Luce e ombra Luce e ombra

Luce e ombra

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Il commissario Erik Winter deve recarsi in Spagna, dove ormai da tempo si sono trasferiti i genitori, perché il padre sta morendo; ma a Goteborg la criminalità non sembra voler rispettare il suo dolore: una coppia è stata barbaramente uccisa nel proprio appartamento, decapitata, le teste scambiate. Gli indizi portano Winter a indagare in ambienti oscuri, inquietanti, dove luce e ombra si scambiano continuamente di posto. Ad aggiungere tensione c'è il fatto che l'omicidio è avvenuto molto vicino alla sua abitazione, e la sua compagna, Angela, in attesa del primo figlio, è sempre più turbata. Ogni passo fuori dalla porta e ogni squillo del telefono si trasformano in una possibile minaccia. Perché la vita è un'alternanza di luce e ombra, di sole e tenebra. Per ciascuno di noi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
1.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
1.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Luce e ombra 2017-01-10 12:21:59 Pelizzari
Voto medio 
 
1.3
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
1.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    10 Gennaio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Troppo affollato

Il libro si presenta come un giallo, che, da come è architettato, sembra infondere un terrore sotterraneo. Hai un’aspettativa alta quando la affronti, perché i gialli svedesi sono diventati ormai un cult. Ne esce però un libro a mio avviso davvero brutto che nulla a che vedere con quanto stavi pregustando. La trama mi è sembrata volutamente allungata, giusto per arrivare a scrivere le tot pagine commissionate. I personaggi sono davvero troppi. Sembra di avere davanti non un libro, strutturato, con una storia, ma un calderone in cui i protagonisti sono stati buttati e poi mescolati un po’ a caso. Forse la cosa che ho più apprezzato è stata quella di “sentire” il legame che il commissario Winter sente con la propria famiglia, in un momento difficile, ed il vedere come lo vive congiuntamente con i pensieri derivanti dal lavoro, ma sinceramente è un elemento troppo fragile per tenere in piedi tutto un libro. Tutto il resto incide molto di più nella globale impressione decisamente negativa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri