L'imprevisto L'imprevisto

L'imprevisto

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Mentre il mondo è sconvolto da un’inquietante epidemia di violenza, bambini che si rivoltano contro le loro stesse famiglie, l’antropologo Hesketh Lock ha un mistero da risolvere per conto della società con cui lavora. Uno scandalo in una grossa industria di lavorazione di legnami in Taiwan. Il contatto di Hesketh in Taiwan muore, e lui entra a far parte di una squadra diretta dal professor Whybray, suo vecchio mentore e studioso di fama internazionale, con lo scopo di trovare una spiegazione scientifica agli atti di sabotaggio e agli assalti dei bambini, mentre il comportamento del suo figliastro Freddy si fa sempre più strano. Il rigido razionalismo di Hesketh e la sua difficoltà nel gestire i sentimenti saranno messi a dura prova, finché una serie di anomalie fisiche e comportamentali finiranno per costringerlo a riconoscere l’esistenza di qualcosa che sfida i principi scientifici su cui ha impostato la sua vita.



Recensione della Redazione QLibri

 
L'imprevisto 2013-07-09 21:31:47 mt
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
mt Opinione inserita da mt    09 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Freddy K, Freddy K è la risposta!

E...senza nessun motivo e preavviso i bambini iniziano a rivoltarsi contro le loro stesse famiglie commettendo orrendi crimini, una violenza che sembra contagiare piano piano tutto il mondo.
Un fenomeno senza precedenti, prima delle aggressioni numerosi bambini riferiscono di sogni o incubi molto realistici; in seguito o restano in silenzio, o sostengono di non sapere cosa hanno fatto.
Chiamato a risolvere il mistero di grossi scandali industriali, atti di sabotaggio e degli assalti dei bambini sarà un fanatico di origami e antropologo Hesketh Loch.
Scandali, sabotaggi, rivolte dei bambini cosa li accomuna?
Credenze, superstizioni, folletti, djinn, troll e altre creature leggendarie stanno invadendo l'umanità.
Ma Hesketh non si arrende e collabora con il professore Whybray, tutti i bambini coinvolti vengono trasferiti in un centro isolato e tenuti sotto stretto controllo per evitare ulteriori tragedie studiandone i comportamenti per poter arrivare alla soluzione dei casi.
Ma perchè i bambini si rivoltano agli adulti, perchè scoppiano crisi industriali, cosa sta succedendo nel mondo?
Cosa vogliono mostrare queste “creature” che giorno dopo giorno aumentano , chi sono veramente, di quale disegno fanno parte?
Hesketh troverà le giuste risposte attraverso lo studio dello strano comportamento dell'amato figliastro Freddy e nella scienza.
Questo libro non mi ha entusiasmato per niente, ho arrancato molto per portare a termine la lettura sia per l'argomento trattato, che non è mai stato di mio interesse, sia per la scrittura non scorrevole e talvolta pesante.
Una storia inverosimile e con un finale che non ho compreso forse perchè non sono una scienziata?!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Time crime
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'imprevisto 2014-05-22 09:02:00 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    22 Mag, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Bambini violenti

…con un’insaziabile fame di sale. Strano vero? Beh, però l’idea al centro di questo thriller è proprio questa. Senza dubbio originale, anche se un po’ al limite della fantascienza, perché si tratta, in sostanza, di un’isteria collettiva e di squilibri mentali, meritevoli di studio da parte di antropologi e studiosi di comportamento, in quanto bambini di varie parti del mondo commettono improvvisamente delitti inspiegabili e sembrano posseduti. Tutto il romanzo è raccontato in prima persona e questa è una scelta stilistica che già avvicina il lettore alla storia. In più il protagonista è, di fatto, una “vittima” di uno di questi bambini, nei confronti del quale ha un rapporto particolarissimo. Questo libro dimostra cosa può succedere alle regole dell’amore quando una persona cambia. E dimostra anche una cosa che ho vissuto in primissima persona, ovvero che nella vita capitano momenti in cui la prospettiva temporale si ribalta, un secondo può durare niente oppure congelarsi per un’eternità. E’ una sensazione che i soldati conoscono molto bene. Libro accattivante, fantascientifico e, nello stesso tempo, estremamente umano.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri