L'innocente L'innocente

L'innocente

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

L’ultimo incarico che gli è stato commissionato non è andato liscio come al solito: la donna che avrebbe dovuto ammazzare aveva accanto a sé un bambino, un imprevisto che Will Robie di certo non si aspettava. Ma si può uccidere una madre davanti agli occhi del figlio? E cosa accade quando nella propria onorata carriera di killer si apre una crepa, e la sola punizione possibile è la morte? Robie non ha il tempo di chiederselo, la sola cosa che conta è far perdere le sue tracce. Potrebbe farcela, è scaltro, rapido, invisibile: ma quando la più impensabile delle compagne di fuga, una quattordicenne fragile e geniale, gli si mette alle costole, il suo percorso prenderà direzioni cui non aveva mai pensato prima...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'innocente 2012-11-10 09:54:05 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    10 Novembre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Will Robie e' un tipo fuori dal comune

Questo autore di bestseller e, in particolare, questo romanzo mi è stato consigliato da un amico.
L’ho trovato un romanzo perfetto per un pubblico maschile che adora vedersi nei panni di un personaggio così formidabile, misterioso e complesso. Ma è anche un romanzo per le donne che in un romanzo cercano un personaggio interessante e una trama ricca di mille colpi di scena, dove le parole d’ordine sono azione e velocità.
Ne L’innocente di David Baldacci (primo romanzo che leggo di questo autore. Una piacevolissima scoperta, lo ammetto, per lo stile e per la trama), l’eroe è Will Robie, uno spietato assassino, che lavora per un’agenzia segreta, ed è addestrato per superare le missioni più complicate o impossibili. Per intenderci, è una specie di James Bond, Jason Bourne, Jack Reacher o Ethan Hunt (per citarne i primi e più famosi che mi vengono in mente). Come loro, Will Robie è sempre pronto agli imprevisti, con un piano principale da svolgere e uno di sopravvivenza se l’operazione, per qualche motivo, dovesse andare storta. Un personaggio, dunque, che può anche diventare televisivo, ma che in un libro si apprezza di più, proprio grazie al processo di immedesimazione con l’eroe e ai particolari che durante la lettura non si perdono. Will Robie è, quindi, un uomo straordinario di cui anche le donne, vi assicuro, subiscono il fascino e ce ne sono anche nella storia.
La strada di Will Robie si incrocia con quella di un’adolescente, Julie Getty, che è stata testimone di due brutali omicidi. Julie è una ragazzina molto intelligente ed è tutt’altro che sprovveduta, anche se i suoi quattordici anni hanno comunque qualche limitazione.
Questo libro mi ha conquistata, forse perché letto proprio nel periodo giusto.
È un bel tomo grande: il numero di pagine non è indifferente (532) e potrebbe, a prima vista, spaventare chi non è un gran lettore, ma quando ci si addentra nella vicenda non esiste più alcun “ma”, poiché è una spy story che si legge tutta d’un fiato, con una serie di vicende incatenate fra loro che tengono inchiodato il lettore con il fiato sospeso, mentre divora un capitolo dopo l’altro. I capitoli sono brevi: proprio come piacciono a me (… e sono 100).
Tante sono le situazioni e i personaggi intrecciati nello stesso destino. È un super Baldacci, nell’aver orchestrato una storia così avvincente, dove le scene d’azione (esplosioni, inseguimenti, sparatorie, …) si susseguono ai dialoghi. Ogni personaggio ha il suo posto in questo thriller dai risvolti internazionali, ma è sicuro che, a fine lettura, Will Robie non lo dimenticherete!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri