Il sospettato Il sospettato

Il sospettato

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Quando, in una notte di pioggia scrosciante, Pierre Chave attraversa illegalmente la frontiera tra il Belgio e la Francia (dov'è ricercato per diserzione), non ignora che la sua sarà una corsa contro il tempo: per evitare che una bomba scoppi in una fabbrica di aerei nella periferia di Parigi, facendo decine di vittime innocenti, deve a ogni costo riuscire a trovare Robert, il «ragazzino» fragile, infelice e bisognoso di affetto - Robert che, dopo averlo venerato come un maestro, si è sottratto alla sua influenza lasciandosi indurre a compiere un attentato. Lo scopo di Chave non è soltanto salvare gli operai della fabbrica, ma impedire che Robert si macchi di una colpa orrenda. Perché, pur credendo fervidamente nell'ideale anarchico, aborre la violenza, ed è persuaso che il terrorismo come metodo di lotta politica sia una strada senza uscita. L'uomo è consapevole che la sua è una missione quasi disperata: su di lui pesano infatti i sospetti della polizia, e insieme quelli dei suoi stessi compagni, convinti di essere stati traditi. Un romanzo à bout de souffle, uno dei pochi di Simenon, ha scritto André Gide, in cui il protagonista agisce dall'inizio alla fine «spinto da una volontà ferrea».

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il sospettato 2019-02-16 15:25:19 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    16 Febbraio, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pierre Chave

«… E così via, con calma, con prudenza, perché era tutto così fragile e non volevano rompere nulla.»

Sono state sufficienti poche parole del Barone su quegli avvenimenti tragici che sarebbero accaduti di lì a pochi giorni in quel della prossimità della capitale francese, per mettere in allarme Pierre Chave. È stato votato per l’azione diretta, Robert ha accettato una missione, K. lo ha convinto, gli altri sono tutti d’accordo, gli viene riferito. Non c’è tempo da perdere, pensa l’idealista, che immediatamente si mette in sella a una bicicletta trovata all’interno del teatro dove lavora come comparsa di terz’ordine, come direttore del palcoscenico, nonché come factotum, per raggiungere la stazione. Ha pochissimo tempo, ma deve far di tutto per impedire l’esplosione della fabbrica a Courbevoie, morti innocenti e vite inevitabilmente distrutte. Sono cinque anni che vive a Schaerbeek, Bruxelles, sono cinque anni che con sua moglie Marie e suo figlio Pierrot ha lasciato la Francia, sono cinque anni che ha disertato poiché anarchico barattando la terra d’origine per la propria libertà perché sa benissimo che se mai dovesse rimettervi piede, non lo attendono altro che mesi e mesi di galera. Tuttavia, non può sottrarsi al suo dovere, costi quel che costi. Varcare la frontiera, alla fine, non è stato poi così difficile, pensa, ma chi è il signor K.? Perché si è optato per un’azione così violenta quando lui e i suoi compagni hanno sempre seguito ideali ben lontani da vittime innocenti e carneficine? La polizia sospetta di lui, ma chi è il nemico? Di chi può fidarsi?
A distanza di circa trent’anni dalla sua morte Georges Simenon viene riproposto da Adelphi con un testo (pubblicato per la prima volta nel 1937 e in Italia con il titolo il “Sospettato” da Mondadori nel 1940, e di poi come “L’uomo sospetto” sempre da Mondadori nel 1953) dai ritmi serrati, dai molteplici colpi di scena e dalle variegate tematiche trattate. In merito basti pensare allo stesso Chave che è un sognatore, un uomo istruito, con radicati principi, che crede nella necessità di un cambiamento ma che al contempo è contrario alla violenza e al sangue. E così, nell’indifferenza più totale di chi lo circonda, accerchiato dalla polizia e ripudiato dagli stessi compagni che lo credono un traditore, per Pierre entrare in contatto con chi dovrà compiere la malefatta diventerà la cosa più importante. La sua frenesia, la sua tempesta interiore, il suo animo profondo colmano le pagine di questa avventura, mentre la quotidianità, l’ordinarietà, restano sullo sfondo e scorrono nella loro assoluta solita quiete.
Un libriccino di appena 142 pagine cartacee, 92 in formato digitale, che non lasciano indifferenti ma che anzi tengono incollato chi legge dall’inizio alla fine del componimento in un continuo di avvenimenti e riflessioni avvalorati da una penna che descrive luoghi, emozioni, pensieri, perplessità, paure, dubbi, dedizione e contraddizioni, senza alcuna difficoltà. Un autore che è sempre un piacere leggere e rileggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una vita in parole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
I tredici passi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Divino amore
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il sussurro del mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri