La psicologa La psicologa

La psicologa

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Una comunità esclusiva ed elusiva. Una morte del passato. Una donna determinata a conoscere la verità. Una casa in una di quelle strade chiuse dove tutti si conoscono e le facciate sono così curate da sembrare uscite da una rivista di architettura. Alice ancora non ci crede di essere riuscita ad acquistarla a un prezzo tanto vantaggioso. Ed è solo dopo essersi trasferita che scopre il perché: la precedente proprietaria è stata uccisa due anni fa, proprio in quella casa. Dapprima turbata da quella rivelazione, a poco a poco Alice inizia a interessarsi sempre di più alla storia della donna, una psicologa sua coetanea, e non perde occasione di chiedere informazioni ai vicini. Con suo grande sconcerto, però, tutte le persone che fino a quel momento l'avevano accolta con calore e gentilezza si chiudono in un silenzio ostinato. Quasi che quella vicenda fosse una ferita ancora aperta. Come se ciò non bastasse, Alice comincia a notare delle stranezze – finestre aperte che era sicura di aver chiuso, oggetti spostati di pochi centimetri – e in lei si fa sempre più forte la sensazione di essere osservata. E si rende conto che c'è qualcosa di oscuro nascosto tra le pieghe di quella comunità apparentemente perfetta e che frugare nei segreti degli altri potrebbe rivelarsi fatale… Doveva essere un sogno, invece si è trasformato in un incubo...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Per poter scrivere un commento ti devi autenticare o registrare
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
 
La psicologa 2022-08-15 14:55:46 ALI77
Voto medio 
 
2.0
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
ALI77 Opinione inserita da ALI77    15 Agosto, 2022
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN THRILLER LENTO

Alice e Leo sono fidanzati da due anni e si sono trasferiti a Londra nella loro nuova casa che fa parte del quartiere chiamato "The Circle", un posto esclusivo nella capitale inglese composto da dodici abitazioni con un giardino, una piazza e delimitato da una recinzione.
La protagonista cerca di conoscere subito i suoi vicini e organizza una festa ma un'amara sorpresa sta per coglierla alla provvista, la casa in cui vive ha fatto parte di una scema del crimine, l'ex proprietaria Nina è stata uccisa proprio lì. Alice è turbata da quello che ha scoperto ma soprattutto dal fatto che il suo ragazzo Leo non le abbia detto nulla. Iniziano ad accadere delle cose strane, pensa che qualcuno la stia spiando e inizia a indagare sulla morte di Nina, lo stesso nome della sorella che ha perso.
*
La prima, il numero 1, era sulla sinistra del cancello e l’ultima, il numero 12, sulla destra. La nostra, il numero 6, era a metà, esattamente di fronte al cancello, ma dall’altra parte della piazzetta.
«Che te ne pare?» mi ha chiesto Leo, mentre scendevamo dalla macchina.
Ho osservato i muri bianchi, il tetto spiovente di tegole rosse, il prato ben curato, il vialetto di cemento, il sentierino lastricato che portava dal garage alla porta. Le case erano tutte identiche.
«Sembra un orologio fatto di villette.» Ho sorriso per nascondere l’incertezza.(citazione)
*
Sospetta di tutti, persino di Leo, si rivolge a un investigatore privato ma nessuno sembra aiutarla, i suoi vicini non parlano di quello che è accaduto, ma Alice scoprirà delle verità celate che la porteranno ad allontanarsi da tutti.
Cosa sarà accaduto a Nina?
La protagonista gira attorno al problema, non ci sono degli indizi concreti perché, per la maggior parte del tempo, l'autrice si sofferma sulla descrizione della sua quotidianità e sul rapporto con i vicini e la parte thriller è marginale rispetto a tutto il resto. Questo per me è un grande difetto del libro, preferisco i thriller psicologici rispetto ai domestici, dove non riesco proprio a empatizzare con la protagonista. La parte crime è in secondo piano e relegata nell'ultima parte credo che questo sia un punto a sfavore per l'autrice che è conosciuta come autrice di thriller e qui siamo più di fronte a un titolo di narrativa. Alcuni piccoli colpi di scena che troviamo lungo la narrazione erano molto prevedibili e quindi è veramente difficile salvare qualcosa in questo libro, se non la parte finale e la buona penna dell'autrice.
Sono da sempre una fan di B.A. Paris i suoi thriller mi tengono compagnia quando voglio staccare un po' da altri tipi di letture, li leggo senza nessuna aspettativa. In questo libro ho trovato che la prima parte fosse molto lenta, verso la fine il ritmo è decisamente aumentato anche se è troppo poco per definire questo libro un buon thriller. Sì è un romanzo piacevole che si legge tutto d'un fiato ma non è tra i miei preferiti di questo genere.
L'autrice ha molto talento e l'ho visto nei suoi primi due libri, poi secondo me gli altri sono a un livello più basso come tensione, suspense e ritmo e sono sicura che lei possa scrivere qualcosa di migliore e dovrebbe osare di più. Probabilmente si è creata una schiera di lettori che si aspettano un thriller discreto e lei ne è consapevole e continua su questa strada.
Spero che B.A Paris torni ai livelli dei suoi primi libri, non so se farne uscire uno all'anno sia a causa del contratto con il suo editore o per un'altra ragione, ma io preferirei che ne scrivesse uno in meno ma che tornasse l'autrice che avevo conosciuto anni fa.
Se continua così, a malincuore, la dovrò abbandonare e spostarmi su altri autori.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa delle luci
Valutazione Utenti
 
2.5 (1)
Bournville
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il ragazzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Brave ragazze, cattivo sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Angélique
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita in tasca
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tasmania
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il lungo addio
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Un cuore nero inchiostro
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Oblio e perdono
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Respira
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una piccola pace
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Il lungo addio
Non aprite quella morta
Il segreto di Inga
Le ombre
Il treno per Istanbul
Agatha Raisin. Campane a morto
Il caso Agatha Christie
La casa nell'ombra
Trappola di sangue
Niente orchidee per Miss Blandish
Brave ragazze, cattivo sangue
Il verdetto
Ci vediamo stanotte
Quel che la marea nasconde
Il caso della sorella scomparsa
La ragazza di neve