Sotto tiro Sotto tiro

Sotto tiro

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

John Puller è un veterano di guerra e il miglior agente speciale del Comando dell’esercito degli Stati Uniti per le indagini penali. Suo fratello, un alto ufficiale dell’esercito, sta scontando una condanna all’ergastolo per tradimento in un carcere militare di massima sicurezza. Puller ora è chiamato a risolvere un caso in una zona remota della Virginia. Qualcuno ha ucciso brutalmente un colonnello della Difesa insieme a tutta la sua famiglia. Ma dopo averlo incaricato dell’indagine, sembra che l’esercito non sia disposto a fornirgli né risorse né aiuti. Il detective del posto, Samantha Cole, una donna testarda e complicata, è l’unica a unire le proprie forze a quelle di Puller in cerca di risposte. Quando il poliziotto messo a guardia della scena del crimine viene trovato morto nel seminterrato della casa, il mistero si infittisce. Puller si rende conto che niente e nessuno è ciò che sembra.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Sotto tiro 2014-05-17 19:02:34 Pelizzari
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    17 Mag, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

In mezzo al niente

Un postino consegna una busta e scopre un efferato omicidio di un’intera famiglia. Un agente speciale del Comando dell’Esercito degli Stati Uniti viene mandato ad indagare e si apre un mondo di intrighi molto più grande di quello che poteva sembrare, il tutto ambientato nella terra del carbone, una zona remota della Virginia, con una catena di uccisioni che è destinata ad aumentare i propri anelli. Nel dipanarsi della storia, raccontata con un stile ricco di frasi brevi e dialoghi serrati, che, anche solo nella loro forma di scrittura, creano suspence nel lettore, incontriamo una miriade di personaggi minori, ognuno dei quali brilla per particolarità e caratteristiche proprie ed entriamo in prima linea anche nelle fasi di analisi delle scene dei crimini. Il mio personaggio preferito è stato la co-protagonista, Sam Cole, una donna testarda e complicata, capace di passare dalla paralisi emotiva all’efficienza professionale in pochi secondi. Buono lo stile. Splendidi i personaggi. Bello il finale. Un po’ troppo fantascientifica la trama.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Sotto tiro 2013-04-24 10:40:13 Pupottina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Pupottina Opinione inserita da Pupottina    24 Aprile, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non si puo' uccidere cio' che non vedi arrivare

“Non si può uccidere ciò che non vedi arrivare”.
David Baldacci ne fa il motto di uno dei suoi personaggi, uomini eroici che non temono niente e nessuno, densi di sfumature psicologiche, carichi di abilità psicofisiche che li rendono esseri al di sopra della media, elementi che si sogna di incontrare e, perché no, anche di essere.
Nel thriller SOTTO TIRO ci presenta John Puller, un veterano di guerra e il miglior agente speciale del Comando dell’esercito degli Stati Uniti per le indagini penali.
A lui affianca una detective locale, Samantha Cole, e tutto acquista sfumature diverse, più avvincenti, e il nostro caro Baldacci non ci risparmia nessun colpo di scena, nemmeno quelli che non avremmo scelto di leggere. La sua strategia narrativa è stupirci sempre, complicare le situazioni, renderle avvincenti fino all’inverosimile per non permetterci di staccare gli occhi dalla pagina.
C’è un mix di intrighi in questa storia che solo Baldacci è capace di orchestrare e anche stavolta riesce a non deludere chi decide di leggere uno dei suoi romanzi.
Altro punto a favore di questo thriller paranoico è l’abilità di descrivere le vicende come se fossero le scene di un coinvolgentissimo action movie.
L’unica cosa che non mi sarei mai aspettata in questo thriller è Awol, ma è perfettamente integrato nella storia ed è un aspetto non indifferente che ci porta ad amare il personaggio di John Puller.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
L'innocente di David Baldacci
Il testimone di Nora Roberts
Lo strangolatore di William Landay
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri