Normal Normal

Normal

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Vive nella vostra comunità, in una bella casa, con un giardino ben tenuto. Fa la spesa nel vostro negozio di fiducia, e se vi urta una spalla si scusa con un sorriso. Se è incolonnato di fianco a voi in autostrada, vi lascia passare con un gentile gesto della mano. Quello che non sapete, di lui, è che sotto il garage, in una stanza segreta, possiede una gabbia elaborata, e quel cibo che sta pagando alla cassa è per la ragazza che tiene chiusa lì dentro contro la sua volontà. Una di una lunga lista, e non sa che cosa la aspetta. È così da molto tempo. È normale, e funziona alla perfezione. Poi incontra la cassiera dell'alimentari aperto 24 ore su 24 e tutto cambia. A quel punto il piano, la caccia, la stanza... le altre non gli servono più. Ha bisogno solo di lei. Ma proprio quando decide di redimersi, la polizia gli sta col fiato sul collo. Lui potrebbe anche riuscire a nascondere le proprie tracce, se non fosse per un piccolo particolare: c'è ancora qualcuno nella sua gabbia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Normal 2016-08-09 17:48:41 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    09 Agosto, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non sono ... NORMALE

Un titolo originale, invitante, accattivante per un romanzo d'esordio che non si può perdere, soprattutto se si amano i thriller conditi da un eccellente humour inglese. È un romanzo tutt'altro che NORMAL. Lo scrittore esordiente, ma esperto di scrittura, di lessico e tecniche narrative per generare suspense e humour, GRAEME CAMERON, è un uomo che si identifica con il suo personaggio; sa calarsi nei suoi panni alla perfezione, pur non essendo un serial killer. Lo humour del suo personaggio, avvolto nel mistero,, esilarante e di cui non si può fare a meno, è qualcosa di travolgente, sconcertante. È uno spettacolo pirotecnico che non ha mai fine. Del suo protagonista serial killer, in piena attività, ci fa sapere molto, ma ci omette consapevolmente il nome e la descrizione fisica. Il bello sta proprio nel fatto che potrebbe essere chiunque: il nostro vicino di casa, il collega al lavoro, l'uomo che ci sfiora al supermercato, mentre prendiamo la nostra vaschetta con il gelato. Grazie a Graeme Cameron, ci caliamo in una storia avvincente, che ci tiene con il fiato sospeso, mentre divoriamo i capitoli, ansiosi di sapere che fine farà il nostro fantastico eroe, che lo è nonostante sia il classico cattivo della storia. In realtà, ci piace proprio per questo. È il cattivo che rende la storia interessante e in NORMAL è lui che ce la racconta, con il suo punto di vista, da un'angolazione privilegiata, che si rivela più "normale" e comune di come potremmo immaginarcela. È proprio il cattivo che ci racconta, nel dettaglio, il suo modo di agire, comprendendo tutti i suoi insani pensieri, la sua vita estremamente interessante e tutt'altro che "normale" e inumana come dovrebbe essere.
Di romanzi come NORMAL ne leggerei un centinaio senza stancarmi. A volte, la trama risulta folle, come il protagonista, ma anche come tutti i personaggi che lo circondano e che risultano affascinati da lui e tutt'altro che anonimi, però folli a modo loro: per disperazione, per solitudine, per amore, ecc.
GRAEME CAMERON non immaginava che il suo romanzo sarebbe stato un tale debutto esplosivo e, sebbene il suo protagonista sia arrivato ad un punto fermo, non può fermarsi: non vuol dire che i lettori non possano urlare e pretendere a gran voce un seguito altrettanto emozionante di NORMAL.
Non leggevo un romanzo così coinvolgente, ipnotico, imprevedibile ed esilarante da non so quanti secoli.
Se Dexter, dei romanzi di un altro autore e della serie tv, mi ha abbandonata, l'innominato di NORMAL ha saputo emularlo, sostituirlo, prenderne il posto, superandolo. È lui il cattivo che conquista il pubblico, pur essendo un feroce assassino, con tutti gli aspetti comuni che costituiscono la perfetta normalità.
"La verità è che faccio del male alla gente. È tutto quello che so fare. È l'unica cosa che farò."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri