Lo strangolatore Lo strangolatore

Lo strangolatore

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Boston, 1963. Un misterioso killer ha già colpito dodici volte, passerà alla storia come lo Strangolatore di Boston. Per i tre fratelli Daley, figli di un poliziotto, il crimine è l’impresa di famiglia. È solo che si trovano su sponde diverse. Joe, il maggiore, è un poliziotto. Michael, il mezzano, è un avvocato laureato ad Harvard alle dipendenze di un procuratore ambizioso. Ricky, il più giovane, è il fratello scavezzacollo, esperto scassinatore. Un giorno lo Strangolatore colpisce ciò che i tre hanno di più caro al mondo, costringendoli a prendere posizione, a guardare più a fondo nella rabbia omicida dell’assassino, nei terribili segreti di famiglia e nel mistero di una morte che li ha cambiati per sempre. Fino al punto in cui due misteri si scontrano rivelando una verità sconvolgente.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Lo strangolatore 2013-04-11 14:45:32 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    11 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Chi è lo Strangolatore di Boston?

Albert DeSalvo. Di un personaggio reale, famoso come lui per gli efferati fatti di cronaca statunitense dei primi anni Sessanta, sono pieni giornali e manuali di criminologia. L’unico scrittore che ne aveva parlato in un romanzo era stato soltanto Manuel Vázquez Montalbán, nel suo Lo Strangolatore, pubblicato del 1995, un’opera poco riuscita pur essendo stata scritta da un famoso scrittore e che io stessa ho letto con noia a suo tempo.
Adesso, torna a parlarne William Landay e intitola il suo romanzo con lo stesso titolo del suo predecessore, Lo Strangolatore, ma ottiene tutt’altro risultato. Oltre a Albert DeSalvo, per narrare la sua visione romanzata della storia, Landay aggiunge i suoi personaggi principali, tre fratelli: Michael, Joe e Ricky Daley.
Tre uomini che hanno intrapreso scelte personali e professionali diverse, ma che restano pur sempre i membri di una stessa famiglia. Le loro vite si intrecciano alle vicende dello Strangolatore di Boston e alla realtà che si viveva in quel periodo. I fatti iniziano nel 1963, quando lo Strangolatore è già attivo in città e semina panico nella cittadinanza, ma anche nella polizia.
I fratelli Daley sono figli di un poliziotto e il crimine fa parte del loro DNA, in entrambi i sensi di marcia. Joe è il maggiore ed è quello che ha il nome del padre. Anche lui è un poliziotto dai modi duri con un debole per le scommesse, le belle donne e cavalli perdenti, ed è in rotta di collisione con il crimine organizzato. Michael, il mezzano, è un avvocato laureato ad Harvard alle dipendenze di un procuratore ambizioso che lavora al caso dello Strangolatore. Ricky, il più giovane dei tre fratelli, è uno scavezzacollo, che al senso di giustizia preferisce il ribaltamento della medaglia, ma è anche un esperto scassinatore, che può sempre tornare utile.
A indagare sul caso di quello che i giornali hanno ribattezzato “lo Strangolatore” sono: il commissario capo della omicidi, Brendan Conroy, insieme a Tom Hart, e, per la sezione del distretto, George Wansley, e il già citato Michael Daley.
Oltre alle forze di polizia, anche i giornali, a colpi di titoli, parlano dei delitti dello Strangolatore di Boston, un po’ come avviene oggi con le notizie di cronaca, e tra loro c’è Amy Ryan, giornalista innamorata del più giovane dei fratelli Daley.
In 500 pagine ricche di fermento vitale, elementi investigativi, dettagli, prove, ma anche tanti dubbi, Landay riesce a risolvere, a suo modo e forse parzialmente, il caso dello Strangolatore di Boston che ha atterrito la città, nota al mondo più per la sua opera criminale che per l’aspetto culturale o economico.
Lo stesso DeSalvo è protagonista di molte pagine, nelle quali emerge il suo carattere, il suo pensiero, parla e interagisce con la polizia, si fa interrogare ed è sempre pronto a raccontare gli omicidi così come dice di averli vissuti. Le scene del crimine sono romanzate e descritte dettagliatamente, ma sono molto più interessanti che in un freddo manuale.
Torna anche alla mente del lettore il dubbio che non è stato mai chiarito su uno dei più intricati casi di cronaca.
È avvincente il romanzo di Landay che racconta ciò che non è mai stato detto sul caso che la polizia di Boston ha voluto archiviare troppo frettolosamente come risolto. Il dubbio è sempre rimasto fino all’arrivo di Landay.
Un bellissimo romanzo per chi ama approfondire le notizie di cronaca nera, che hanno saputo far storia e scuola al mondo investigativo per la battaglia, sempre aperta, contro il crimine.
VOTO 10

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ultima canzone del Naviglio
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Uomini di poca fede
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Violette di marzo
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quanto blu
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Le peggiori paure
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Le confessioni di Frannie Langton
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una donna normale
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La signora del martedì
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Nero come la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il bambino nascosto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Gli informatori
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ricamatrice di Winchester
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri