Il silenzio della neve Il silenzio della neve

Il silenzio della neve

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Il silenzio della neve, romanzo di Jenny Milchman edito da Sperling & Kupfer. È una mattina gelida come tante altre nella grande casa di Nora Hamilton, sepolta tra le nevi dei monti Adirondack, nello Stato di New York. Eppure, al risveglio, Nora capisce subito che qualcosa non va. Il tempo di guardarsi intorno, e lasciare che la nebbia del sonno si diradi, e un'agghiacciante verità le si presenta davanti: suo marito Brendan è morto. Si è impiccato, senza un apparente motivo, senza lasciare nemmeno un biglietto. Dopo le prime ore di disperazione e incredulità, però, Nora comincia a riflettere: perché Brendan, marito affettuoso, poliziotto innamorato del suo lavoro, avrebbe dovuto togliersi la vita?



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il silenzio della neve 2014-09-22 19:36:40 GLICINE
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    22 Settembre, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

NORA: IL DESIDERIO DI RISPOSTE....

Titolo originale “Cover of snow” ( letteralmente copertura di neve), thriller d’esordio per la Milchman, che ha impiegato ben dieci anni a produrlo.
L’impronta stilistica sembra aver preso spunto dal filone di scrittori di thriller nord-europei, una storia ambientata tra le nevi dei monti Adirondack nello Stato di New York, freddo, neve, ghiaccio la fanno da padrone nelle ambientazioni descritte; come simile è anche la struttura narrativa. Dopo un’iniziale colpo di scena, la vicenda si compone lentamente, come lentamente si svelano i vari personaggi e i fatti che hanno portato all’esito finale.
Nora e Brendan sono una giovane coppia sposata; lei ristrutturatrice di case, lui agente di polizia. Una coppia come tante, che vive serenamente il proprio quotidiano. Nora si sveglia una mattina, con la sensazione che ci sia qualcosa di strano, non sente il rumore della doccia, la caffettiera programmata dalla sera prima, vomita il proprio contenuto sul fornello, e poi c’è il silenzio, nessuno risponde ai suoi richiami, nessuno dei segnali solitamente presenti nella propria routine, si manifestano; ecco che completamente sveglia, subito all’erta,si dirige in soffitta, luogo scelto da Brendan come “rifugio”, e lì lo trova, appeso al lampadario, con una corda intorno al collo ormai privo di vita.
Ma com’è possibile? Hanno fatto l’amore solo la sera prima…. Tutto andava bene, erano sereni. Cosa può avere indotto suo marito a compiere un gesto così estremo, così definitivo?
Il mondo di Nora crolla a pezzi. I colleghi del marito le sono vicino, come la sorella, dubbi invece fa sorgere il comportamento scostante e cattivo della suocera.
Nora non accetta il fatto di non avere una spiegazione plausibile alla morte del marito, comincia così a fare domande, a cercare risposte, comincia ad infastidire qualcuno nella comunità così piccola e chiusa dove è andata a vivere, paese di origine del marito Brendan. Quali segreti nasconde questa piccola comunità? Cosa copre la neve ( richiamo al titolo originale),di così orrendo e sporco?
E pian piano Nora scopre segreti che riguardano il passato del caro marito morto, che non gli sono mai stati svelati e pian piano…….
Lo stile di scrittura è scorrevole, se pur alcuni particolari, messi in primo piano, non vengono apertamente risolti, ma il lettore arriva a spiegarli solo intuitivamente. Per chi è particolarmente maniacale, questa particolarità, può risultare un pochino fastidiosa. Dopo l’iniziale sconcerto, la trama si assesta e procede con un ritmo scandito dalle varie scoperte di Nora, che tesse il proprio arazzo con pazienza e metodo, fino ad arrivare nella parte finale, dove il ritmo diventa nuovamente serrato e gli interrogativi trovano finalmente risposta. Trama indubbiamente originale, differisce per vari aspetti dal solito thriller al quale siamo abituati, per questo promuovo questo esordio letterario, come un buon risultato, sperando di poter leggere altro della Milchman, però non fra dieci anni!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
220
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri