata indagine.
Lei, Ebba, ne ha passate tante, ma è intenzionata a ricominciare daccapo e vuole farlo con suo marito, anche se è veramente difficile stargli vicina. Fanno ritorno a Valö, la splendida isola dell'infanzia di Ebba, affacciata sulle casette bianche e le rocce scoscese di Fjällbacka, nell’idillio dell’arcipelago svedese. Con suo marito, vuole impegnarsi nel progetto comune di rimettere a posto la colonia che le appartiene e che non ha più rivisto dal giorno in cui, una vigilia di Pasqua di molti anni prima, il 1974, la sua famiglia scomparve nel nulla, lasciando dietro di sé solo una tavola apparecchiata a festa e una bambina di un anno che vagava smarrita.
Nessuno fu mai in grado di stabilire cosa fosse realmente accaduto e cosa ne fosse stato di quella famiglia, apparentemente normale, come tante altre.
Anche questo è un mistero che da sempre stuzzica la curiosità di Erica Falck, la quale, ora che Patrick se ne deve occupare, è entusiasta all’idea di poter riprendere in mano la sua personale indagine su quell’oscura storia.
Ebba è in pericolo: qualcuno vuole farle capire che deve assolutamente allontanarsi da Valö.
C'è un segreto da scoprire, mescolato a violenza e rancore, e qualcuno teme che possa venir rivelato.
Patrick non la vorrebbe tra i piedi, ma Erica riesce sempre ad escogitare qualcosa per non rimanere in disparte.
Inoltre, la storia di Ebba non è legata soltanto a quell'evento, ma anche ad una sua antenata, la quale, all’inizio del secolo scorso, a Fjällbacka venne soprannominata "la fabbricante di angeli" a causa dei suoi riprovevoli crimini.
Questi sono tutti i punti di partenza da cui si dipana un interessante intreccio, seguendo la scia di sangue lasciata dagli eventi, pronta a macchiare le acque incontaminate dei fiordi.
C'è davvero tanto in questo nuovo, sempre molto complesso, ottavo thriller della Läckberg, che mescola efferati delitti a sereni ritratti di famiglia. La Läckerg, però, ci insegna che c'è sempre qualcosa che va oltre le apparenze. Nonostante la trama avvincente, che unisce eventi di fantasia a fatti di storia svedese, i misteri sono talmente tanti che qualcuno resta in sospeso. Forse è una strategia narrativa della Läckberg che ha già delle idee per un prossimo romanzo. Nel frattempo, tiene accese su di sé tutte le aspettative del suo pubblico di lettori, desidero di metterne insieme i tasselli nella prossima indagine.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La principessa di ghiaccio
Il predicatore
Lo scalpellino
Il bambino segreto
La sirena
Il guardiano del faro
L'uccello del malaugurio
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il segreto degli angeli 2015-10-01 14:34:33 cosimociraci
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
cosimociraci Opinione inserita da cosimociraci    01 Ottobre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Conosciamo davvero il nostro passato?

L'inizio del romanzo è un po' lento. All'inizio ho attribuito questo al fatto che, non conoscendo i personaggi, ho fatto fatica ad inquadrarli, ma dopo un terzo del libro non ero ancora entusiasta. Ho dovuto superare la metà per farmi catturare dal romanzo. Per fortuna da quel punto in poi la tensione è quasi sempre in salita.
La cosa più affascinante è che l'autrice ha ottenuto due storie in un solo libro, entrambi accattivanti e devo ammettere che alla fine sono abilmente intrecciate.
Sono temi scottanti quelli toccati dalla Läckberg, i peggiori includono gli abusi sui minori, abbandono, povertà, salute mentale e non per ultima una politica estremista non meno dannosa. Non vi nego che questo mi ha provocato una profonda tristezza che mi ha distolto dalla tensione che avrei preferito nel thriller.
Le domande da porsi dopo la lettura sono tante. Quanto della nostra natura, del nostro dna può influire nella nostra vita, e quanto può invece fare l'educazione e la società?
Possiamo sfuggire al nostro passato e mantenere soppressi i nostri segreti o questi salteranno fuori con effetto ancora più dannoso?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il signor Cardinaud
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desiderio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale della terra
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri