L'undicesima ora L'undicesima ora

L'undicesima ora

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La villa e il meraviglioso parco che la circonda sono considerati tra gli esempi più spettacolari di edilizia residenziale di San Francisco. Il proprietario è una star di Hollywood, nel cui passato si nasconde un mistero: l’improvvisa scomparsa della moglie, avvenuta dieci anni prima. L’uomo è uscito pulito dalle indagini, ma l’ombra del sospetto è rimasta sospesa su di lui. Come potrà spiegare, ora, le due teste di donna rinvenute nel patio della sua villa circondate di fiori, in una macabra messinscena? Soprattutto perché l’orrore non si ferma: nel giardino vengono ritrovate altre teste sepolte. La detective Lindsay Boxer, benché aspetti un bambino, lavora senza tregua per venire a capo dell’enigma, aiutata dalle amiche del Club Omicidi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'undicesima ora 2014-03-23 17:30:21 GLICINE
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    23 Marzo, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

MANCANO PASSAGGI FONDAMENTALI

Ulteriore libro della serie “donne del club omicidi” del quale fanno parte la detective Lindsay Boxer, la giornalista Cindy Thomas,l’anatomopatologa Claire Washburn, e l’avvocato Yuki Castellano.
Il primo suggerimento che mi sento di rivolgere ai lettori,è quello di iniziare dal primo libro della serie; per riuscire a collocare al meglio i personaggi principali, oltre ad avere chiare indicazioni sullo svolgimento delle rispettive vite personali.
L’idea di fondo è accattivante,sette teste di donna sepolte nel giardino di una immensa villa dal valore storico, Ellsworth Compound, nella città di San Francisco, di proprietà di un famoso attore holliwoodiano, nonché incallito playboy Harry Chandler. L’attore a sua volta, è riuscito a evitare la condanna per l’omicidio della moglie, scomparsa dieci anni prima e mai più ritrovata. Ci sarà anche la sua testa tra le sette?
Contemporaneamente, la detective Lindsay e la sua squadra, si trovano a dover indagare in merito ad altri omicidi, di noti esponenti della malavita e spacciatori, compiuti da una persona vicina, se non appartenente alle stesse Forze dell’Ordine, soprannominato “Vendetta”.
Gli autori Patterson e Maxine Paetro, a mio avviso, non hanno sviluppato al meglio le potenzialità della trama, le pagine si leggono fluidamente, la scrittura è semplice.
Il difetto più grande di questo thriller è proprio quello della semplicità, a dispetto di idee di partenza veramente buone.
Non ho amato particolarmente nemmeno le parti che trattano la vita personale delle quattro donne.
La giornalista che si indispettisce perché Lindsay non è pronta a passarle informazioni secretate sulle indagini in corso; la stessa detective che aspetta un figlio dal marito, oltre a riuscire ad affrontare dei turni di lavoro davvero estenuanti (al secondo trimestre di gravidanza?!), lo allontana da casa, credendo ad affermazioni di una ex che la informa di avere avuto una breve avventura con Joe stesso; all’anatomo-patologa che affida la ricostruzione dei volti ad una specialista esterna, senza trovare indizi credibili ed importanti dal materiale in suo possesso…. ( forse sono troppo fresca di lettura: “Kay Scarpetta”!..)
Libro adatto a chi decide di muovere i primi passi nel genere thriller, senza avere nessun tipo di aspettativa particolare dalla trama. Le immagini non sono troppo crude, la storia non annoia con lunghe descrizioni di procedure o aspetti psicologici particolari ( che ai veterani del genere a dire il vero, non dispiacciono nemmeno un po’), libro breve, semplice, con un ritmo sostenuto.
A me però non ha pienamente soddisfatto.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri