Il sogno Il sogno

Il sogno

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Se non fosse per le sue cicatrici e le strane foto che tappezzano le pareti del suo ufficio, si direbbe che Abigaël sia una donna come le altre. Se non fosse per i momenti in cui sprofonda nel mondo dei sogni, si giurerebbe che dica il vero. Ma Abigaël, la psicologa che tutti si contendono per risolvere i casi criminali più intricati, soffre di una grave narcolessia che le rende tutto più difficile. Spesso per lei il confine tra sogno e realtà si confonde, ed è costretta a ricorrere a bruciature e tatuaggi per assicurarsi di essere sveglia e che quello che vede stia realmente accadendo. L’indagine a cui sta lavorando insieme al fidanzato poliziotto Frédéric riguarda un rapitore seriale di bambini, Freddy. I piccoli scomparsi finora sono tre, a quattro mesi di distanza l’uno dall’altro. Ogni rapimento viene annunciato con uno spaventapasseri che indossa gli abiti del bambino rapito precedentemente. Intanto, Abigaël è l’unica sopravvissuta a un terribile incidente d’auto di cui non ricorda nulla e dove hanno perso la vita suo padre e sua figlia. Presto capirà che molte cose di quell’episodio non tornano. E si renderà conto che Freddy sa più di quanto dovrebbe. E non è il solo. Ma per Abigaël il nemico più pericoloso rimane uno: se stessa.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il sogno 2020-07-02 09:59:03 Mian88
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    02 Luglio, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sogno o realtà?

«Le risposte si nascondevano chissà dove tra quei muri. Serviva un’ultima cicatrice per farla finita una volta per tutte. I morsi del fuoco nella sua carne erano affidabili, così come gli strani tatuaggi nascosti gli uni sotto gli altri.»

La trentatreenne Abigaël Durnan da anni collabora con le autorità per la risoluzione di casi di vario genere quali misteriose scomparse. Ed è proprio di queste ultime che si sta occupando la psicologa criminale specializzata in diritto penale. Infatti, da ben nove mesi, con un intervallo di tre mesi tra ciascuna, tre bambini – che poi diventeranno quattro – sono stati rapiti. Apparentemente non sembra esservi alcun filo conduttore, in realtà, poi un denominatore comune verrà identificato negli abituali spaventapasseri costruiti ad hoc per allestire il macabro teatrino del criminale, detto Freddy, e atto a dar adito del fatto che adesso quei giovani sono nelle sue mani. Che siano morti? Che siano vivi? Cosa ne ha fatto di loro? A giudicare dai feticci creati, abbigliati con i loro abiti e resi riconoscibili dalla presenza dei capelli dei rapiti a mo’ di parrucca sulla parte alta della testa dello spauracchio, verrebbe da pensare che purtroppo i medesimi non siano più vivi. Ad ogni modo, Abigaël non si arrende e cerca di entrare nella psiche del reo.
Ma la donna, e madre dell’adolescente Lea, è anche caratterizzata da una particolarità: soffre sin dall’età di otto anni di narcolessia, una malattia che la induce a sonni improvvisi e a perdite di conoscenza che possono essere curati soltanto con un farmaco che a lungo andare danneggia le cellule celebrali avendo alla sua base il principio attivo dell’ecstasy. Qual è il confine tra sogno e realtà? Cosa è vero e cosa no? Perché ha tutti quei segni, anche di bruciature, sul corpo?

«Infatti ci spinge a credere che il sogno sia realtà, anche quando siamo inseguiti da un dinosauro. Durante il sonno, il cervello si mette in trappola da solo di continuo, cerca di sventare tutti gli stratagemmi del sogno più razionali. Einstein, Newton o Cartesio prima o poi hanno creduto di potersi lanciare da una falesia e volare. E l’hanno fatto. […] Distinguere il sogno dalla realtà è diventato ogni giorno più difficile. Perché in questi ultimi tempi, anche da sveglia, devo assicurarmi di continuo che non sto dormendo.»

Eppure la vita sa essere davvero imprevedibile. Ed ecco che quando meno se lo aspetta un evento incomprensibile subentra e sconvolge tutte le carte in tavola: un incidente stradale che risulta essere fatale sia per suo padre che per sua figlia la porterà a ricomporre un puzzle molto più grande di quel che pensava di avere davanti e la indurrà a scavare sempre più in profondità in quella che è la psiche umana.
“Il sogno” è un titolo che ci riporta a conoscere dalla maestria narrativa di Franck Thilliez già riproposto in Italia da Fazi Editore pochi mesi fa con “Il manoscritto”. Questa volta la trama si snoda interamente tra dimensione onirica e realtà e ci porta ad indagare su un mistero dai connotati particolarissimi che si articola in un arco temporale che va da dicembre 2014 a giugno 2015. Nulla è come appare, niente deve essere dato per scontato.
Tuttavia, per quanto la lettura sia rapida, ho trovato alcuni aspetti della trama davvero troppo inverosimili, in particolare, nell’ultima sezione che conduce all’epilogo. La sensazione è che l’autore abbia voluto fare troppo per sorprendere il suo lettore al punto tale dal tirare talmente tanto le circostanze e rischiare di uscire da quella che era la linea narrativa delineata. Consigliato agli amanti del genere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempi duri
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda spada. Una storia di maggio
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Desideri deviati. Amore e ragione
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La morte è il mio mestiere
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri