L'artista dei veleni L'artista dei veleni

L'artista dei veleni

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Caleb Maddox è un tossicologo che studia gli effetti chimici del dolore. Dopo la rottura con la sua ragazza, si trova in un locale per affogare i dispiaceri nel whisky, quando una donna seducente gli si avvicina. Emmeline gli sussurra qualcosa e lo saluta sfiorandogli l'orecchio con le labbra. E' affascinante quella donna misteriosa, e Caleb deve rivederla. Ma come inizia la sua ricerca, si trova invischiato in un'indagine su alcuni omicidi seriali. La polizia sta recuperando dei corpi dalla Baia di San Francisco e tra essi c'è anche quello di un uomo scomparso nello stesso posto e notte in cui Caleb ha incontrato Emmeline. Caleb decide di prestare aiuto al medico legale, suo vecchio amico, e analizzare le tracce chimiche sui resti delle vittime. Ben presto le ricerche dell'assassino s'intrecciano con quelle di Emmeline, e più Caleb si avvicina alla verità più sente che il suo mondo è in pericolo.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'artista dei veleni 2016-08-08 04:54:43 cosimociraci
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
cosimociraci Opinione inserita da cosimociraci    08 Agosto, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Assenzio alla Francese

Al brillante tossicologo Caleb Maddox viene proposto, dal suo amico capo medico legale di San Francisco Henry Newcomb, di esaminare un corpo che è stato ripescato dalla baia. Henry è preoccupato perché nel suo laboratorio manca qualcosa e da li a poco ci saranno altri sei annegamenti e vuole che Caleb dia un'occhiata.
Caleb accoglie questa distrazione. Ha appena rotto con la sua ragazza Bridget infatti Caleb è introdotto nella scena un po' ammaccato e sanguinante sulla fronte dopo una lite. Lui sa che ha bisogno di andare avanti con il suo lavoro dove studia gli effetti fisiologici del dolore e i marcatori chimici che l'organismo rilascia dietro di se. Occupandosi della richiesta di Henry, fa una scoperta sconvolgente. Prima che l'uomo morisse ha attraversato una fase di dolore più acuta di quanto un essere umano possa sopportare. Tre ore, forse di più, di totale e insopportabile agonia.
Caleb viene a sapere che l'uomo è stato visto l'ultima volta al bar, dove egli stesso stava bevendo, dopo la fuga dalla casa che divideva con Bridget. Il bar è lo stesso dove incontra una donna, Emmeline, che guarda "come se fosse uscita da un film muto". Caleb diventa ossessionato da lei e dopo quella notte la cerca in ogni bar della città.

Gli omicidi non sono l'unico mistero da risolvere. Qual è stata la causa della lite tra Caleb e la sua ragazza? Chi è esattamente Emmeline, e perché Caleb è immediatamente così determinato a trovarla?

Ci sono tutte le premesse per un bel thriller noir in stile anni quaranta. Jonathan Moore, l'autore, offre un piacevole contrasto tra il paesaggio onirico della città di notte da un lato e le raccapriccianti scene dei corpi ripescati dopo giorni dall'altro.
L'atmosfera cupa ci accompagna per le fredde e nebbiose strade di San Francisco in una sorta di trance alimentata da alcol.
Gli omicidi sembrano coinvolgere veleni e prodotti chimici. Qui si nota la ricerca approfondita che ha condotto Moore, che sembra essersi soffermato maggiormente sugli aspetti tecnici approfondendo poco, forse volutamente, il personaggio principale.

Il torpore che avvolge il lettore, forse dovuto all'assenzio di cui il personaggio principale abusa, rende bene l'idea dello stato d'animo di Caleb e fino alla fine, ho nutrito forti dubbi sul finale apparentemente scontato.

Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La mia giornata nell'altra terra
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La fortuna
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sono mancato all'affetto dei miei cari
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La treccia alla francese
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Città in fiamme
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Ritratto di donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tessitore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il segreto dell'alchimista
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La stanza delle mele
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il ritorno di Sira
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stalingrado
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Fame blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera
Prede
Il cercatore di tenebre
La solitudine del ghiaccio
Il mistero della signora scomparsa
Cuori in trappola
La sua verità
Il seme del terrore
Autopsia
Nulla ti cancella
Le ore più buie