Narrativa straniera Gialli, Thriller, Horror L'ultima corsa per Woodstock
 

L'ultima corsa per Woodstock L'ultima corsa per Woodstock

L'ultima corsa per Woodstock

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La prima indagine del famoso detective burbero e misantropo protagonista dei romanzi di Colin Dexter: l’ispettore capo Morse, humour tipicamente inglese, vasta erudizione letteraria, competenze musicali fuori del comune, passione per l’enigmistica e le parole crociate, segue il caso di una ragazza scomparsa e ritrovata ore dopo uccisa in modo brutale.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultima corsa per Woodstock 2015-07-21 15:15:27 Anna_Reads
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Anna_Reads Opinione inserita da Anna_Reads    21 Luglio, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

...and the winner is: E. Morse!

In questa insolita, per me, maratona di "gialli", mi son tenuta per ultimo il bocconcino più prelibato.

Colin Dexter inventa l detective E. (mistero sul nome, che non svelo) Morse. Morse è solitario e un tantino scorbutico, amante dell'enigmistica, della musica e della letteratura.
Qui indaga sull'omicidio di una ragazza e - purtroppo per lui - risolveil caso.
"Ultima corsa per Woodstock" esce nel 1975 potrebbe sembrare datato fra dattilografe, piani di formica e scarpe con la zeppa (ah no, quelle ci sono anche ora, ahimè); anche qui abbiamo uno Watson (Lewis) e un ispettore tormentato, lunatico e geniale, con in sorte una buona dose di scalogna.
MA abbiamo anche un autore che ha fatto sua la fondamentale lezione "SHOW DON'T TELL" ("Mostra non dire") che un po' – secondo me - manca agli altri concorrenti (Nesbo, Manzini, De Giovanni...)
Dexter non "si ferma" per dirti quanto è ganzo Morse, Morse FA cose ganze e Dexter te le mostra.
Come Christie non ti "diceva" che Poirot fosse arguto e Doyle che Holmes fosse geniale.
Facevano cose argute e geniali e tu lettore lo vedevi.
Che fossero arguti e geniali lo deducevi da solo.
E questa caratteristica è talmente fondamentale – per me, almeno – che ti fa passare sopra anche al fatto che il detective non condivida sempre con il lettore tutto quello che scopre.
E poi c'è una sana, british, ironia di fondo e non mi è mai sembrato che Morse si specchiasse nelle vetrine per sbirciare quanto fosse figo.

Oh sarà mica un caso che "il detective" sia nato in Gran Bretagna (sì lo so. Filologia vuole che sia Auguste Dupin, E.A. Poe, 1841, USA. Buon per filologia. Per me è Sherlock Holmes, A.C. Doyle, 1887, UK).

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Cerca un buon equilibrio fra "giallo" e personaggio/detective.
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'ultima corsa per Woodstock 2011-09-18 20:46:04 riccardo
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Opinione inserita da riccardo    18 Settembre, 2011

il nuovo poirot

I fan del giallo non possono perdersi Dexter: ambientazione universitaria (Oxford), un personaggio ambiguo (ispettore Morse, una specie di nuovo Poirot, imperfetto ma geniale, con aiutante al seguito), e un omicidio davvero oscuro fino alla fine. Lo stile è pulito, secco, ma ricercato; la trama puntellata da falsi indizi e giochi enigmistici. Consigliatissimo a chi ama i gialli alla Christie.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Gli eredi di Stonehenge
La mappa nera
L'uomo dei sussurri
Gli avversari
In tre contro il delitto
Un sacrificio accettabile
Il castello di Barbablù
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Girl in snow
Avversario segreto
L'ermellino di porpora
Il caso Alaska Sanders
La cameriera
Otto perfetti omicidi
Città in fiamme
Lupa nera